Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
20 febbraio 2015 5 20 /02 /febbraio /2015 19:29

brigata-julia-parte-x-afghanistan1.jpgDopo la partenza del Primo Reggimento"Antares" dell'AVES, oggi è la volta del contingente della "Brigata Julia Multinational Land Force" che parte per l'Afghanistan.Anche per gli alpini la destinazione è Herat.La Julia parte al comando del Generale di Brigata Michele Risi, che è anche il Comandante della Multinational Land Force."L'ISIS è una minaccia seria, e ci sono evidenze anche di una possibile presenza in Afghanistan, dove in questo momento è tuttavia limitata, perchè le forze afgane di sicurezza sono schierate al nostro fianco per poterne contenere l'espansione"ha affermato il Generale Michele Risi, durante la cerimonia di saluto alla Brigata in partenza da Udine. Il Generale, guiderà la missione e il TAAC-West e parlando delle missioni precedenti ha tracciato un bilancio più che positivo dei risultati che sono stati conseguiti. Oggi al posto di un paese distrutto, c'è un paese più sicuro e con più fiducia verso il futuro:"(...)il paese ha istituzioni più forti che vengono elette democraticamente, ha un esercito di 1.500 uomini e forze di sicurezza sufficentemente efficienti." Inoltre mentre prima l' aspettativa di vita per un afgano era di 40 anni adesso è di 61 anni.Ma qual'è l'obiettivo della missione della Julia in Afghanistan?(...)E' anche evitare che i comandi regionali afgani possano finire, dopo la nostra partenza, nelle mani dei"signori della guerra"e questo si ottiene favorendo la creazione nel paese di un esercito con una propria identità nazionale forte, attraverso il colllegamento e la collaborazione tra i diversi comandi regionali". Anche questa volta alla Julia spetta una missione davvero delicata, ma non c'è dubbio che ancora una volta, le penne nere la sapranno portare a termine brillantemente, distinguendosi  come sempre, per la loro preparazione e la loro elevata professionalità.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti

Max 02/21/2015 12:44


Penso che i soldati italiani, assieme ai loro comandanti, siano molto più capaci dei politici che abbiamo! Sono convinto che la Brigata Julia non si risparmierà per svolgere al meglio il
delicatissimo compito che le è stato affidato. 


E chissà, un incontro tra talebani e isis potrevve avere le caratteristiche di una fusione dei nuclei...