Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
23 ottobre 2011 7 23 /10 /ottobre /2011 18:42

Il sole ha baciato i baschi amaranto.I eri in un asplendida giornata di sole, Livorno ha salutato con una festa allo stadio "Picchi"il rientro della Brigata Folgore dall'Afghanistan,il 69°anniversario della battaglia di El Alamein, e l'avvicendamento al vertice della Folgore con il Colonnello Massimo Mingiardi che subentra al Generale di Brigata Carmine Masiello.Livorno-la-brigata-folgore-in-festa-copia-2.jpg Erano presenti i vertici della Difesa:Il Ministro della Difesa La Russa, il sottosegretario Crosetto,i l Generale Abate capo di statoo della Difesa, e il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Giuseppe Valotto. Il ministro della Difesa La Russa ha avuto parole di elogio per i paracadutisti schierati:"I risultati raggiunti nella regione Ovest sotto il comando italiano testimoniano la bontà della strategia adottata dall' ISAF che sta consentendo il costante miglioramento della situazione. Con voi è stata posta una pietra miliare sulla strada della transizione che si concluderà nel 2o14 con il passaggio del Paese sotto la responsabilità delle istituzioni afgane."Il ministro ha anche rivolto un pensiero ai caduti in missione ed alle loro famiglie. Ma senza dubbio la parte più commovente ed emozionante della cerimonia, è stato il discorso del Generale Carmine Masiello. Ha voluto ringraziare il suoi uomini per il lavoro svolto durante la missione in Afghanistan, iniziando il suo discorso con un pensiero ai caduti in missione."Il loro sacrificio rapresenta un ulteriore sprone per continuare a svolgere al meglio la missione in quella terra martoriata.Lo dobbiamo a loro e a tutti quelli che hanno lasciato la vita non soltanto in Afghanistan, ma anche in tutti i teatri operativi dove i soldati italiani sono stati chiamati ad operare. Bawa, Gulistan, Farah, Bala Baluk, Bala Murghab, Shindand sono solo alcuni dei nomi ai quali la Folgore ha voluto legare la sua storia. Il comportamento dei paracadutisti è stato ancora una volta d'esempio e lo affermo con l'orgoglio del Comandante. Esempio non soltanto per la professionalità che avete dimostrato, ma sopratutto per la serenità e il coraggio con il quale avete affrontato i momenti più difficili.(...)Voi avete dimostrato di essere una delle più belle espressioni del"Made in Italy", avete reso onore al tricolore, dimostrando con i fatti ciò di cui siete capaci. Le vostre gesta rimarranno nei ricordi non soltanto degli afgani, ma di tutti coloro che sono venuti a contatto con la Folgore. Mi piace ricordare la frase di un film:"Ciò che avete fatto in vita rieccheggerà nel'eternità" ed ora dalle sabbie del Gulistan alla vallata di Bala Murghab, i baschi amaranto hanno lasciato il segno,un segno che rimarrà nella storia."Il Generale Masiello ha poi avuto parole di ringraziamento anche per tutti gli italiani che in un modo o nell'altro, sono stati vicini alla Folgore durante la sua missione in Afghanistan:"In primis un ringraziamento da soldato italiano a tutti coloro che ci sono stati vicini durante i mesi afgani. Non ci siamo mai sentiti soli, abbiamo sempre saputo che alle nostre spalle, nella buona e nella cattiva sorte,c'era la spinta e il supporto di tutti quegli italiani che sapevano che laggiù in Afghanistan,i l tricolore sventolava ogni giorno,portatore di pace, di ideali in difesa della libertà di cui noi oggi tutti godiamo sul suolo patrio".  

Condividi post
Repost0

commenti