Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 ottobre 2012 4 18 /10 /ottobre /2012 16:02

carabinieri.jpgL'Italia si sa non è un paese per giovani ,ma soprattutto non è un paese dove non si hanno certezze. Non si ha nemmeno  più la certezza che ciò che è scritto nero su bianco sul bando ufficiale di un concorso per l'arruolamento di 1.886 allievi Carabinieri bandito dal Ministero della Difesa ,sia vero. Sì perchè nel bando i posti erano 1.186. Ma ci sono stati i tagli, (si sa siamo in tempo di crisi e di spending review), e allora all'improvviso ecco che con una bella sforbiciata i posti  nella graduatoria uscita il 28 settembre 2012, si sono ridotti a 211. La cosa scandalosa è che questa riduzione di posti è avvenuta mentre il concorso era già in atto. Tanti i concorrenti che si sono preparati, hanno studiato, hanno superato le prove fisiche, e hanno vinto il concorso. Chi ha vinto entrerà direttamente nell'Arma, ma gli altri idonei invece dovranno restare a casa per via dei tagli. Oltre il danno una vera e propria ingiustizia. Tanta la delusione, l'amarezza, ma anche l'indignazione:infuria la protesta degli idonei sul web, solo sul web perchè ai media non sembra interessare questa ennesima ingiustizia tutta italiana. Nessuno si è preoccupato di informare i concorrenti della riduzione dei posti con una comunicazione ufficiale. "Non pensavo che potesse succedere a concorso ormai iniziato. Un bando uscito a febbraio 2012, che viene tagliato così drasticamente e senza nessuna comunicazione ufficiale sulla riduzione.Io chiedo allo Stato che non ci abbandoni per la strada e che vengano approvati emendamenti e mozioni a sostegno ed assorbimento della nostra graduatoria." Queste le parole di Stefano, 22 anni, uno degli idonei al concorso, in una sua dichiarazione al Tirreno.it. E viene da chiedersi:ma in Italia esiste davvero lo Stato?

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti