Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 marzo 2014 1 10 /03 /marzo /2014 17:31

afghanistan-militari-italiani-inaugurano-il-giardino-delle-.jpg"La rinascita del paese è soprattutto nelle mani delle donne e passa simbolicamente anche attraverso questi momenti che vedono l'Italia sempre protagonista nel promuovere questo genere di iniziative volte a sostenere il ruolo della donna come soggetto attivo nell'ambito della società afgana":queste le parole del Generale Manlio Scopigno, Comandante del Rc-West, durante la cerimonia d'inaugurazione del lungo viale realizzato dai militari italiani a Herat, e costruito da maestranze locali. Un viale che porta al"Giardino delle donne", un luogo sicuro dove le donne afgane che sono riuscite a sottrarsi da situazioni difficili ora potranno vivere con serenità trovando un rifugio sicuro in questo giardino.Il viale è stato realizzato dal PRT con i fondi del  Ministero della Difesa ed è stato inaugurato l'8 marzo, giorno della festa della Donna."Questo bellissimo viale faciliterà l'accesso ad un luogo dove le donne potranno ritrovarsi per scambiare opinioni o semplici chiacchere oppure ancora sorseggiare un tè e far giocare i propri figli"ha affermato Mahoba Jamshidi Capo del Dipartimento per gli Affari Femminili della provincia di Herat.Alla cerimonia di inaugurazione oltre al Generale Manlio Scopigno, erano presenti anche il governatore della provincia di Herat, e i funzionari della Cooperazione Italiana allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri della provincia di Herat, che hanno regalato e piantato alcuni alberi. Un viale che diventa il simbolo della speranza e della possibilità di un riscatto da situazioni difficili e drammatiche nelle quali vivono molte donne afgane.Una speranza in un momento ad alta tensione come quello delle elezioni in vista del 5 aprile.E' infatti di oggi la notizia che i talebani entreranno in azione allo scopo di disturbare queste elezioni così importanti per la futura stabilità di questo paese.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti