Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 aprile 2012 1 16 /04 /aprile /2012 16:18

Gaetano è rimasto solo. Ieri gli hanno smantellato il gazebo in Piazza Montecitorio. Il tutto nello strano e assordante silenzio dei media italiani. Perchè del caso di Gaetano si è interessata la stampa estera, ma in Italia invece la sua protesta continua a non fare notizia. Perchè hanno smantellato il suo gazebo del Presidio a Piazza Montecitorio? Gaetano non dà fastidio a nessuno.  Forse la sua colpa è quella di avere attuato uno sciopero della fame come forma di protesta nei confronti della Casta e in nome della democrazia e della librertà? Una protesta pacifica che dura ormai da 318 giorni. Gli è stato totlto il pc, gli integratori dei quali ha bisogno, i sacchi a pelo. No ha più nulla. Gli è rimasta una piccola sedia pieghevole la bandiera tricolore e la sua dignità, come scrive sulla sua pagina Facebook.presidio a oltranza piazza montecitorio 2  Tra i rifiuti è finito anche il disegno  che un bambino aveva dedicato a Gaetano e dove spiccava la bandiera tricolore. Il blitz delle forze dell'ordine è avvenuto senza preavviso, poi Gaetano e  altri 5 simpatizzanti sono stati portati in questura per le foto segnaletiche e le impronte digitali(come testimoniato anche dal sito www.YouReporter.it). Ora il gazebo è stato msmantellato ma Gaetano non si arrende e continua la sua protesta con lo sciopero della fame. Il Viso segnato dalla fatica, dalla pioggia e dal freddo di questa strana primavera italiana, è il viso di un antico gladiatore romano che nonostante gli abbiano tolto tutto, ha deciso di resistere. L'Italia è un paese davvero strano.  A Gaetano è stato revocato il permesso per il gazebo. Il giorno prima dello smantellamento definitivo c'era stato un controllo dei vigli del fuoco e dei funzionari della Digos che gli avevano ordinato di togliere i tiranti al gazebo che doveva rimanere aperto(nonostante pioggia  freddo)di togliere caertelli e le bandiere tricolori. Poi lo smantellamento definitivo dopo che alcuni suoi simpatizzanti avevano semplicemente scritto su un cartello:"Il digiuno e il Presidio continuano". Gaetano è rimasto solo in piazza ma sulla sua pagina Facebook tanti gli attestati di stima da parte degli italiani e le proteste per il grave fatto dello smantellamento del gazebo.:"Non mollare siamo con te"  oppure"Ti stimo Gaetano ma siamo un popolo di pecore  non siamo ancora pronti a riprenderci in mano il paese nonostante sappiamo bene che ci stanno privando di tutto per ingrassare le banche" ,"Siamo con te a breve arriveranno i rinforzi e li spazzeremo via"..."Gli italiani  me compreso non hanno le palle per fare quello che dici tu,vai a casa che gli italiani compreso me si arrangino, non buttare via la tua  esistenza inutilmente non ce lo meritiamo.Un abbraccio" scrive Antonello:parole le sue che forse suonano tremendamente vere. Gli italiani la rivoluzione e il cambiamento preferiscono farli comodamente da dietro un pc,e poi di sicuro c'è sempre qualcuno altro che ci penserà a farla la rivoluzione. Gaetano con il suo viso e lo spirito da  antico gladiatore romano  ha deciso:non si arrenderà, anche se gli hanno tolto tutto resterà a Piazza Montecitorio a lottare contro i privilegi della Casta, per un'Italia libera e democratica.Gaetano non si arrende.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti