Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
21 giugno 2015 7 21 /06 /giugno /2015 17:00
Roma:un Ammiraglio voleva salvare i marò ma qualcuno non ha voluto

I due fucilieri del S.Marco Massimiliano Latorre e Salvatore Girone avrebbero potuto essere salvati subito, prima che la situazione si complicasse sempre di più. Ma qualcuno non ha voluto. Per la prima volta, un Ammiraglio che ha proposto il suo aiuto e i suoi consigli agli alti vertici della Marina Militare e alle istituzioni, ne parla in un'intervista pubblicata sul quotidiano "Il Tempo"rivela alcuni retroscena. L'Ammiraglio in questione è Rinaldo Veri, Ammiraglio di Squadra, Comandante del Centro Alti Studi per la Difesa, di padre italiano e madre indiana, nato a Bombay: ci ha vissuto per ben 14 anni. E' un profondo conoscitore della realtà indiana, ha infatti una vasta rete di amicizie e conoscenze molto influenti, ha provato ad offrire il suo aiuto e i suoi consigli ed è stato ignorato con il silenzio. L'alto ufficiale nell'intervista, afferma di avere un rimpianto quello di"Non aver potuto mettere a frutto le sue origini e contribuire alla causa attraverso il vantaggio inconfutabile di conoscere la realtà sociale, culturale e relazionale indiana.Non mi è stato detto di no, semplicemente non ho ottenuto risposta." L'alto ufficiale avrebbe potuto di essere davvero di grande aiuto per liberare i due fucilieri del S.Marco, anche perché ha conoscenze influenti e avrebbe potuto cercare un dialogo con il premier indiano Modi. L'Ammiraglio non si è arreso, e aveva riproposto il suo aiuto e suoi consigli a novembre, che sono stati di nuovo ignorati con un silenzio. Un silenzio davvero strano, un silenzio che significa indifferenza per la sorte di due militari italiani innocenti che da tre anni aspettano giustizia. Un silenzio assordante quello degli alti vertici militari e delle istituzioni, davanti al quale resta una sola domanda:perchè?

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Marò
scrivi un commento

commenti

ettoreviglione 06/26/2015 13:46

Non riesco a decidere se sono basito o infuriato

174VAM 06/24/2015 08:46

Il motivo è, a mio parere, "abbastanza ovvio":
se l'ammiraglio fosse intervenuto ed avesse avuto un risultato, gli si sarebbero dovuti riconoscere dei meriti e/o riconoscimenti, dei quali, quindi, non si sarebbero potuto "fregiare", o meglio non avrebbero potuto sfruttare a proprio vantaggio, il/i politicanti di turno ...........