Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
31 marzo 2017 5 31 /03 /marzo /2017 17:27
Cagliari:poliziotti si ribellano al riordino delle carriere militari

Hanno manifestato la loro disapprovazione contro il riordino delle carriere militari:sono i poliziotti del SAP, che ieri in tutta Italia si sono astenuti dal lavoro per tre ore, riunendosi in assemblea e a Cagliari facendo volantinaggio sotto gli uffici di Polizia della Provincia."Riordino Day"questo il nome dato alla manifestazione di protesta di ieri.

 Ma perchè i poliziotti si oppongono al riordino delle carriere militari? Le loro motivazioni sono state spiegate da Luca Agati Segretario Provinciale del SAP di Cagliari:“Nonostante abbiamo apprezzato lo sforzo economico compiuto dall’esecutivo, non possiamo non avversare, in tutti i modi concessi dalla legge, questo provvedimento che non è un riordino, ma si può definire un’operazione di riparametrazione degli stipendi figlia dell’enorme miopia del governo precedente che, per assicurarsi consenso elettorale, decise di investire nel bonus degli 80 euro di lavoro nero legalizzato non rilevante ai fini pensionistici e previdenziali.

Il bonus sparirà dalle buste paga a settembre”, spiega il segretario provinciale di Cagliari Luca Agati “e per compensare questa perdita e riparametrare gli stipendi, serviranno oltre 800 milioni di euro dei 927 stanziati da governo, che saranno investiti, quindi, in un’operazione che nulla a che vedere con i processi di carriera. L’unico dettaglio”, sottolinea Agati “è che il miraggio degli 80 euro svanirà definitivamente, perché questa cifra, una volta resa strutturale e quindi alleggerita del 60,2% di trattenute, si trasformerà in 32 euro circa di aumento di stipendio.

Si tratta, quindi, di una grande occasione gettata alle ortiche, mentre, negli ultimi giorni, stanno circolando informazioni false e fuorvianti da parte di chi è politicamente interessato a sostenere questo riordino inutile”, aggiunge il segretario provinciale di Cagliari“. Il provvedimento si può ancora cambiare e noi abbiamo già pronta una proposta per consentire di rivedere l’intero progetto”.

"Oltre a croniche e preoccupanti carenze di personale che colpiscono la nostra provincia che si scontrano con un graduale aumento della microcriminalità e le dinamiche legate agli sbarchi, siamo costretti a vedere le nostre speranze di carriera spezzate da meccanismi politici che poco hanno a che vedere con le dinamiche che caratterizzano la nostra professione. L'età media in città é molto alta e grazie a questo sistema malato, si rischia di non dare sbocchi di carriera ai giovani colleghi che lentamente stanno sostituendo i molti pensionati".

 

Cagliari:poliziotti si ribellano al riordino delle carriere militari

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti