Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 gennaio 2016 1 18 /01 /gennaio /2016 20:15
Roma:Girone rientrera' in Italia?A marzo la decisione

Continua la lunga attesa per la sorte dei due fucilieri del S.Marco Massiliano Latorre e Salvatore Girone. Un primo risultato positivo, è stato il prolungamento del periodo di convalescenza per Massimiliano Latorre.  Potrà restare in Italia per curarsi fino al 30 aprile. E' di oggi invece la notizia che il 30 e il 31 marzo, ci sarà l'udienza al Tribunale dell'Aja che esaminerà la richiesta italiana di poter far rientrare in Italia Salvatore Girone, che si trova ancora in India. Una speranza che forse potrebbe diventare realtà, come ha affermato Massimiliano Latorre all'Ansa:"L'aspettativa più grande è che anche Salvatore possa attendere in Italia la decisione del Tribunale dell'Aja, in modo da poter riacquistare tutti un minimo di serenità".

Sono infatti passati ormai quasi quattro anni da quella notte del febbraio del 2012, quando i due fucilieri del S.Marco vennero accusati ingiustamente di avere ucciso due pescatori indiani avendoli scambiati per pirati, al largo delle coste del Kerala. Da allora è iniziata una interminabile attesa fatta di continui rinvii per un processo che pare non debba mai andare in porto. Quattro lunghissimi anni e siamo di nuovo al punto di partenza. Perché a parte il prolungamento del periodo di convalescenza per Latorre e le rassicurazioni del governo italiano, che afferma che sta facendo di tutto per risolvere al più presto il caso, è tutto in alto mare.

Adesso l'attesa è per il mese di marzo:solo allora il Tribunale dell'Aja esaminerà la richiesta italiana, che era stata inoltrata a dicembre. Davanti a questo lunghissimo periodo di tempo la soluzione più rapida ed efficace resta sempre quella di un blitz, o di un'operazione dell'intelligence con la quale si potrebbe far rientrare Girone in Italia. Con i fatti non di  certo con le parole si ottengono i risultati.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C.
scrivi un commento

commenti