Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
14 gennaio 2015 3 14 /01 /gennaio /2015 20:35

foto-porataerei-charle-de-gaulle2.jpgIl Presidente della Repubblica Francois Hollande non si arrende davanti all'ISIS e risponde agli attentati di Parigi della settimana scorsa, facendo entrare in azione la poartaerei a propulsione nucleare "Charles de Gaulle".La portaerei servirà a dare manforte nelle operazioni alle truppe francesi e alla coalizione multinazione impegnata in Iraq contro l'ISIS.Attualmente la portaerei si trova in navigazione nel Golfo Persico."Di fronte al Jihaidismo, all'estremismo e al terrorismo, la Francia deve agire per sè stessa e per il mondo.Deve assistere quei paesi che fanno appello a Parigi nel quadro internazionale e con mandato dell'ONU"ha detto il Hollande, come riportato dal sito TGcom24."Se andiamo a lottare contro il terrorismo in Iraq è anche per la nostra propria sicurezza.L'obiettivo è ristabilire la sovranità irachena sull'intero territorio".

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
14 gennaio 2015 3 14 /01 /gennaio /2015 19:00

foto-maro-13-ottobre-copia-3.jpgAlla fine la Corte Suprema indiana ha deciso:il fuciliere del S.Marco Massimiliano Latorre potrà restare altri tre mesi in Italia per continuare la cura e la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico al cuore subito il 5 gennaio. "Permane la necessità di un prosieguo delle terapie consigliate ed un attento monitoraggio nelle prossime settimane dell'evoluzione della situazione clinica"fanno sapere dall'Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano.Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha cosi commentato la notizia:"Una notizia positiva.Ora bisogna lavorare a  una soluzione definitiva per entramni i marò" mentre il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, tramite Twitter ha commentato:"Bene la proroga per Latorre continuiamo a lavorare per Salvo Girone a soluzione definitiva".Dato che in questi tre anni di parole niente è stato fino ad ora concluso per liberare i due fucilieri del S.Marco, il momento per attuare un blitz e liberare Salvatore Girone è proprio questo:basterebbe solo organizzarlo e ci vorrebbe solo un ok.Ma a quanto pare è chiedere troppo.Il governo italiano preferisce la strada della diplomazia e delle belle parole. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
13 gennaio 2015 2 13 /01 /gennaio /2015 18:38

afghanistan-visita-del-com-coi-a-herat2.png"Dopo circa 13 anni stiamo concludendo il nostro impegno in questa terra, alla quale abbiamo dato molto e dalla quale abbiamo ricevuto molto."Queste le parole del Comandante del COI,il Generale di Corpo d'Armata Marco Bertolini ai militari schierati a Herat durante la sua visita al Train Advise Assist Command West(TAAC-W), comando multinazionale a guida italiana su base Brigata Bersaglieri"Garibaldi"nell'ambito della missione"Resolute Support"iniziata da pochi giorni.Il Generale di Brigata Maurizio Angelo Scardino, Comandante del TAAC-W, ha illustrato al Comandante del COI la nuova configurazione delle forze e le principali fasi della passaggio dalla missione ISAF a "Resolute Support".Il TAAC-W è anche impegnato nell'operazione ITACA2, con la quale sono trasportati in Italia oltre 13.000 metri di lineari di mezzi e materiali militari mediante un ponte aereo:l'operazione logistica più imponente mai vista dai tempi della seconda guerra mondiale.Non è mancato un ricordo per i 54 caduti italiani nella missione afgana"è proprio grazie al sacrficio di chi ha donato la propri vita che noi siamo oggi una Patria e questo sacrficio continua continua con il nostro impegno di tutti i giorni" ha detto il Generale di Corpo d'Armata Marco Bertolini.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
10 gennaio 2015 6 10 /01 /gennaio /2015 18:44

foto-maro-13-ottobre-copia-2.jpgIn questi giorni l'Alta Corte Indiana sta valutando la proroga del permesso di convalescenza per il fuciliere del S.Marco Mssimiliano Latorre, operato al cuore qualche giorno fa.Il militare non potrà rientrare in India a causa del delicato intervento chirurgico al quale è stato sottoposto e anche perchè dovrà fare dei controlli per valutare le sue condizioni di salute.Questo sarebbe il momento opportuno per provvedere in qualche modo, ovvero con un blitz, per liberare Salvatore Girone che si trova ancora in India dopo quasi tre anni.Perchè il governo non si decide ad agire concretamente?L'Italia resta a guardare mentre gli indiani alzano il tiro.La situazione per i nostri due fucilieri del S.Marco rischia di diventare ancore più pericolosa per la loro incolumità dopo le ultime dichiarazioni di un membro della NIA al quotidiano"The Economic Times".Secondo il quotidiano infatti, i due militari italiani hanno sparato con premeditazione contro il peschereccio St.Anthony uccidendo i due pescatori indiani.Il giornale inoltre riporta che la NIA ha"le prove che i fucilieri utilizzarono una forza letale senza provocazione alcuna(...)Un responsabile della NIA, rimasto anonimo, afferma inoltre che:"i fucilieri di Marina hanno commesso un omicidio indiscutibile, hanno sparato contro un peschereccio senza alcuna provocazione o senza alcuna indicazione reale che si trattasse di una unità di pirati, che 20 colpi sono stati sparati con armi automatiche contro i pescatori che erano solo a 125 metri dalla petroliera".La fonte anonima afferma inoltre che:"essendo alla loro prima missione antipirateria i fucilieri di Marina apparenetemente non erano ben addestrati a gestire questo tipo di problemi".Insomma per gli indiani i due fucilieri del S.Marco sono colpevoli nonostante ci siano le prove evidenti della loro innocenza(vedi articoli su questo stesso blog alla voce"Attualità")come ad esempio la traiettoria dei proiettili e il calibro stesso dei proiettili incompatibile con quello delle armi in dotazione alle forze NATO, solo per citarne qualcuna.Ma forse queste prove non sono sufficienti per il governo italiano che ancora una volta non agisce, e resta a guardare senza tirare fuori gli attributi.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
9 gennaio 2015 5 09 /01 /gennaio /2015 19:40

afghanistan-passaggio-di-consegne-al-TAAC-West.jpgE' avvenuto ieri presso la base di Camp Arena a Herat, il passaggio di consegne tra il Colonnello Jesus Biosca Vasquez e il Colonnello Michele Lombardi, già Comandante di Italfor.Con questa cerimonia il contingente italiano ha assunto il comando e la responsabilità della Forward Support Base(FSB)di Herat, la base dove ha sede il Train Advise Assist Command West(TAA-C)su base Brigata Bersaglieri, subentrando agli spagnoli.Alla cerimonia erano presenti autorità civili e militari afgane, il Tenente Generale Eugenio Ferrer Comandante del Mando Aereo de Combate dell'Ejercito dell'Aire spagnolo e il Generale di Brigata Maurizio Angelo Scardino, che ha ringraziato il Comandante cedente per l'operato e per il supporto fornito dai militari spagnoli.  Essi hanno svolto il loro lavoro con notevole impegno e dedizione per far funzionare alla perfezione una grande struttura dalla gestione davvero complessa.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
7 gennaio 2015 3 07 /01 /gennaio /2015 17:49

 


