Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 giugno 2015 3 17 /06 /giugno /2015 18:43
Cagliari:emergenza profughi e organici polizia al collasso

Quella dei profughi che si riversano sulle coste italiane è una vera e propria emergenza. Un emergenza all'ordine del giorno che diventa sempre più difficile da gestire soprattutto per la polizia. Gli organici sono al collasso e diventa sempre più difficile fronteggiare la situazione. Dopo gli sbarchi al Porto Canale di Cagliari e a Carbonia nelle settimane scorse, è calato il silenzio. Ma la situazione, esposta nel Comunicato Stampa inviatomi dal Dott. Luca Agati, Segretario Provinciale del SAP di Cagliari, è davvero drammatica per uomini e donne che quotidianamente lavorano senza sosta con organici ridotti davvero al collasso. La situazione resta sempre di massima allerta, anche per l'estate sicuramente ci saranno altri sbarchi.

"La Polizia di Stato a Cagliari non riesce più a gestire la situazione legata ai migranti. Lo sbarco dei 900 migranti di sabato, il successivo arrivo del barcone a Teulada con 24 algerini, tra cui 11 minori e da ieri la protesta degli stranieri al porto di Cagliari hanno messo in ginocchio il sistema legato alla sicurezza, nonostante i poliziotti cagliaritani impiegati nelle delicate operazioni, stiano gestendo l'emergenza con altissima professionalità ed impegno. Avevamo espresso grande perplessità dinanzi all'operazione di sbarco in Sardegna che logisticamente non ha le possibilità per gestire una così massiccia presenza di stranieri.

Dal punto di vista tecnico i nostri uffici sono al collasso ed in primis l'ufficio immigrazione non riesce con l'organico attuale a sopperire alle incombenze. Non é pensabile poter e voler gestire queste emergenze con il poco personale a disposizione esponendo gli uomini a turni massacranti lontani da ogni logica professionale, distogliendo gli uomini da delicati servizi quali il controllo del territorio, le diverse attività di indagine e intelligence. Se siamo diventati il "parcheggio" dei migranti nel mediterraneo, il nostro Dipartimento deve per forza intervenire mandando qui rinforzi, altrimenti rischiamo di soccombere; con queste vistose lacune e con la "confusione dettata dall'imprevisto", non riusciamo ad amministrare il problema, divenuto di ordine e sicurezza pubblica. L'emergenza é una circostanza imprevista che richiede, in quanto tale, interventi eccezionali ed urgenti per essere gestita e riportata alla normalità; se questa avviene tre volte in una settimana, come si può ritenere ancora tale?"

Cagliari, 05 giugno 2015.

Segretario provinciale SAP Cagliari Luca Agati

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti

Max 06/21/2015 21:59

Problema complesso quello dell'immigrazione, a mio avviso non stiamo facendo quello che dovremmo. Il nostro è un paese strano, a me piace sempre meno, disposto a farsi invadere da cittadini extracomunitari, a alimentare gli interessi mafiosi legati al fenomeno, come a spendere soldi pubblici che non possiamo permetterci e vedere amplificarsi problemi di ordine pubblico. Il male voluto non è mai troppo! Nazioni quali gli USA e l'Australia, giusto per citarne due, hanno una severa legge sull'immigrazione, ma da noi nessuno ha gli attributi per realizzare qualcosa di simile, con l'incapacità di guardare in faccia i problemi che ci contraddistingue e di fare soltanto della pericolosa demagogia, verrebbe gridato immediatamente all'inesistente fascismo. Roba da matti perché la questione è semplicemente di tutela del proprio territorio e della popolazione. Non apro il discorso sulle associazioni che vivono succhiando i nostri soldi alimentandosi alla mammella di questo fenomeno sociale.