Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 novembre 2015 2 10 /11 /novembre /2015 20:16
Torino:la mostra che oltraggia i marò:infuria la polemica

Succede anche questo. A Torino Esposizioni c'è stata l'undicesima edizione di ""Paratissima, durante la quale sono state esposte alcune opere di artisti all'avanguardia. Uno di questi artisti, Javier Scordato, argentino, ha pensato bene di dedicare un dipinto ai due fucilieri del S.Marco Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Si vedono i due militari italiani rappresentati come due Madonne e sullo sfondo dei ritagli di giornali indiani. E si legge pure una didascalia:"MARO'nna della Torre pendente, della giustizia e MARO'nna del VII°Girone infernale. Sul sito web della mostra si legge inoltre:"Invecchiano, si ammalano e piangono sangue lontano dalla loro patria, dai loro altari, e dall'abbraccio dei loro immorali fedeli".  Un insulto insomma a tutti gli italiani che dimostrano solidarietà ai  due militariL'opera è un vero e proprio oltraggio nei confronti dei due fucilieri del S.Marco che innocenti, dopo tre anni e mezzo sono ancora in attesa di giustizia. Ma forse questo il grande artista argentino autore di quest'opera se lo è proprio SCORDATO. Infuria la polemica contro il sindaco di Torino Piero Fassino:come ha potuto autorizzare l'esposizione di un'opera simile? Pronta la sua risposta:"("Il dipinto)non corrisponde al sentimento della città di Torino, che in più occasioni ha espresso vicinanza ai nostri marò, auspicando una soluzione che permettesse di riportarli a casa il prima possibile". Vada a spiegarlo ai due fucilieri del S.Marco che se non fossero militari e costretti al rispetto delle regole quel dipinto all' artista argentino nonchè al sindaco Fassino gliel'avrebbero tirato in testa.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C.
scrivi un commento

commenti

Max 11/14/2015 21:55

A me sto grande artista argentino mi pare davvero uno scordato! Il prezzo della democrazia, la libertà di ogni individuo, la bizzarria dell'arte, quello che non sopporto è che Max e Salvo siano stati "condannati" in modo sommario da chi non ne ha l'autorità, a loro danno non c'e neanche un capo di accusa formale, come anche e più ancora, che il primo cittadino di Torino abbia balbettato qualcosa soltanto in un seconda battuta perché è scoppiata l'inevitabile polemica.

174VAM 11/10/2015 23:23

sicuramente all'ill.mo sig sindaco sarà sfuggito il "significato" di tale "opera d'arte"