Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 maggio 2016 7 08 /05 /maggio /2016 20:45
Afghanistan:medaglie al valore a 5 militari italiani

Ci sono italiani che ci rendono orgogliosi di esserlo.Cinque di questi sono i militari dell'esercito che si sono contraddistinti in operazioni pericolose durante la loro missione in Afghanistan. Per questo sono stati insigniti delle al valore dell'esercito,alcuni giorni fa in occasione del 155°Anniversario della costituzione dell'Esercito a Roma,presso l'ippodromo militare"Gen.Pietro Attanasio"di Tor di Quinto. Le storie di questi militari,sono storie di uomini che ogni giorno svolgono il proprio lavoro con dedizione,passione e sprezzo del pericolo quando si tratta di proteggere e salvare vite umane,anche a costo della loro. Come il Capitano Fabio D'Andria(medaglia di bronzo),del Genio Guastatori"nel corso di un pattugliamento congiunto con un'unita'dei Bersaglieri, a seguito di un'imboscata,reagiva efficacemente coordinando il fuoco dei propri mezzi militari inibendo l'attacco diretto alle postazioni italiane.Con assoluto coraggio,disponeva o propri assetti a tergo della colonna,consentendo all'intero dispostivo di riorganizzarsi e procedere in sicurezza all'esfiltrazione dell'area".

Era il 5 gennaio del 2014 a Shindand,quando un Chinook fa sbarcare a terra un gruppo di incursori italiani ed afgani.Ma non fanno in tempo a mettere piede a terra che su di loro si scatena l'inferno. Vengono attaccati dagli "insurgents". Sembra la scena di un film di guerra ma e'la realta della guerra afgana. Il Capitano pilota Raffaele Aruanno(medaglia d'oro),del 186°Reggimento Paracadutisti Folgore"bersagliato dal violento fuoco nemico,con coraggio e lucidissima determinazione e a rischio della propria vita,si accertava in prima persona che nesduno dei militari sbarcati rimanesse sul terreno e manovrava il proprio elicottero,gravemente danneggiato,consentendo l'evacuazione dei feriti a bordo" . Intanto il Capitano pilota Paolo Giangregorio(medaglia d'oro)"con mirabile lucidita'e sangue freddo,manteneva il controllo dell'aeromobile ed avuta conferma del recupero d tutto il personale gia'a terra,sprezzante del pericolo, iniziava la manovra di decollo, consentendo con il proprio ardito operato l'immediata evacuazione dei feriti a bordo".

Il Sergente Alessio Carducci(medaglia d'argento),mitragliere di bordo di elicottero da trasporto, impiegato nell'operazione di infiltrazione delle Forze Speciali Italiane ed afgane,durante la fase di sbarco, "subiva un attacco con armi portatili che lo avevano appena lambito e di una copiosa e pericolosa perdita di olio idraulico che lo investiva in pieno sulla rampa,si esponeva a manifesto rischio della propria vita,trascinando fisicamente all'interno dell'elicottero i propri commilitoni". Il Caporale Maggiore Capo Scelto Antonio Garzia(medaglia d'argento)mitragliere di bordo di elicottero da trasporto, "impegnato nell'operazione di infiltrazione delle Forze Speciali Italiane ed afgane,nonostante l'aeromobile venisse bersagliato da pesante fuoco nemico,con coraggio e chiaro sprezzo del pericolo, forniva fuoco di copertura a protezione del lato sinistro del velivolo, mantenendo audacemente la posizione. Esperto militare che esponendosi con il proprio temerario operato a manifesto rischio della propria vita, assicurava il reimbarco del personale dispiegato sul terreno,dimostrando altissima professionalita',ardimento'e profondo attaccamento al dovere".

Il Primo Maresciallo luogotenente,Davide Macrelli in forza al Col Moschin,a Shindand"il 22 settembre 2013, "guido'un'operazione con conflitto a fuoco, di Incursori italiani delle Forze speciali e militari afgani per bonificare alcune abitazioni di un villaggio dove si erano nascosti dei ribelli, catturandoli". Le storie di cinque militari italiani in azione durante la loro missione in Afghanistan, sono storie di coraggio e di sacrificio che oggi piu'che mai, ci rendono davvero fieri e orgogliosi di essere italiani.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti