Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
22 maggio 2014 4 22 /05 /maggio /2014 16:49

roma-la-lettera-di-una-ragazza-per-liberare-i-2-maro-invia.jpgDa alcuni giorni circola sul web e sta venendo condivisa da migliaia di italiani:è una lettera scritta da Marianna del Rio,portavoce del "Club degli Incazzati". Una lettera che è parte integrante delle  tante inziaztive di italiani comuni che cercano di fare qualcosa di concreto per arrivare alla liberazione dei due fucilieri del S.Marco.Una lettera che mi è stata inviata personalmente da Marianna e che posto volentieri sul mio blog.

 

 

 


Marianna Del Rio

portavoce del "Club degli incazzati"

                                                          

Illustrissimi:

Presidente della Repubblica Italiana

Ministro degli Affari Esteri

Ministri del Governo Renzi

Organi di Stampa e Tv

 

Nova Milanese, 25 marzo 2014

 

Chi Vi scrive, è un gruppo di Italiani, sconosciuti tra loro e sconosciuti ai Vostri occhi.

A dal loro voce, la scrivente Marianna Delrio membro del Club degli incazzati - su twitter.

Siamo quegli stessi Italiani, a cui fate promesse che spesso non riuscite a mantenere.

Professionisti, operai, studenti, casalinghe e disoccupati… insomma, gente comune.

A nome di queste persone sono a chiederVi un incontro (improbabile), un dialogo (possibile), una risposta (doverosa).

La domanda, o meglio, la richiesta è quella di porre fine alla prigionia del nostri due Marò: Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.

C’è chi li ritiene colpevoli, noi crediamo nella loro innocenza, ma è giusto - se un dubbio esiste – che vengano processati in modo equo e dignitoso, cosa che non potrà di certo avvenire in India, un paese che sta sfruttando questa intera vicenda , in previsione delle loro imminenti elezioni.

Ogni soldato deve essere processato nel proprio paese, oppure se il caso lo richiede, da un tribunale internazionale… perché i nostri fucilieri devono essere processati in India? Perché sottostiamo ai loro giochetti ricattatori e restiamo in balia di una giustizia che non fa altro che rimandare di udienza in udienza.

Vogliano sottolineare che l’India adotta due pesi e due misure?

Raccontiamo a chi non ne è a conoscenza che decine di soldati indiani(Caschi Blu), hanno stuprato in Congo, e non solo, donne e bambini/e?

E che l’India ha preteso fossero processati nel proprio paese? Con un esito esiguo di 3 o 4 condanne e dei semplicissimi richiami disciplinari!!! Quelli si che furono dei veri e propri atti criminale, di violenza volontaria, premeditata e senza alcuna giustificazione.

ORA BASTA!!!! Troppo parole sono state dette, troppe promesse non mantenute, troppe foto scattate con strette di mano e sorrisi. Ma a conti fatti?

Oggi siamo a 766 giorni in India per Salvatore e Massimiliano. Aspettiamo il prossimo rinvio???

Siamo amareggiati, perché sembra che la dignità dei nostri soldati e del nostro stesso Paese, valgano meno di tutto il resto del mondo.

Abbiamo intenzione di diffondere questa lettera con ogni mezzo a nostra disposizione e condividerla con chi la pensa come noi, speriamo vogliate accogliere questo appello sincero e sentito, non dateci ancora una volta l’impressione che nonostante ogni sforzo, nulla possa cambiare nella nostra Italia, e che una soluzione immediata non possa esistere.

Io amo il mio Paese, e credo in chi, senza gloria ed in modo anonimo, lo difende giorno dopo giorno, a costo della propria vita. Ora tocca a noi difendere i nostri Eroi e non lasciarli soli.

Con umiltà e senza alcuna pretesa, attendiamo una risposta concreta a questo appello, non per me, che no sono nessuno, ma per Salvatore, Massimiliano e le loro famiglie!!! Loro si che hanno il diritto ad un’azione risolutiva e decisiva.

Vi ringrazio per la vostra attenzione, mi scuso per eventuali errori… non sono certo una scrittrice, e porgo distinti saluti.

 

Marianna Delrio

Club degli incazzati

Gli Italiani che non  mollano i Marò  

 

Una lettera che non ha bisogno di commenti e che ha come obiettivo quello di non far calare il silenzio su una vicenda che per molti aspetti presenta dei misteri, come ha affermato la stessa Marianna in un'intervista sul caso dei due Fucilieri del S.Marco,rilasciata alla radio"Susaondaradio"e a"webradio63".Marianna nell'intervista, parla tra l'altro della vicenda dei due fucileri del S.Marco "di una vicenda che è passata sottotono,infatti i giornali e la stampa parlano solo dei rinvii e non di quello che è successo.Quello che si sa l'abbiamo saputo solo grazie al web(...)C'è una sorta di mistero intorno a questa vicenda".E speriamo davvero che questo mistero venga risolto una volta per tutte.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti