Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 maggio 2013 4 02 /05 /maggio /2013 12:17

Erano nascosti tra le vallate impervie delle montagne afgane della provincia di Farah, i ripetitori delle antenne delle quali si servivano i talebani per le loro comunicazioni tra le varie province allo scopo di posizionare i micidiali IED per attaccare sia le forze della coalizione che i civili. Sono stati ditrutti. Due dei ripetitori erano stati individuati durante delle ricognizioni aeree ed erano stati poi distrutti con il fuoco diretto dei cannoni a canne rotanti da 200 mm di quattro elicotteri A-129 Mangusta della "Task Force Fenice", sotto il controllo degli Acquisitori  obiettivi a bordo di due elicotteri NH-90, hanno confermato la posizione dei ripetitori e verificato che non ci fossero civili nella zona per evitare danni collaterali.  Un terzo ripetitore radio è stato distrutto con armamento a guida GPS da una coppia di velivoli AMX in forza al "Task Group "Black Cats" della Joint Air Task Force(JATF)dell'Aeronautica Militare. L'autorizzazione allo sgancio è stato dato dagli operatori della"Victor":hanno trasmesso le immagini da un velivolo a pilotaggio remoto"Predator"del Task Group "Astore" della JATF  e hanno controllato che nella zona non ci fossero civili.  La distruzione dei ripetitori radio è senza dubbio un duro colpo inferto ai talebani. L'operazione congiunta dei militari italiani è stata portata a termine in modo impeccabile e ha visto dispiegati sul campo unità dell'Esercito e dell'Aeronautica del Rc-West,  tra di queste la "Task Victor"formata da operatori del 185°Reggimento Paracadutisti Ricognizione Acquisizione Obiettivi(RAO)"Folgore",unità inquadrata tra le Forze per operazioni speciali dell'Esercito Italiano. La Task Force "Fenice"composta da personale del 5°Reggimento AVES "Rigel"di Casarsa della Delizia utilizza elicotteri Ch-47 Ckinnok,, NH-90, e i Mangusta. Questa operazione condotta dai militari italiani serve anche a dare fiducia alla popolazione locale e rendere più sicuro il territorio ma è anhe la dimosrtrazione della capacità della forze di sicurezza locali del raggiungimento di una maggiore autonomia nel contrastare gli"insurgents"grazie anche all'addestramento ricevuto dal contingente italiano.afghanista-amx-italiani-entrano-in-azione-distruggendo-ante.jpg

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti