Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
27 luglio 2011 3 27 /07 /luglio /2011 20:28

Le mani della madre del Caporal maggiore David Tobini appoggiate sulla bara per l'ultimo saluto: è l'immagine che resterà impressa per sempre di questi ennesimi funerali di stato per un militare morto in missione in Afghanistan.funerali parà caporal maggiore david tobiniHa smesso di piovere, il cielo è grigio quando il feretro avvlto nel tricolore arriva nella Basilica di S. Maria degli Angeli. Durante tutta la cerimonia la madre terrà stretto sul cuore il ritratto del figlio, impietrita dal dolore e consolata dal fratello minore di David. Nella basilica presenti le maggiori autorità politiche, e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E poi i commilitoni di David:quanti visi tesi, occhi lucidi ma nessuna lacrima perchè i militari non piangono mai. E la madre di David pare anche lei un militare tanta è la compostezza del suo dolore.  Ha voluto esserci ad ogni costo, nonostante fosse ferito, anche il Caporal maggiore Francesco Arena, che lunedì era con David quando sono finiti sotto il fuoco degli "insurgents". Non ha potuto essere presente invece il Caporale maggiore scelto Simone d'Orazio ricoverato in Germania all'ospedale di Ramstein. "Caro David a nome della nostra Patria noi ti diciamo grazie per avere reso tutti più capaci di sperare e collaborare alla realizzazione di una sola famiglia comune. I nostri soldati-custodi della vita-presenti nei teatri operativi con serietà, e determinazione non sono aiutati nè dalle nostre sensibilità altenanti, nè da interessi di parte, nè da comportamenti intenti solo a mercanteggiare. David è vittima della violenza e del terrore, caduto per portare la pace".  Con queste parole l'ordinario militare Monsignor Vincenzo Pelvi ha voluto ricordare David Tobini. Poi  la bara portata a spalla dai commilitoni del Caporal maggiore, è stata  portata fuori dalla chiesa,fuori ad accoglierla un lungo applauso di tanta gente comune venuta a dare l'ultimo saluto. Le note del silenzio hanno risuonato a lungo, la commozione è stata grande. E poi le mani della madre, appoggiate su quella bara avvolta nel tricolore. E nessuna lacrima. Perchè i militari non piangono mai.  

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti