Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 giugno 2012 7 03 /06 /giugno /2012 16:16

roma-militare-rifiuta-di-vaccinarsi-rischia-un-anno-di-carc.jpg"Disobbedienza aggravata e continuativa per esersi rifiutato di sottoscrvere la scheda anamnestico-vaccinale". Questo il reato del quale si è reso colpevole il Maresciallo dell'Aeronautica Militare Luigi Sanna, prima di essere destinato ad una missione su territorio nazionale. Il militare in pratica, secondo quanto anche riportato dal sito "Grnet.news.it", vuole avere maggiori informazioni circa la reale efficacia di queste vaccinazioni. Ora rischia fino ad un anno di carcere e si trova sotto procedimento disciplinare presso il Tribunale Militare di Roma. Il suo non è l'unico caso. Altri due militari in procinto di partire in missione per l'Afghanistan si sono rifiutati di essere sottoposti alle vaccinazioni N1H1 contro l'influenza e sono stati anche loro sottoposti anche loro a procedimento disciplinare. La vicenda del Maresciallo Luigi Sanna è finita alla Commissione Parlamentare del Senato dove accompagnato dal suo legale, l'Avvocato Giorgio Carta ha raccontato la sua storia. Ma perchè il Maresciallo Sanna ha opposto il suo rifiuto alle vaccinazioni, che comunque sono obbligatorie per i militari?  Per il fatto che non vengono fornite informazioni su tali vaccinazioni e non si sa inoltre se ci possono essere conseguenze negative per la salute. Ci sono alcuni studi che parlano chiaro. Nel 2010 il Prof. Nobile ha effettuato uno studio su quaranta militari che avevano subito delle alterazioni immunologiche. Nel 2011 il Prof. Bonassi aveva scoperto un incremento del carico ossidativo endogeno che si poteva ricollegare sia all'attività pscicofisica che alle vaccinazioni in militari in missione nei Balcani. Ancora prima, nel 2007, la Commissione presieduta dal Prof. Scarsella, aveva evidenziato un peggioramento nelle condizioni di salute in militari rientrati dalle missioni, anche se però non si faceva riferimento ai vaccini. Prima di effettuare le vaccinazioni, alcuni militari dovrebbero essere sottoposti a dei test per verificare se la vaccinazione va somministrata. Il Maresciallo Sanna, infatti ha effettuato dei test di tasca sua scoprendo così che un determinato vaccino non gli doveva essere somministrato. Questi vaccini fanno davvero bene alla salute? La domanda è più che lecita, dato che vengono somministrati a distanza molto ravvicinata:nove vaccinazioni di cinque dosi in 29 giorni e in più la profilassi antimalarica, prevista  per i militari nelle missioni all'estero. L'insieme di alcuni fattori come lo stress unito alle vaccinazioni potrebbe avere conseguenze negative sulla salute. Il Maresciallo Sanna chiede solo di avvere maggiori informazioni sui vaccini e per questo rischia un anno di carcere.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti