Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 settembre 2011 4 01 /09 /settembre /2011 16:10

afghanistan parà della folgore distribuiscono aiuti umanitGli abitanti del villaggio di Barghanà sono stati davvero felici durante la dsitribuzione degli aiuti umanitari da parte dei parà del 186°Reggimento della Folgore, avvenuta qualche giorno fa. E grande soddisfazione c'è  stata anche fra gli stessi parà. Il fatto di avere distribuito questi aiuti, significa che la popolazione ha fiducia nei militari italiani e nelle forze di sicurezza afgane. Un elemento essenziale, quello della fiducia degli abitanti della popolazione per riuscire a portare avanti il procersso di transizione. I generi alimentari e non, sono stati racolti dagli Alpini dell'Ana di Brescia, il cui Presidente è Davide Forlani. Aiuti che sono stati raccolti facendo appello anche ai cittadini bresciani che hanno risposto in tanti. La raccolta di aiuti umanitari  rientra all'interno dell'"Operazione Tridentina Avanti", istituita nel 2001, con la quale gli Alpini si erano già attivati per aiutare le popolazioni dei Balcani. Questa operazione fornisce un sostegno alle popolazioni bisognose. La raccolta di aiuti avviene periodicamente e si basa sulle esigenze che vengono segnalate dal 186°Reggimento Folgore e dal 5° Alpini. Il progetto di distribuzione di aiuti umanitari è iniziato nel mese di febbraio da quando il Reggimento Paracadutisti della Folgore  si trova alla guida  della Task Force South, nel distretto di Bakwa, ed è un progetto che si avvale della cooperazione del  personale militare, civile, delle autorità afgane e delle comunità locali. Sono stati distribuiti aiuti alimentari a 70 famiglie e 40 farm kit, ovvero dei kit contenenti utensili per la coltivazione del terreno, dato che l'agricoltura in Afghanistan è la principale fonte di sussistenza."Le persone che hanno ricevuto questi aiuti sono tra le più povere del villaggio e sono state selezionate in modo equo dalle autorità locali"così hanno affermato i parà in  missione". La distribuzione di aiuti  umanitari a queste popolazioni rappresenta per loro una piccola speranza di ritorno ad una vita normale. Una vita lontana dalla guerra. Quando gli abitanti di Barghanà, ma anche  tutto il popolo afgano potranno davvero ritornare a vivere una quotidianità all'insegna della tranquillità dove finalmente regna la pace, dove la guerra e gli attentati degli"insurgents"saranno solo un brutto ricordo?Ci si augura  davvero molto prima del 2024.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti