Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 giugno 2013 7 09 /06 /giugno /2013 16:15

afghanistan il capitano la rosa si sarebbe potuto salvare,iIeri i talebani avevano rivendicato l'attentato contro i militari italiani sostenendo che fosse stato un bambino di 11 anni a lanciare la granata all'interno del Lince. Oggi il Ministro degli Esteri Emma Bonino intervenendo al programma"In mezz'ora"di Lucia Annunziata afferma che :"Da contatti con il  Ministro della Difesa Mauro emerge che l'attentato sarebbe stato realizzato da un adulto". "E' in corso un'inchiesta ed è saggio attenderne i risultati" Ha affermato il Ministro della Difesa. Tante le cose da chiarire:perchè i Lince hanno rallentato, come è stato possibile che un ragazzino o un uomo si siano potuti avvicinare così tanto al blindato e lanciarvi una granata all'interno? Non fa nessuna differenza se quella granata lanciata all'interno del Lince si stata lanciata dalla mano di un bambino o di un adulto. Resta il fatto che  un altro militare italiano ha trovato la morte in Afghanistan. Una morte eroica dato che il Capitano La Rosa si è frapposto tra l'ordigno e i suoi compagni, salvando loro la vita. Ma l'interrogativo è un altro:il Capitano si sarebbe potuto salvare? Forse sì, perchè a quanto pare il Lince non è un mezzo poi così tanto sicuro. E' vero tante volte ha salvato la vita a tanti militari ma presenta dei punti deboli.(vedi intervista esclusiva alla "sottilelinearossa"nell'articolo: Roma:il Lince è pericolosissimo, le rivelazioni di un maresciallo dell'esercito).  Un punto debole è la torretta scoperta. E lo dice anche Antonio Sanna, padre del Caporal maggiore Luca Sanna morto in missione in Afghanistan nel gennaio di due anni fa, in un suo breve intervento, su "La Repubblica" di oggi. Parla di un dispositivo che ha la funzione di controllare la mitragliatrice con un Joystick evitando così di avere un'apertura sulla parte superiore del Lince, quella dove è posizionato il rallista."Perchè non lo si applica? A me hanno portato via un figlio, vedere altro dolore mi fa male. Il modo migliore per onorare la memoria della vittima è portare avanti il lavoro, ma questi ragazzi devono essere protetti. Chi si prenderà la responsabilità di dire ai genitori che Giuseppe si sarebbe salvato, se lo Stato avesse speso qualche migliaio di euro per chiudere le torrette del Lince? Come possono chiamare il Lince un "blindato"se un ragazzino di 11 anni riesce a infilarci una bomba dentro?" Gli interrogativi del padre del Caporal maggiore Luca Sanna fanno riflettere. Tanti soldi spesi per una missione:ma siamo sicuri che vengano spesi per garantire la sicurezza dei militari? Se la torretta del Lince fosse stata coperta forse il Capitano La Rosa si sarebbe potuto salvare. Il Lince infatti dopo l'esplosione si è potuto rimettere in marcia per fare rientro alla base.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti