Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
28 aprile 2011 4 28 /04 /aprile /2011 18:24

E' ufficiale:i Tornado italiani oggi hanno portato a termine la loro prima missione, bombardando obiettivi scelti nei pressi di Misurata. Sono decollati dalla Base di Trapani Birgicaccia italiani 1, unendosi alla missione internazionale nell'ambito della NATO. I Tornado italiani entrati in azione, avevano in dotazione un armamento costituito da missili di precisione nonchè da strumentazione di precisione, per colpire degli obiettivi selezionati. I missili sono stati sganciati su obiettivi scelti nei pressi della città di Misurata. Intanto il Ministro della Difesa La Russa, durante un suo intervento in Parlamento, ha affermato che :"Il governo italiano ha messo a disposizione 12 caccia che partiranno tutti dalla Base di Trapani Birgi." Continuano gli scontri a Misurata:nel pomeriggio ci sono state violente esplosioni nella capitale, dopo che la città era stata sorvolata da velivoli della NATO. In altre zone della Libia, continuano i combattimenti tra le truppe di Gheddafi e i ribelli. Il Ministro degli Esteri Frattini, ha sottolineato che:" L'obiettivo non è di stanare Gheddafi, ma di proteggere le vite di migliaia di civli innocenti.Abbiamo visto a Misurata, una città martire. a Zindan, ospedali pediatrici bombardati, decine di migliaia di feriti, non possiamo voltare la testa". Ma è anche vero che la decisione di bombardare la Libia è stata presa dal Premier senza che questo si consultasse con qualcuno, e crescono il dissenso e i dubbi sulla necessità e la decisione affrettata di bombardare la Libia. Fino a poche settimane fa, anche lo stesso Ministro della Difesa La Russa era contrario a  bombardare. I dubbi  aumentano ogni giorno sempre di più, non solo tra i politici ma anche tra l'opinione pubblica, la gente comune si chiede: davvero era necessario entrare in azione con i Tornado armati di bombe? Si poteva evitare questa decisione improvvisa? Evidentemente nessuno dei politici ha pensato alle conseguenze dell'intervento armato italiano in Libia: la prima delle quali sarà sicuramente un'altra invasione di profughi e sfollati verso l'italia, un maggiore rischio di attentati  nei confronti del nostro paese, e in Libia forse un incremento di morti proprio tra i civili. L'unica cosa che resta da fare è sperare che le bombe dei Tornado siano davvero"intelligenti" e colpiscano solo gli obiettivi selezionati. 

Condividi post
Repost0

commenti