Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 gennaio 2015 5 02 /01 /gennaio /2015 19:15

foto-girone-latorre.jpgDopo tante chiacchere e nessun risultato concreto forse l'unica soluzione al caso dei due fucilieri del S.Marco resta il blitz.Un blitz delle Forze Speciali Italiane allo scopo di liberare Salvatore Girone e anche il suo commilitone Massimiliano Latorre, nel caso il governo decida davvero di farlo rientrare in India.Sono molti gli italiani che ritengono il blitz l'unica soluzione nei vari dibattiti sulle pagine Facebbok e su Twitter e forse anche le stesse forze armate che per motivi di segretezza non possono esprimere la loro opinione in merito.Chi non aveva di certo peli sulla lingua era Albino Deidda, nuotatore paracadutista sardo di 91 anni,medaglia di bronzo al valor militare, che durante la seconda guerra mondiale aveva fatto parte dei Reparti Speciali inquadrati nella Divisione S.Marco.  Reparti Speciali creati allo scopo di portare a termine operazioni di sabotaggio oltre le linee nemiche:"Io Albino Deidda, nuotatore paracadutista appartenente alla Decima MAS, novantunenne si ma non rincoglionito, M.B.V.M. dico a voi fratelli prigionieri in India, non mollate mai che tanto più buio di mezzanotte non viene.Se avessi 50 anni di meno avrei trovato altri fratelli nuotatori paracadutisti per riportarvi a casa con o senza consenso alcuno"Queste le sue parole rivolte a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone tempo fa.Il blitz per liberare  due militari italiani si sarebbe potuto organizzare davvero tempo fa. Lo ha riportato nel suo articolo  Riccardo Celi sul quotidiano on line"l'inkiesta".Nel 2012 infatti c'erano le condizioni ottimali per portare a termine il blitz:il governo italiano aveva pagato una cauzione e ottenuto la libertà vigilata per i due militari italiani che potevano muoversi in un raggio di 10 km, 10 km nei quali era compresa anche una spiaggia.La loro liberazione sarebbe potuta avvenire proprio via mare come rivelato al quotidiano da fonti della difesa rimaste anonime.E aquest'ora l'incubo per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sarebbe finito da un pezzo. Ma perchè nessuno ha dato l'ok per il blitz? Il blitz non è stato portato a termine si suppone per due motivi:il primo:gli interessi economici che l'Italia ha in India con le forniture di mezzi militari come ad esempio gli elicotteri, sono tante le aziende del settore della difesa che si aggiudicano appalti per le forniture militari all'India.Se i due fucilieri del S.Marco venissero liberati con un blitz i rapporti economici e non solo, tra Italia e India si incrinerebbero e addio ad appalti e alle tante ricadute economiche.Il secondo motivo è che organizzare un blitz costa davvero tanto.Ma chissà perchè le parole di Albino Deidda nuotatore paracadutista novantunenne risuonano ancora nell'aria, anche se nel frattempo Albino non c'è più.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti

Max 01/05/2015 16:27


Albino se n'è andato, ma noi continuiamo a dire che il blitz andava/andrebbe fatto, anche se ora, a distanza di quasi 3 anni e che le autorità indiane ormai se l'aspettano, è diventato tutto più
difficile. Ma c'è una novità, il Sen. a vita Mario Monti, ex presidente del Consiglio, si è offerto per prendere il posto di Salvatore e Massimiliano. Questa mi sembra la cosa più giusta da
fare... Ale Ale com'è che non la sapevi?? Fosse vero...