Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 dicembre 2015 4 17 /12 /dicembre /2015 18:16
Roma:il marò Latorre si ribella e protesta

Una foto completamente nera postata come foto del suo profilo su Facebook:questa la forma protesta e di ribellione del fuciliere del S.Marco, Massimiliano Latorre. Protesta e ribellione contro il governo che dopo tre anni e mezzo non ha fatto nulla per risolvere il caso dei due fucilieri del S.Marco Massimiliano Latorre e Salvatore Girone(innocenti), ancora in attesa di essere giudicati per l'uccisione di due pescatori indiani. Quella foto completamente nera del suo profilo FB simboleggia il buio, l'oscurità della dimenticanza che avviluppa la sorte dei due militari italiani. Un buio che dopo tre anni e mezzo diventa sempre più fitto e si contrappone alla luce, la luce del Natale al quale ormai manca una manciata di giorni. Un Natale che sarà amaro soprattutto per Salvatore Girone. Girone infatti, si trova ancora in India. Dai politici del governo italiano si sono sentite le solite parole di circostanza e c'è stata la richiesta al Tribunale dell'Aja per far rientrare il militare italiano in patria per Natale.

Ma per momento di concreto si sa solo che il Tribunale deve ancora esaminare la richiesta italiana. Chissà quanto tempo passerà ancora prima di ricevere una risposta. Latorre invece, si trova si trova in Italia ancora in convalescenza per i postumi di un'ischemia che lo aveva colpito mentre si trovava in India. Sul web era anche circolata la notizia della liberazione dei due fucilieri del S.Marco, poi rivelatasi una clamorosa bufala.

La realtà è che due militari italiani innocenti sono stati dimenticati e il buio assoluto della foto postata da Massimiliano Latorre non rappresenta solo l'oscurità, la tristezza la rabbia per essere stato tradito dallo stato al quale ha giurato fedeltà. Rappresenta anche il buio fitto che avvolge l'intera vicenda con prove a favore dei due militari italiani fatte sparire da una manina misteriosa, tracciati radar che ricostruivano l'esatta posizione delle imbarcazioni al momento del fatto, chiuse in un cassetto, il mistero di quelle importazioni di amianto dall'India all'Italia, solo per citarne qualcuna. Arrivati a questo punto ci vorrebbe davvero un miracolo per arrivare alla liberazione dei due fucilieri del S.Marco e alla risoluzione di questa triste e vergognosa vicenda. Si può solo sperare e augurarsi un miracolo di Natale, con la luce della speranza e della verità a sconfiggere il buio della dimenticanza e del mistero.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C.
scrivi un commento

commenti