Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 novembre 2014 3 05 /11 /novembre /2014 19:01

foto-adorno-medaglia-valor-militare1.jpg"Quel giorno eravamo nei pressi di Bala Murghab, una delle aree più pericolose dell'ovest dell'Afghanistan a comando italiano.Nella fase finale hanno cominciato a sparaci addosso.Gli insorti facevano fuoco e noi ci siamo attestati dietro ad alcune abitazioni.Eravamo a piedi, davanti a me due squadre della nostra unità erano particolarmente esposte al fuoco:sparavano ma era necessario che tornassero verso le nostre posizioni .Ho cominciato a fare fuoco di copertura per dargli la possibilità di avvicinarsi.Ad un certo punto sono stato colpito alla gamba destra .Dopo essere stato colpito, una manciata di secondi, ho perso di vista l'obiettivo, in quei momenti pensi alla famiglia,a tua moglie, al figlio piccolo e a quell'altro che sta per nascere.Pensi anche che potresti morire.Ma dura un attimo:poi torni in te e l'unico pensiero diventa la missione assegnata e la sicurezza dei tuoi compagni.Così ho cominciato a sparare."A parlare è il caporal maggiore scelto dell'Esercito Andrea Adorno, 34 anni, che in un'intervista al quotidiano "Lasicilia.it"ha raccontato quell'episodio accadutogli durante la sua missione in Afghanistan , il 16 luglio 2010 che gli è valso la medaglia d'oro al valor militare.Era in servizio al 4°Reggimento Alpini Paracadutisti di Bolzano e grazie al suo fuoco di copertura le due squadre della TF45 e i suoi compagni si sono salvati da morte certa.Andrea, rimasto ferito era stato subito soccorso e portato e all'ospedale  da campo di Bala Murghab.Ieri 4 novembre, Festa delle Forze Armate, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano gli ha assegnato la medaglia d'oro al valor militare per avere salvato i suoi commilitoni.Adesso Andrea presta servizio al 62°Fanteria Sicilia a Catania, vicino alla sua famiglia. Bala Murghab e quella data del 16 luglio 2010 Andrea non li scorderà mai, come non la scorderanno mai i suoi compagni che grazie a lui si sono salvati.La guerra afgana è stata costellata da tanti combattimenti come questo, dei quali molti spesso i media non hanno parlato anche per la segretezza delle operazioni.Perchè se quella in Afghanistan è stata spesso denominata missione di pace, nella realtà era ed è una guerra.Una guerra con i suoi soldati e le loro storie, alcune di queste mai raccontate.      

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti

Max 11/07/2014 06:42


Questo è un uomo e un milite autentico. Determinazione, coraggio, concretezza e spirito di sacrificio, sono qualità delle quali la nostra società, ricca soltanto di immagini e di parole vuote, ha
un disperato bisogno.