Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
19 marzo 2011 6 19 /03 /marzo /2011 18:24

caccia-in-volo-1.jpgSecondo fonti militari francesi, in queste ore velivoli francesi stanno sorvolando Bengasi e il territorio libico in missione di ricognizione. I "Rafale" francesi hanno il compito di impedire attacchi aerei delle truppe di Gheddafi sulla città di Bengasi, dalla quale in queste ore la popolazione sta fuggendo in massa. Bengasi da stamattina infatti, è sotto l'attacco del leader libico, i morti dìsarebbero 25, anche se gli insorti affermano di essere riusciti a contrastare l'attacco di Gheddafi. I "Rafale"francesi sono decollati dalla Base di Saint Dizier poco dopo mezzogiorno, oltre alla ricognizione hanno compiti di bombardamento e di difesa aerea, fin ad ora nella loro missione di ricognizione i velivoli non hanno subito nessun attacco o ad azione ostile. Intanto c'è grande movimento anche sul fronte italiano dei preparativi per l'attacco contro la LibiaIl cacciatorpediniere della Marina Militare Andrea Doria incrocia in queste ore nel Canale di Sicilia con compiti di difesa aerea da attacchi missilistici. Deve difendere infatti le altre unità che sarano impegnate a contrastare il dittatore libico, e anche il territorio italiano. Per questo la Marina Militare Italiana schiera anche la portaerei Garibaldi che in queste ore si trova nei pressi di Augusta, imbarca 6 caccia AV-8, e 5 elicotteri, oltre alla nave rifornitrice Etna, al pattugliatore Libra, che si trova attualmente al largo delle coste della Cirenaica, con un carico di aiuti umanitari, la Fregata Euro a protezione del pattugliatore. La Fregata Euro ed il Pattugliatore Etna fanno parte della flotta NATO Snmg1. Pronti anche i Tornado italiani, rischierati a Trapani. Si tratta dei Tornado ECR di Piacenza, che sono specializzati nella distruzione delle difese missilistiche e dei radar, e i Tornado di Ghedi(Brescia)con capacità di attacco. Nella Base di Trapani sono già schierati anche i Caccia F-16, e aerei radar AWACS della NATO, nonche aerei per il rifornimento in volo. Nel Mediterraneo in queste ore si stanno schierando anche le unità navali americane che saranno impegnate a bombardare la contraerea e le piste di atterraggio degli aeroporti e delle basi libiche. L'impiego delle unità navali americane rientra all'interno del'operazione volta alla creazione della no fly zone  sui cieli libici. I raids verranno effettuati anche dai velivoli di altri paesi europei come la Francia, la Gran Bretagna, la Danimarca, e gli Emirati Arabi Uniti. Velivoli di queste nazioni infatti in queste ore stanno convergendo verso le basi militari italiane e intorno all'Italia. Si prepara all'attacco anche una base militare francese dislocata in Corsica nella quale in queste ore, si stanno radunando velivoli provenienti da Francia, Gran Bretagna e Emirati Arabi Uniti.  Il comando e il controllo dell'intera operazione militare sarà affidato agli Usa che hanno la loro base operativa a Napoli. Al termine del Vertice sulla Libia a Parigi ha affermato che:"Gheddafi è ancora in tempo per evitare il peggio conformandosi senza ritardi a tutte le richieste della comunità internazionale". Ma il leader libico dal canto suo fa sapere che"I libici sono pronti a morire per me. Voi non avete il diritto di intervenire nei nostri affari interni".

Condividi post
Repost0

commenti