Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 febbraio 2015 3 11 /02 /febbraio /2015 19:17
 Manca solo qualche giorno e poi saranno tre anni esatti che nessuno governo italiano è riuscito a fare qualcosa di concreto per risolvere il drammatico e vergognoso caso dei due fucilieri del S.Marco Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.Sulla bacheca Facebook della compagna di Massimiliano Latorre, Paola Moschetti Latorre, è stato condiviso un video relativo al Festival di San Remo dell'anno scorso, nel quale Raffaella Carrà aveva rivolto un appello per la liberazione dei due militari italiani.Un appello rimasto inascoltato.Purtroppo."Ciao Raffaella, adesso gli anni sono diventati tre.Ma noi non ci arrendiamo sai?Non lo faremo mai!"Ha scritto nel suo post Paola Moschetti Latorre.Intanto non si fermano le iniziative dei vari gruppi a favore del due fucilieri del S.Marco.Una nuova iniziativa è stata promossa da Nicola Marenzi e dal gruppo #iostoconimarò presente anche su Twitter.E'un evento virtuale ma che ha un obiettivo concreto:non far calare il silenzio su questa vergognosa vicenda.Ecco in cosa consiste questa nuova iniziativa alla quale possono partcepare tutti a partire da domenica 15 febbraio.
EVENTO VIRTUALE in FACEBOOK e in TWITTER

Da Domenica 15 Febbraio a Giovedì19 Febbraio alle ore 24.00

Il 19 febbraio, i fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, inizieranno il loro quarto anno di prigionia in India senza che nei loro confronti sia stato prodotto un atto di accusa comprovato.
Tre anni trascorsi in ostaggio di Delhi, dove ha prevaricato e continua a farlo la negazione del più elementare diritto dell’uomo, primo fra tutti la limitazione della libertà personale senza che ci sia una sanzione di una Corte di Giustizia.
Un arbitrio accettato dall’Italia, accondiscendente e remissiva in questi tre anni, pronta a cedere Sovranità Nazionale ed a rinunciare alle prerogative che il D...iritto Internazionale concede a tutti gli Stati del mondo e omettendo la VERITA'.
Fino a qualche settimana fa, seppure sporadicamente, arrivava qualche notizia sulla vicenda, poi improvvisamente il silenzio giustificato, sembra, dall’opera silente che dovrebbe essere in corso fra le Intelligence dei due Paesi.
Un black-out per non disturbare le parti, quasi si stesse trattando lo scambio di terroristi o malfattori, piuttosto che pretendere i diritti che tutta la comunità internazionale riconosce all’Italia.
 Noi, i loro SOSTENITORI, inonderemo il web con una Fotografia per rompere l'ennesimo silenzio caduto su di loro.
 In attesa della pubblicazione della Fotografia, invitiamo tutti i nostri Contatti a partecipare.
 Chiedo a tutti gli Amministratori dei Gruppi Pro Marò, di Fissare in alto alla propria Pagina il Link dell'iniziativa.
Buon Lavoro a tutti i Collaboratori

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti

Max 02/21/2015 12:31


Noi non ci arrendiamo, questo è poco ma sicuro!! Paola Moschetti ha ragione, ma chi può e deve riportare a casa Salvatore e Massimiliano è il Governo italiano e non mi importa nulla di quale sia
il colore di turno, devono farlo e basta, punto!


Ma quella adottata sembra molto di più la solita e meschina strategia italica di lasciar sprofondare la questione nel dimenticatoio.