Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
19 giugno 2018 2 19 /06 /giugno /2018 18:25

Un video che non ha bisogno di parole:l'Appuntato dei Carabinieri Riccardo Casamassima che con la sua preziosa  testimonianza ha fatto riaprire il caso Cucchi, e' stato trasferito e demansionato per avere semplicemente raccontato la verità al processo. In questo video postato sulla sua pagina Facebook  e anche sul sito"forzearmate.eu" racconta  la sua amarezza di Carabiniere e di uomo che verrà trasferito e demansionato. Ma l'Appuntato non si arrende e annuncia battaglia:obiettivo incontrare il Comandante Generale dell'Arma e poi rivolge un appello alle principali cariche dello Stato per aiutarlo "perchè quello che sta succedendo è vergognoso".

Condividi post

Repost0
18 giugno 2018 1 18 /06 /giugno /2018 17:36

Prende il via la seconda fase della più imponente e importante esercitazione dell'anno la:"Joint Stars 2018". Dopo la fase di amalgama riservata a tutto il personale in corso dal 11 giugno, domani l'alzabandiera solenne,  a Poggio Renatico(,Ferrara) sancirà l'avvio della seconda fase L'edizione di quest'anno  vedrà operare oltre al personale dell'Aeronautica Militare anche personale ed assetti del COI, dell'Esercito Italiano, della Marina Militare e dell'Arma dei Carabinieri. La Joint Stars 2018 è organizzata dal COI(Comando Operativo di Vertice Interforze)ed è costituita  da una serie di esercitazioni che si svolgono in varie parti del territorio nazionale bastae su un unico scenario fittizio, caratterizzato da un'operazione interforze e multinazionale condotta sotto guida italiana in risposta ad una situazione di crisi(Non-Article 5 Crisis Response Operation).

La prima parte dell'esercitazione si è svolta dal 7 al 18 maggio in modalità  Live Exercise( LIVEX)ovvero con l'utilizzo di assetti reali e per lo più in Sardegna, mentre la seconda parte è in modalità Command Post Exercise/Computer  Assisted Exercise (CPX-CAX), sarà rappresentata dalla Virtual Flag 2018.  La Virtual Flag  un'esercitazione organizzata ogni anno dal 2009 che si avvale di sistemi di simulazione di alta tecnologia e consente di addestrare il personale dell'Aeronautica Militare  in un Comando di componente aerea(Italian Joint FForce Air Component Command-ITA JFACC) e consente di svolgere le attività relative  alla pianificazione ed alla conduzione delle operazioni aeree nell'ambito di una campagna militare interforze. 

La seconda fase dell'esercitazione si svolgerà per lo più presso il Comando Operazioni Aree di Poggio Renatico, alla quale sono connessi molti  diversi Reparti operativi delle Forze Armate che prendono parte all'esercitazione e dislocati su tutto il territorio nazionale. Per la prima volta il personale del COI si addestrerà e verrà valutato per le sue capacità  di pianificare e di condurre un'operazione complessa mettendo in atto  tutte quelle attività di comando e di controllo tipiche di un Joint  Task Force(JTF), cioè il Comando Interforze che durante una campagna militare agisce a livello operativo e coordina tutte le forze militari partecipanti.

La Joint Stars 2018, è davvero un'esercitazione molto importante:rappresenta infatti una tappa notevole nel consolidamento  della Capacità Nazionale di  Proiezione del Mare(CNPM) ovvero la capacità di pianificare  e di condurre operazioni anfibie nel contesto di un'operazione militare interforze. Consolidamento delle capacità di comando e di controllo del JFACC dell'Aeronautica Militare  nel settore della difesa contro missili balistici(Theatre Ballistic Missile Defense-TBMD)attraverso l'integrazione di comandi e di unità di livello tattico delle varie Forze Armate(un sistema missilistico SAMP/T dell'Esercito Italiano, un radar AN/TPS-77 dell'Aeronautica Militare ed unità navali classe  Orizzonte/FREMM della Marina Militare)oltre all'addestramento  del personale del Comando JTF  e del Comando JFACC ad operare in presenza di potenziali attacchi cibernetici, ovvero attacchi ricolti  contro la rete informatica utilizzata per condurre le operazioni militari:questi gli altri obiettivi della seconda fase della "Joint Stars 2018".

Questa esercitazione attraverso l'addestramento congiunto di tutte le Forze Armate ,  è davvero una preziosa opportunità per raggiungere sinergie ed economie di risorse nonchè  affinare le capacità di intervento  con una caratteristica sempre più marcatamente interforze sia in contesti nazionali che internazionali.

Roma:inzia la seconda fase dell'esercitazione"Joint Stars 2018":il più importante evento addestrativo dell'anno.
Roma:inzia la seconda fase dell'esercitazione"Joint Stars 2018":il più importante evento addestrativo dell'anno.

Condividi post

Repost0
13 giugno 2018 3 13 /06 /giugno /2018 18:12
Afghanistan:la Brigata Sassari porta a termine la sua missione," i migliori risultati nella regione a guida italiana"
Afghanistan:la Brigata Sassari porta a termine la sua missione," i migliori risultati nella regione a guida italiana"

 E' terminata dopo 6 mesi la missione della Brigata Sassari in Afghanistan. La "Pinerolo" subentra al comando del Train Advise Assist Command West alla sua seconda missione afgana. Sono stati 6 mesi di duro impegno per i militari della Brigata Sassari, mesi durante i quali hanno supportato , fornito consulenza alle forze di sicurezza locali. 

Un lavoro il loro, che è stato apprezzato ed elogiato anche dal Generale Nicholson, Comandante della missione NATO"Resolute Support, che ha voluto sottolineare come nella regione Ovest, a guida italiana, siano stati ottenuti i migliori risultati di tutto il Paese, per ciò che riguarda la sicurezza, lo sviluppo economico e sociale, con eccellenti livelli di scolarizzazione e di integrazione femminile, e un maggiore controllo del territorio.

La cerimonia di avvicendamento tra la Brigata Sassari e la Brigata "Pinerolo" alla guida del Train Advise Command West,(TAAC-W) si è svolta stamattina all'aeroporto di Herat. Alla cerimonia erano presenti l'Ambasciatore d'Italia a Kabul, Roberto Cantone,il Comandante del Comando NATO di Brunssum Generale di Corpo d'Armata Riccardo Marchiò, il Comandante della missione"Resolute Support"John W. Nicholson, l'Italian senior Representative Gen. di Divisione Massimo Panizzi in rappresentanza del Comando Operativo di Vertice Interforze e tutte le massime autorità civili e militari afgane della regione Ovest(che è quella sotto il comando italiano).

Il Generale Marchiò, nel suo discorso  ha voluto ringraziare i militari della Brigata Sassari schierati e il cedente Generale di Brigata Gianluca Carai per gli eccellenti risultati da loro conseguiti durante questi 6 mesi e ha voluto inoltre fare al Generale di Brigata Francesco Bruno e alle sue unità, un augurio per il delicato, importante e difficile lavoro che li attende.  

Le numerose attività dei sassarini  come le operazioni di assistenza a domicilio alle Forze di Sicurezza Afgane in zone remote e distanti da Herat per lunghi periodi nelle tante province della regione Ovest,  il supporto nella pianificazione di operazioni volte a contrastare gli"insurgents"sono state invece ricordate dal Generale Nicholson.

I militari della Brigata Sassari infatti hanno dato un notevole contributo durante le operazioni di messa in sicurezza delle aree interessate all'inaugurazione dei lavori per realizzare il gasdotto TAPI, presieduta dal Presidente dell'Afghanistan Ashraf Ghani e poi anche durante l'incontro del Presidente con il il Generale Curtis Scaparotti Comandante del Supreme Allied Commander Europe( SACEUR)accompagnato da 4 ambasciatori presso la NATO. Ora il lavoro dei militari della Brigata Sassari verrà portato avanti dai militari della Brigata "Pinerolo" .Per i "dimonios"si può davvero dire:"missione compiuta".

Afghanistan:la Brigata Sassari porta a termine la sua missione," i migliori risultati nella regione a guida italiana"
Afghanistan:la Brigata Sassari porta a termine la sua missione," i migliori risultati nella regione a guida italiana"

Condividi post

Repost0
8 giugno 2018 5 08 /06 /giugno /2018 05:53

Il Generale Nicholson, Comandante della missione NATO "Resolute Support", ha voluto onorare l'impegno ed il lavoro svolto dai militari italiani fino ad oggi in Afghanistan durante un suo discorso. Un impegno quello dei militari italiani che continua giorno dopo giorno, con l'addestramento alle Forze di Sicurezza afgane e con il supporto alla popolazione, contribuendo a rendere il Paese piu' libero dalla minaccia degi attacchi dei talebani e quindi piu'sicuro.

Condividi post

Repost0
3 giugno 2018 7 03 /06 /giugno /2018 17:37

E' stato davvero un atterraggio perfetto, preciso al millimetro quello del Paracadutista della Folgore che con un gigantesco tricolore è atterrato davanti al palco del Presidente della Repubblica Mattarella. La bandiera tricolore era  lunga 400 metri  e pesava 35 chili:"L'onore più grande è portare il tricolore, lo dedico all'Italia"ha affermato il paracadutista Giuseppe Tresoldi, 54 anni  da 36 anni nella Folgore. Un atteraggio davvero emozionante ed adrenalinico il suo, dietro il quale c'è stata un'accurata preparazione, come si può vedere nel video del backstage, dal sito"Rai news".

Condividi post

Repost0
30 maggio 2018 3 30 /05 /maggio /2018 16:37
Iraq:Vice Comandante USA elogia la professionalità dei  militari della  Brigata Sassari
Iraq:Vice Comandante USA elogia la professionalità dei  militari della  Brigata Sassari

Apprezzamento per il lavoro svolto dai militari del 151° Reggimento Fanteria Brigata "Sassari" ed elogio per la loro eccellente professionalità nel difendere la Diga di Mosu,l sono state espresse  dal Generale  Walter E. Piatt , Vice Comandante della Combined Joint Task Force-Operation Inherent Resolve(CJTF-OIR). Il Generale nei giorni scorsi ha fatto visita ai militari italiani  della Task Force "Praesidium"in servizio presso la Diga di Mosul.

Il Generale ha voluto sottolineare anche la non comune volontà dei Dimonios del 151°Reggimento di cooperare e interagire  mediante lo sviluppo di attività addestrative ed esercitazioni congiunte, come ad esempio quelle condotte  nel campo dello"urban fight breaching,"first aid","wider area security"and conter-ied.

Il Generale Piatt è stato accolto dal Comandante della Task Force "Praesidium", il Colonnello Maurizio Settesoldi, e dopo un overview presso il Tactical Operation Center(TOC), con le Local Securit Forces(LSF), ha visitato i check point e observation post messi a protezione della Diga.  Sotto la guida degli ingegneri dello  United  States Army Corps of Engineers(USACE) ha percorso il tunnel sotto la Diga dove sono al lavoro gli operai italiani e il personale civile.

Il Generale ha potuto constatare  l'elevato livello di interoperabilità ragginto dai militari  del 151° Reggimento e dalle Local Security Forces(LSF)nonchè l'efficace sistema  di difesa integrato  messo in atto dai militari italiani in missione in Iraq in stretto coordinamento con Counter  Terrorism Service(CTS), National Security  Service(NSS)e lraqi Securty Forces(ISF) nell'implementazione delle misure di sicurezza della Diga di Mosul, un sito che è di notevole interesse  strategico per la Coalizione ed il Governo iracheno per lo sviluppo e la stabilizzazione dell'area. Un'area che ogni giorno diventa più sicura e stabile grazie all'impegno e al lavoro quotidiano dei militari della Brigata Sassari.

Iraq:Vice Comandante USA elogia la professionalità dei  militari della  Brigata Sassari
Iraq:Vice Comandante USA elogia la professionalità dei  militari della  Brigata Sassari
Iraq:Vice Comandante USA elogia la professionalità dei  militari della  Brigata Sassari

Condividi post

Repost0
23 maggio 2018 3 23 /05 /maggio /2018 16:39
Bari:la Brigata"Pinerolo"in partenza per l'Afghanistan
Bari:la Brigata"Pinerolo"in partenza per l'Afghanistan

Assumerà di nuovo il comando del Train Advise Command(TAAC-West)nella regione Ovest dell'Afghanistan nell'ambito della missione "Resolute Support"a guida NATO , obiettivo:addestrare, fornire consulenza assistenza alle forze armate ed alle istituzioni afgane. La Brigata "Pinerolo"si prepara a partire per la sua missione in Afghanistan e nei giorni scorsi presso la Caserma"Briescese"di Bari, si è svolta la cerimonia di saluto ai militari di questa Brigata, un'unità dell'Esercito Italiano che da giugno vedrà impiegati i suoi reparti in diversi teatri operativi all'estero , tra i quali l'Afghanistan.

Alla cerimonia di saluto erano presenti il Generale di Divisione Fabio Polli, Comandante della Divisione"Acqui"e il Governatore della Regione Puglia, Dottor Michele Emiliano  e le più alte cariche  civili, religiose,  e militari  della Regione Puglia che hanno voluto dimostrare  ai militari della "Pinerolo"il legame molto forte esistente tra i cittadini e l'Esercito Italiano.

I militari della"Pinerolo"oltre che in Afghanistan, saranno impegnati anche in Iraq e in Lettonia con diversi reparti. Saranno in Iraq alla guida della Task Force"Praesidium" per proteggere la Diga di Mosul e il personale che lavora alla manutenzione della Diga. La Diga è una struttura davvero imponente e importante per l'Iraq:se dovesse cedere questo sarebbe un gravissimo pericolo per tutti gli abitanti delle zone limitrofe, ci sarebbero non solo danni ingentissimi per l'economia ma anche per l'ambiente. I militari saranno inoltre dispiegati inoltre in Lettonia nell'ambito dell'Operazione"Enhanced Forward Presence"della NATO. I militari della "Pinerolo"inoltre sono anche impegnati a fornire il loro supporto alle Forze dell'Ordine in molte città italiane.

"Per l'impegno profuso  e per gli eccellenti risultati ottenuti nel consolidare e implementare il nuovo concetto  operativo,  non più incentrato sulla funzione di combattimento, ma basato essenzialmente sul  supporto e sull'addestramento delle Forze Armate , afghane, e per i successi raccolti nel campo della cooperazione militare":con questa motivazione durante lo scorso mandato alla "Pinerolo"é stata conferita per la prima volta ad una Brigata Italiana, dal Comando Supremo delle Forze Alleate in Europa(SHAPE), la importante onorificenza"Allied Command Operations Campaign Pennat".  E sicuramente i militari  della "Pinerolo"saprnno meritarsi altri elogi e onorificenze anche per le loro imminenti missioni nei teatri operativi all'estero. 

Bari:la Brigata"Pinerolo"in partenza per l'Afghanistan
Bari:la Brigata"Pinerolo"in partenza per l'Afghanistan
Bari:la Brigata"Pinerolo"in partenza per l'Afghanistan
Bari:la Brigata"Pinerolo"in partenza per l'Afghanistan

Condividi post

Repost0
18 maggio 2018 5 18 /05 /maggio /2018 21:31
Decimomannu:conclusa prima parte esercitazione interforze ""Joint Stars 2018
Decimomannu:conclusa prima parte esercitazione interforze ""Joint Stars 2018

Sono entrati in azione più di 2.000 militari, oltre 25 tra velivoli ed elicotteri, decine di mezzi terrestri navali ed anfibi, si sono addestrati di giorno e di notte per due settimane:si è conclusa la prima fase dell'imponente esercitazione interforze"Joint Stars 2018"."L'obiettivo principale è stato quello di conseguire  il maggior livello possibile di interoperabilità delle Forze Armate, con un intelligente uso di tutte le specialità per raggiungere un obiettivo comune grazie anche allo sviluppo ed all'integrazione di procedure comuni":queste le parole del Comandante Operativo  di Vertice Interforze, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone al termine della prima fase  quella live, della"Joint Stars 2018"presso la base militare di Decimomannu, sede del Reparto Sperimentale  di Standardizzazione al Tiro Aereo(R.S.S.T.A)dell'Aeronautica Militare.

La Joint Stars 2018(JS18)è l' attività addestrativa di maggiore rilevanza nazionale, organizzata  e gestita dallo Stato Maggiore della Difesa, tramite il suo braccio operativo che è il Comando Operativo  di Vertice Interforze(COI). Questa prima fase della esercitazione si è conclusa con il Distinguished Visitor Day presso l'Aeroporto militare di Decimomannu.

Lo scopo di quest'esercitazione è quello di addestrare i comandi e l forze sulle diverse tipologie di missione che potranno essere oggetto di future operazioni internazionali, multinazionali  di coalizione, ed è una importantissima opportunità  per conseguire mediante l'addestramento congiunto di Esercito Italiano, Marina Militare, ed Aeronautica Militare sinergia  ed economie e anche per condividere risorse e massimizzare  l'interoperabilità in ambito Difesa migliorando la capacità di intervento in una modalità che è sempre più interforze.

L'esercitazione è divisa in due parti  e durante questa prima fase appena conclusa, ha consentito di federare le altre concomitanti esercitazioni"Golden Wings"dell'Esercito Italiano, "Mare Aperto"della Marina Militare e"Vega 18" dell'Aeronautica Militare e anche "Ramstein Guard 6-2018"della NATO. La "Joint Stars 2018" questa fase live, è stata l'occasione ed un banco di prova per la Difesa anche in ambito di tutela ambientale, si è infatti ottimizzato l'impiego delle aree addestrative , concentrando le attività in modo da ridurre l'impatto sui territori e sulle popolazioni locali.

A differenza delle edizioni precedenti, lo scenario dell'esercitazione è stato molto più complesso, i Comandi e le unità di addestramento hanno dovuto affrontare maggiori difficoltà, in quanto c'è stata la simulazione  d'intervento in un ambiente caratterizzato da minacce cibernetiche  e da quelle chimico-biologiche  e radioattive(CBRN). Inoltre sono state testate anche le capacità delle unità militari italiane inserite nella NATO Very High Readiness Joint  Task Force(VJTF)ovvero la forza di intervento rapido dell'Alleanza Atlantica, della NATO in risposta alle crisi internazionali. La Difesa italiana è infatti responsabile per tutto il 2018 della gestione della NATO Response Force e grazie a questa esercitazione ha potuto raggiungere avere una preparazione davvero eccellente.

Condividi post

Repost0
9 maggio 2018 3 09 /05 /maggio /2018 18:12
Afghanistan:militari della Brigata Sassari addestrano esercito afgano per garantire sicurezza seggi elettorali
Afghanistan:militari della Brigata Sassari addestrano esercito afgano per garantire sicurezza seggi elettorali

Un assalto a sorpresa da parte di terroristi a tre seggi elettorali, alcuni elettori che vengono sequestrati allo scopo di boicottare le elezioni, ma alla fine vengono liberati dall'intervento delle forze di sicurezza afgane:questo lo scenario dell'esercitazione organizzata dal contingente italiano su base "Brigata Sassari". 

Sono entrate in azione  unità dell'Esercito e di quattro squadre delle forze speciali della Polizia,  di un team EOD, e degli assetti sanitari afgani, che hanno evidenziato un elevato livello di professionalità nell'applicare le procedure tecnico-tattiche per mettere in sicurezza l'intera area, l'irruzione negli edifici  e la liberazione finale degli ostaggi. 

Le elezioni in Afghanistan si avvicinano, e anche il timore di attentati. Per prevenirli questa esercitazione ha visto la partecipazione di circa 400 militari e poliziotti locali sotto la supervisione degli istruttori italiani con l'obiettivo di testare le capacità di Comando, Controllo e Comunicazione(C3)dell'Operation Coordination Centre Regional(OCCR)cioè la sala operativa che durante le elezioni politiche avrà il compito di garantire la sicurezza in tutta la regione Ovest dell'Afghanstan.

L'idea di questa esercitazione è nata dagli Advisors italiani(un'esercitazione di questo tipo era già stata portata a termine a marzo)con l'obiettivo di rendere il centro di coordinamento regionale e quelli provinciali totalmente competenti nell'essere in grado di applicare le procedure di  comando e controllo in modo da garantire la sicurezza ai cittadini afgani che andranno a votare.

E' proprio grazie a quest'attività di Train Advise and Assist(TAA)svolta dai militari italiani che le forze di sicurezza afgane riescono a gestire le attività operative con sempre maggiore sicurezza, per assicurare al popolo afgano, un loro diritto essenziale:esseri liberi di votare senza la minaccia dei terroristi.  

Afghanistan:militari della Brigata Sassari addestrano esercito afgano per garantire sicurezza seggi elettorali
Afghanistan:militari della Brigata Sassari addestrano esercito afgano per garantire sicurezza seggi elettorali
Afghanistan:militari della Brigata Sassari addestrano esercito afgano per garantire sicurezza seggi elettorali

Condividi post

Repost0
2 maggio 2018 3 02 /05 /maggio /2018 18:13
Afghanistan:militari della Brigata Sassari abilitano 12 istruttori polizia afgana a soccorso sanitario d'emergenza
Afghanistan:militari della Brigata Sassari abilitano 12 istruttori polizia afgana a soccorso sanitario d'emergenza

E' durato 3 settimane e si è concluso nei giorni scorsi, il corso"Train the Trainers(T3) svolto dagli istruttori del contingente italiano ad Herat, su base Brigata Sassari che ha portato all'abilitazione all'insegnamento di 12 agenti delle forze di polizia afgane.

I neo istruttori selezionati fra il personale con abilitazioni in materia sanitaria, dopo la frequenza di questo corso durato 3 settimane, ora potranno insegnare ed abilitare altri propri colleghi alle manovre di soccorso sanitario d'emergenza in ambiente tattico e di combattimento. Procedure per il trattamento delle ferite da ustione, da colpi d'arma da fuoco,  trattamento delle fratture, disostruzione delle vie aree anche attraverso le tecniche d'intubazione e dell'utilizzo della maschera laringea, oltrechè all'applicazione dei principi generici di primo soccorso e l'utilizzo del defibrillatore automatico:queste le materie del corso. 

Questi corsi organizzati dai militari del contingente italiano sono davvero importanti per le forze di sicurezza locali perchè le rendono autonome nell'auto formazione, Train the Trainers,  e consentono inoltre di incrementare il numero di personale altamente qualificato e preparato ad affrontare le situazioni di emergenza in ambiente ostile.  

Afghanistan:militari della Brigata Sassari abilitano 12 istruttori polizia afgana a soccorso sanitario d'emergenza
Afghanistan:militari della Brigata Sassari abilitano 12 istruttori polizia afgana a soccorso sanitario d'emergenza

Condividi post

Repost0