Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
5 febbraio 2013 2 05 /02 /febbraio /2013 16:15

afghanistan-operazione-naweed3-4.jpgE' durata 4 giorni, ha visto entrare in azione i militari italiani della Transition Support Unit Centre, su base 3°Reggimento Alpini di Pinerolo, e più di 2.000 uomini delle forze di sicurezza afgane nel distretto di Shindand. Si è conclusa la settimana scorsa l'operazione"Naweed 3". Durante la prima fase dell'operazione ci sono state delle perquisizioni e l'arresto di sette sospetti nel villaggio di Serbandam.Le persone arrestate facevano parte di una cellula di "insurgents"molto attiva nella zona. I militari hanno sequestrato inoltre armi e munzioni. Nella seconda parte dell'operazione c'è stato anche uno scontro a fuoco tra "insurgents"che hanno sparato contro i militari afgani uccidendone quattro, altri due afgani restavano feriti, ma grazie al tempestivo intervento dei militari italiani della Task Force 45, venivano subito trasportati all'ospedale da campo di Shindand per ricevere le prime cure. Lo scontro a fuoco avveniva mentre i militari afgani si stavano dirigendo verso il villaggio di Baghirabad. L'operazione si è conclusa con l'arresto di un"insurgent" individuato proprio mentre stava piazzando uno IED. Sono stati sequestrati inoltre 4 fucili, 12 caricatori, 15 ordigni di vario tipo, equipaggiamento di tipo paramilitare e dei documenti. Un' altra operazione invece ha visto entrare in azione i militari italiani della Transition Support Unit South su base 9°Reggimento Alpini dell'Aquila, che hanno fornito il loro supporto alla polizia afgana. Durante l'operazione è stata anche disinnescata una bomba dagli artificieri afgani con il supporto degli specialisti della Task Force Genio italiana. L'ordigno rudimentale era stato piazzato proprio sulla strada percorsa dalla pattuglia di militari.

Condividi post
Repost0

commenti