Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
13 marzo 2012 2 13 /03 /marzo /2012 18:04

Dopo la strage di civili compiuta da un militare USA nei giorni scorsiafghanistan contingente ISAF respinge attacco dei talebani, è allerta nelle basi italiane. Il ministero della difesa ha incrementato il numero di uomini posti a difesa delle basi. Si temono attacchi da parte dei talebani come vendetta per la strage di civili, e proprio di vendetta parlano i talebani, vendetta contro"i selvaggi americani malati mentali". Ci si aspetta un'altra ondata di violenza come quella seguita al rogo del Corano. Le basi più esposte ad eventuali attacchi sono quelle che da sempre si trovano in prima linea:Gulistan, Bala Murghab sono da sempre gli avamposti più a rischio di attacchi da parte degli"insurgents". Ma anche le zone di Herat e di Kabul sono a rischio di attacchi. Qui infatti si trovano gli edifici delle principali sedi istituzionali del paese e il quartiere generale dell'ISAF. Il ministero dell'interno da sempre ritenuto sicuro perchè molto protetto, è stato invece obiettivo di un attacco da parte dei talebani tempo fa. I militari italiani sono impegnati da sempre a costruire anche un rapporto di fiducia e di rispetto con le popolazioni afgane dei villaggi durante le loro operazioni quotidiane, e da sempre il popolo afgano rispetta i militari italiani, soprattutto per la loro umanità e la loro facilità di entrare in empatia con queste popolazioni. Una dote questa, che viene riconosciuta ai militari italiani  anche dai loro colleghi degli altri contingenti. Un lavoro quello dei militari italiani che adesso, dopo la strage di civili attuata dal militare USA, potrebbe esser compromesso dalla diffidenza maturata negli afgani proprio alla luce di questo terribile episodio.  

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti