Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
28 giugno 2012 4 28 /06 /giugno /2012 14:55

roma-celebrati-ieri-funerali-di-stato-manuele-braj3.jpg "Era sempre disposto a scegliere i posti più disperati dove nessuno andrebbe. Aveva l'arte di accorgersi se qualcuno era in difficoltà. Manuele era un Carabiniere animato non da egoismo o da sete di possedere, ma dalla voglia di servire i più deboli".Con queste parole Monsignor Vincenzo Pelvi Ordinario militare, ha voluto ricordare l'Appuntato Scelto Manuele Braj, rimasto ucciso nell'attentato di lunedi ad Adsrakan. Si sono svolti ieri nella Basilica di S.Maria degli Angeli a Roma, i funerali di stato alla presenza del Capo dello stato Giorgio Napolitano e delle massime autorità tra le quali il Ministro della Difesa, il Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen. Biagio Abrate, il Comandante Generale dell'Arma Leonardo Gallitelli. Molta la gente comune che ha voluto tributare l'ultimo saluto a Manuele. Intensa la commozione dei suoi compagni del 13° Reggimento"Friuli Venezia Giulia". L'immagine che resterà più impressa è quella della moglie, Federica con in braccio il piccolo Manuel di 8 mesi, troppo piccolo per capire un dolore così grande, e la foto sorridente di Manuele posta sulla bara avvolta dal tricolore. Quel tricolore per il quale il giovane Carabiniere ha dato la sua vita. Giusto? Sbagliato? Non è questo il momento per porsi domande su una guerra che sembra senza fine. L'unica cosa che resta,  tra tanto dolore e commozione è la speranza, la forza di non abbattersi mai e di riuscire ad andare sempre avanti nonostante tutto:"Bisogna continuare giorno dopo giorno a costruire la pace, anche quando un razzo distrugge la vita di un innocente". Queste le parole del Monsignor Pelvi.

Condividi post
Repost0

commenti