Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 luglio 2014 6 19 /07 /luglio /2014 20:33

roma-il-cocer-e-quel-silenzio-del-premier-renzi-sul-caso-ma.jpgLe parole non pronunciate dal premier Renzi  sulla vicenda dei due fucilieri del S.Marco trattenuti in India nel suo discorso di apertura del semestre europeo italiano, irritano  non poco e gustamente il COCER della Marina e i militari dell'Interforze.L'altro giorno infatti, come riportato anche dal quotidiano"Tarantobuonasera" il COCER ha preso parte all'audizione della Commissione Difesa della Camera, riguardo alla vicenda di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone dimenticati in India da circa 882 giorni.I delegati del COCER hanno richiesto di continuare nelle azioni annunciate dal Presidente della Commissione Difesa Elio Vito, e di"audire il premier e imistri degli esteri e della difesa alla presenza del COCER della Marina e dell'Interforze, per essere informati sulle azioni che il governo sta svolgendo e che intenderà svolgere.E' stato inoltre richiesto l'intervento dell'UE"affinchè le istituzioni europee supportino con maggiore energia e convinzione l'Italia nella risoluzione del caso, consci che la problematica sull'immunità del personale dello Stato  che opera in scenari internazionali è un problema comune ed effettuare quanto prima una nuova visita a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.E' stato inoltre richiesto il riconoscimento dell'immunità per i due militari. Il silenzio assoluto del premier Renzi sul caso dei due fucilieri del S.Marco viene evidenziato dal COCER:"la mancanza di un cenno sulla vicenda dei marò da parte del presidente del consiglio, in occasione dell'avvio del semestre  euroeo a guidda italiana, è apparso agli occhi dei delegati un segnale di scarsa volontà  da parte del governo nell'affrontare con la determinazione che il caso richiede la dificile situazione". Viene da chiedersi come mai il caso dei due militari italiani non meriti un posto di rilievo  nell'agenda di impegni del premier.Forse la loro sorte non è una questione di primaria importanza?In mezzo c'è anche la credibilità di un paese, l'Italia ,che fino ad ora non ha saputo compiere un solo gesto concreto per riportarli a casa.Anzi a dire il vero erano stati fatti rientrare in Italia in licenza e poi assurdamente sono stati fatti ripartire.Se i due militari italiani fossero stati americani a quest'ora sarebbero già stati fatti rientrare in patria da molto tempo anche con un blitz delle forze speciali se necessario.Ma siamo italiani e forse si decide di proseguire con l'arte della diplomazia e delle belle parole. La risposta del Ministro della Difesa Roberta Pinotti davanti alle constatazioni del COCER, non si è fatta attendere,una risposta davvero diplomatica:"Non parlarne non vuol dire che non si sta lavorando". Se poi  il risultato pratico è che dopo due anni e mezzo i due fucilieri del S.Marco si trovano ancora in India, si può davvero commentare ironicamente che:fino ad ora si è lavorato tanto e si è davvero ottenuto un ottimo risultato!  

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti