Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 ottobre 2014 3 08 /10 /ottobre /2014 17:04

foto striscione maròGiacinto Carriero non si arrende.Il titolare del bar"Cipe" di Milano che aveva esposto uno striscione("Non siete in grado di garantire la sicurezza del nostro paese, figuriamoci se riuscirete a riportare casa i nostri marò") di solidarietà per i due fucilieri del S.marco Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, si rifiuta di pagare la multa di 412 euro. Multato per aver esposto lo striscione, ora si rivolgerà agli avvocati per combattere la sua battaglia.Una battaglia difficile quella di Giacinto, dato che rischia di dover chiudere la sua attività a causa delle minacce che ha ricevuto nonchè dei continui controlli di Digos, polizia annonaria, azienda sanitaria locale."Mi accusano di essere nazista perchè difendo  i marò"ha detto al Giornale.it.A giugno aveva esposto lo striscione, l'8 settembre la polizia municipale gli ha notificato una multa di 412 euro perchè quello striscione era abusivo.Inoltre come se non bastasse, qualcuno ha messo in giro la voce che il bar sia frequentato da estremisti di destra e che all'interno del locale erano esposti dei cimeli nazifascisti.Ma così non è.In realtà, nel bar di Giacinto ci sono esposti dei tricolori o delle bandiere nerazzurre a testimoniare la sua fede interista."I vigili hanno controllato e hanno trovato solo dei tricolori che purtroppo per tanta gente sono simboli del fascismo.Io mi sono rifiutato di pagare la multa  e di togliere lo striscione"ha detto Giacinto.L'Italia è anche questa,un paese di contraddizioni dove chi violenta una donna ottiene facilmente i domiciliari e chi espone uno striscione per i due fucilieri del S.Marco deve pagare una multa di 412 euro ed essere controllato a vista.Ma Giacinto non si arrende e tanti sono gli avvocati pronti a difenderlo, anche gratuitamente.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti

Max 10/09/2014 12:43


Bonjour Ale! Considero quella dei marò una vergogna di Stato, ma in Italia non abbiamo il senso delle Istituzioni e neppure quel minimo di senso nazionale che occorre per essere una Nazione. C'è
una larga fetta della società civile e del mondo politico che non vede di buon occhio le Forze Armate, bollate di fascismo, così come i vari Giacinto Carriero di turno. Ma esse non sono di destra
e neppure di sinistra, sono altro e assolvono istituzionalmente a compiti delicatissimi e irrinunciabili. Massimiliano e Salvatore sono oggetto di baratto in nome degli affari economici con
l'india, al loro posto manderei Monti, Letta e anche il Renzi che ci hanno offesi e ricoperti di ridicolo! Ti ripeto quello che ho detto fin dall'inizio: l'unica cosa da fare da subito era
un blitz e riportarli a casa. Punto e Basta!

Alessandra C. 10/16/2014 21:37



Ciao Max, si arrivati a questo punto l'unica cosa da fare è il blitz:vaglielo a spiegare ai nostri politici che continuano a preferire la nobile e infruttuosa arte della diplomazia e delle
parole.