Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 febbraio 2016 1 15 /02 /febbraio /2016 21:55
Roma:la moglie di Girone:"Salvatore è innocente"

Con oggi sono passati esattamente quattro anni da quella sera del febbraio 2012. Quella sera nella quale Massimiliano Latorre e Salvatore Girone mentre svolgevano il loro servizio di antipirateria sono stati accusati ingiustamente di avere ucciso due pescatori indiani. Quattro anni nei quali i diversi governi non hanno fatto niente per risolvere questa vicenda vergognosa. Quattro lunghi anni di sofferenze anche per le famiglie di questi due militari italiani:mentre Massimiliano Latorre si trova in Italia per proseguire le cure all'ictus che lo aveva colpito in India, Salvatore Girone si trova ancora in India. Vania Ardito, la moglie di Girone, in un'intervista al "Giornale" descrive questa dificile situazione:"Per noi ogni giorno è difficile. Mio marito è ingiustamente privato della libertà. Molte cose non hanno funzionato in questi quattro anni, visto che Salvatore è ancora in India. Non solo oggi, ma ogni giorno ci dice che vuole tornare a casa dalla sua famiglia".

Vania ribadisce l'innocenza del marito:"(...)in 19 anni di servizio non ha mai fatto alcun male, di questo sono certa. Salvatore proclama la sua innocenza e io gli credo.Nessun uomo può essere ritenuto colpevole e condannato se prima non si sono esauriti tutti i gradi di giudizio.Nei confronti di Massimiliano e Salvatore non è neppure stato emesso un capo di accusa, e in ogni caso il processo a loro carico non si deve celebrare in India ma in Italia."

Nonostante tutto Vania ci spera che Salvo possa rientrare in Italia:"Siamo molto speranzosi che la Corte arbitrale possa dare l'opportunità a Slavatore di rientrare temporaneamente in Italia fino a quando la disputa sarà definitivamente conclusa." E la speranza di un ritorno definitivo in Italia è anche la speranza di tutti gli italiani che non hanno mai dimenticato i due fucilieri del S.Marco, degli italiani che ogni giorno scrivono post di incoraggiamento sulle bacheche Facebook dei due militari, degli italiani che con tante iniziative come quelle del gruppo"#Iosonomarò" attivi su Twitter, si danno da fare per non far scendere il silenzio su questa scandalosa ingiustizia.

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Marò
scrivi un commento

commenti