Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 dicembre 2013 3 04 /12 /dicembre /2013 17:54

afghanistan-passaggio-di-consegne-alla-italian-air-advisory.jpg"In Shindand, uomini e donne di diverse nazionalità, cultura e formazione lavorano insieme per un obiettivo chiaro e condiviso:costruire le basi di un futuro migliore e sicuro per l'Afghanistan"con queste parole il Colonnello pilota, Luca Vitali Comandante dell'Italian Advisor Team, dopo 7 mesi ha ceduto il comando al Colonnello Ivan Mignagna. Nel suo discorso il Colonnello Vitali, ha inoltre voluto sottolineare la collaborazione tra americani e ungheresi allo scopo di costruire un'aeronautica militare afgana indipendente e pienamente operativa  e che proprio questo "è stato il vero valore aggiunto della missione".  Al Comandante subentrante è stato anche consegnato lo stendardo. Alla cerimonia era presente il Colonnello Franco Merlino, Comandante della Transition Support Unit-Center di Shindand, che rappresentava il Generale Michele Pellegrino, Comandante delRc-West, il comando multinazionale su base Brigata Meccanizzata "Aosta"operante nell'area occidentale dell'Afghanistan. La missione del team di Advisors italiani continua. Il team è composto da 35 tra ufficiali e sottufficiali che provengono da diversi reparti dell'Aeronautica Militare Italiana e si occupano dello sviluppo  delle abilità tecniche e professionali  e delle capacità gestionali  di uno stormo di volo, dell'attività addestrativa ovvero di operazioni aeree, fire fighting,  ma anche  di gestione amministrativa e finanziaria , di  gestione delle infrastrutture maintenance, food service, previsioni metereologiche, force protection, billeting, e medical clinic. 

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti

Massimo 12/06/2013 19:22


Ok, tutto giusto e
comprensibile, però non è proprio tutto così...ho fatto il servizio di leva a Milano al Quartier Generale della Prima Regione Aerea A.M. ed ero al servizio di due marescialli (di sicuro non tutti
sono come loro) ed ero addetto alla mensa dei marescialli (circa 600 coperti a pranzo e un centinaio a cena)... lasciatemi dire che quei marescialli erano peggio dei politici forme di parmigiano,
cosce di prosciutto, vino ecc. sparivano in continuazione senza sapere dove (eravamo addetti a tutto dalla spesa al servizio alla pulizia quindi sapevamo benissimo cosa era avanzato e cosa c'era
in magazzino!), per non parlare dei soldi sottratti dalla cassa dai marescialli addetti alla mensa per andare a vedere il cinema o uscire con l'amante o peggio ancora per mandare i militari di
leva in farmacia a comprare i profilattici perché loro si vergognavano!

Alessandra C. 12/08/2013 13:27



Ciao Massimo, grazie per la tua testimonianza.Le mele marce ci sono in ogni categoria purtroppo.