 Tre uomini incapucciati e vestiti di nero armati di kalashnikov e lanciarazzi hanno fatto irruzione stamattina nella redazione del settimanale francese satirico "Charlie Hebdo" compiendo una strage.A cadere sotto i colpi d'arma da fuoco, almeno dodici persone tra le quali il direttore del giornale, alcuni vignettisti e alcuni agenti di polizia.Ci sono inoltre otto feriti quattro dei quali sono gravissimi.Una vera e propria strage al termine della quale i tre uomini si sono impossessati di un'auto rubata ad un passante e sono fuggiti via al grido di"Allah Akbar".Il settimanale francese satirico pochi minuti prima della strage aveva postato su Twitter una vignetta satirica sil leader islamico Abu al Baghdadi e di recente aveva pubblicato delle vignette satiriche su Maometto.Intanto e' caccia all'uomo in tutta la Francia per catturare i colpevoli di questo barbaro attentato con posti di blocco ovunque,e' stata intensificata anche la vigilanza anche presso tutti gli edifici pubblici.Nei giorni scorsi come rivelato da alcuni fonti dell'intelligence sono stati sventati altri possibili attentati.Dopo la strage di Parigi sale l'allerta anche in Italia, al Viminale questo pomeriggio alle 16.30, è stato convocato il Comitato Strategico Antiterrorismo formato da esperti delle forze dell'ordine e dell'intelligence per esaminare con la massima attenzione le possibili minacce terroristiche islamiche dopo quanto accaduto a Parigi.E' stata inoltre intensificata la sorveglianza nelle redazioni dei giornali.
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
6 gennaio 2015 2 06 /01 /gennaio /2015 18:11

foto-massimiliano-latorre2-copia-1.jpgHa trascorso una notte tranquilla dopo l'intervento al cuore, il fuciliere del S.Marco Massimiliano Latorre.Ora dovrà trascorrere una lunga convalescenza a casa durante la quale dovrà sottoporsi ai controlli di rito.Oggi il militare ha ricevuto la visita del Ministro della Difesa Roberta Pinotti.I legali del fuciliere del S.Marco chiederanno sicuramente un rinvio per il suo rientro in India che dovrebbe avvenire il 12 gennaio.Sicuramente Massimiliano Latorre per quella data non potrà rientrare in India dopo l'intervento che ha subito: un viaggio così lungo e lo stress che dovrebbe affrontare sono certamente sconsigliati dopo aver un subito un intervento chirurgico cosi delicato.Intanto in India c'è fermento, il governo indiano auspica un processo rapido e senza più rinvii nei confronti dei due militari italiani accusati ingiustamente di avere ucciso due pescatori indiani nel 2012."Il processo ai due militari italiani si deve fare subito e senza rinvii,il governo deve agire contro l'Italia:dovrebbe mettergli pressione per il ritorno in India di Latorre in modo che i due possano andare a processo"queste le parole di Rashid Alvi, portavoce indiano del Congresso.Qui in Italia invece si dovrebbe mettere pressione al governo per risolvere il caso una volta per tutte.Cosa si aspetta a inviare le Forze Speciali a liberare Salvatore Girone in India? Cosa si aspetta a mettere da parte una volta per tutte gli interessi economici italiani in India:valgono forse di più della vita dei  due militari italiani?

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
5 gennaio 2015 1 05 /01 /gennaio /2015 15:13

foto-massimiliano-latorre-copia-1.jpgE' iniziato alle ore 8.30 l'intervento chirurgico al cuore al quale è stato sottoposto il fuciliere del S.Marco Massimiliano Latorre presso l'ospedale di S.Donato Milanese.L'intervento ha avuto un esito positivo, ed è stato necessario per eliminare un'anomalia cardiaca a causa della quale l'atrio destro comunica con l'atrio sinistro del cuore e questo può provocare ischemia cerebrale e trombosi.Il permesso di Massimiliano Latorre scade il 12 gennaio e forse saranno i medici a dover decidere se le condizioni di salute del fuciliere gli consentiranno il rientro in India.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
4 gennaio 2015 7 04 /01 /gennaio /2015 18:43

foto-massimiliano-latorre.jpgE' ricoverato da sabato per accertamenti presso l'ospedale di S.Donato milanese,il fuciliere del S.Marco Massimiliano Latorre.Si tratta di accertamenti per verificare le considizioni di salute del militare in seguito all'ischemia che lo aveva colpito a settembre in India.Intanto il Ministro degli Interni indiano alza il tiro e  fa sapere che"Noi abbiamo Girone"a sottolinerare il fatto che l'altro fuciliere del S.Marco, Salvatore Girone è la garanzia sicura che Latorre dovrà far ritorno in India il 13 gennaio come stabilito dal governo italiano per mantenere la promessa fatta agli indiani.Ma ci si chiede se date le sue condizioni di salute Massimiliano Latorre potrà davvero fare rientro in India il 13 gennaio?Questi sono giorni davvero decisivi per la risoluzione definitiva del caso dei due fucilieri del S.Marco ormai da quasi tre anni prigionieri degli indiani e accusati ingiustamente di un reato(l'uccisione di due pescatori indiani)che non hanno commesso.Concetto ribadito anche nella lettera della compagna di Massimiliano Latorre, Paola, in una sua lettera postata su Facebook.Di certo se il governo italiano consentirà il rientro di Latorre in India si verrà a ripetere una situazione già vista:i due militari italiani costretti a stare in India nell'attesa di un processo che viene rinviato dagli indiani, è il caso di dirlo, di anno in anno.Di anni ne sono già passati tre e sono troppi.La soluzione alternativa è:mandare all'aria gli interessi economici italiani in India, organizzare un blitz delle Forze Speciali Italiane per liberare Girone e ovviamente non consentire in alcun modo il rientro in India di Massimiliano Latorre, tenuto anche conto delle sue condizioni di salute.Cosa deciderà di fare il nostro governo?Il conto alla rovescia è già iniziato.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
2 gennaio 2015 5 02 /01 /gennaio /2015 21:54
foto-poliziotti-e-profughi1.jpgUn poliziotto scrive le sue riflessioni su un giorno come tanti altri passati in servizio.Ma è  una giornata particolare, perchè era il primo dell'anno. Nella sua breve ma intensa lettera, postata sulla pagina Facebook"Voci Uniformi", ci descrive le sue emozioni e i pensieri, mentre si occupa dei profughi scappati da una terra lontana.Sono uomini e donne ma anche bambini.
"E poi ripensi a chi ti chiama fascista, servo del potere, burattino drogato, senza cervello né sentimenti. Ci pensi mentre sei lì, impegnato a consolare dei bambini siriani, profughi sbarcati da qualche giorno assieme alla madre ed in attesa di normalizzare la propria situazione presso l'ufficio stranieri, per poter poi raggiungere i parenti all'interno della Comunità Europea. I bimbi non parla...no inglese perciò provi con ogni lingua: italiano, inglese, qualcuno azzarda il napoletano. Niente. Finisci a comunicare con gesti e disegni. Cerchi di tranquillizzarli offrendo loro merendine e bevande: i nostri generi di conforto. All'inizio appaiono diffidenti ma piano piano cedono e riesci a conquistare la loro fiducia.
Purtroppo il comportamento per nulla collaborativo della mamma fa perdere tanto tempo a tutti e innervosisce i piccoli che non capiscono.. E che forse, vista la situazione in cui versa il paese dal quale sono appena scappati, non sono abituati a vedere in una divisa la persona che ti può aiutare. Ma dopo un bel po' di tempo, tanta pazienza e nostra testardaggine riusciamo finalmente a far capire loro per quale motivo ci troviamo li, ed è allora che iniziano a farci vedere pupazzetti, giochi e finalmente dei sorrisi. Ecco un primo gennaio passato in un servizio un po' diverso dal solito. Ma non raccontatelo a certi antagonisti.. Non ci crederebbero!"Una giornata di servizio come tante altre, nella quale il regalo il più bello per questo poliziotto è stato il sorriso di quel bambino.Non conosciamo il nome di questo poliziotto, ma la sua testimonianza
ci ricorda l'importanza del lavoro di questi uomini e donne in divisa al servizio degli altri.Anche se è il primo di gennaio. 
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento