Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
17 ottobre 2012 3 17 /10 /ottobre /2012 13:50

afghanistan-alpini-catturano-insurgents-in-operazione-congi.jpgSono ventisei gli"insurgents"arrestati dagli Alpini del 9°Reggimento dell'Aquila, dal Military Advisory Team e dall'esercito afgano. L'arresto è avvenuto nel corso di una serie di operazioni congiunte che si sono svolte nei giorni scorsi nella provincia di Farah. L'obiettivo di queste operazioni è il controllo del territorio e dei movimenti dei vari gruppi di "imsurgents". Nel corso di queste operazioni, sono stati inoltre rinvenuti degli ordigni tra cui tredici sub-munizioni, due razzi Rpg, due razzi da 112 mm e una bomba d'aereo. Sono stati poi i militari del 32°Reggimento Genio Guastatori che hanno provveduto a far brillare gli ordigni. L'operazione ha visto entrare in azione anche i "Raven",i velivoli senza pilota del 41° Reggimento Cordenons di Sora, che hanno monitorato l'intera operazione dall'alto.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
16 ottobre 2012 2 16 /10 /ottobre /2012 15:10

afghanistan-militari-isaf-in-azione-arrestati-lead-copia-1.jpg Era a capo di un gruppo di"insurgents" ed aveva un ruolo chiave. E'stato catturato oggi in un'operazione congiunta del contingente ISAF e dell'esercito afgano, nella provincia di Nangahar. Durante la stessa operazione sono state sequestrate armi e componenti da mortaio. Due "insurgents" sono stati catturati a Knadahar, e altri gruppi a nell'Helmand in un'altra operazione. Sempre oggi, nella provincia di Ghazni, il contingente ISAF ha catturato un importante leader talebano della rete di Haqqani:era un leader che coordinava gli attacchi contro le forze della coalizione e quelle dell'esercito afgano, e riforniva di armi vari gruppi di"insurgents" presenti nella provincia di  Logar. Catturati altri gruppi di sospetti"insurgents". E se da una parte con queste operazioni il contigente ISAF e l'esercito cercano di arginare i vari gruppi di"insurgents" purtroppo è di oggi la notizia che alcuni talebani hanno incendiato una scuola femminile in quella che sembra essere una guerra senza fine.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
12 ottobre 2012 5 12 /10 /ottobre /2012 14:15

afghanistan-militari-italiani-inaugurano-scuola-a-herat.jpgHa otto aule con banchi lavagne e cattedre e potrà essere frequentata da ben 300 bambini e bambine del villaggio di Bad I Sabah, in provincia di Herat. La scuola è stata inagurata nei giorni scorsi dai militari del contigente italiano. E' stata costruita  dal CIMIC(Cooperazione Civile e Militare) dal PRT su base 1°Reggimento Artiglieria da montagna e dal CIMIC del group South. Oltre alla scuol,a i militari italiani hanno anche provveduto a rafforzare gli argini di un torrente nei pressi di un villaggio, sempre nella provincia di Herat in vista della stagione delle piogge. Hanno posizionato dodici gabbioni di contimento nell'alveo del torrente proprio per evitare il suo strariparmento e assicurare in questo modo protezione agli abitanti del villaggio.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
11 ottobre 2012 4 11 /10 /ottobre /2012 16:54

afghanistan-carabinieri-del-tuscania-portano-a-termine-cors.jpgIl loro è davvero un ruolo molto importante nell'ambito della missione ISAF:l'addestramento della polizia afgana, che dopo il ritiro dei vari contingenti, si troverà a dover gestire la criminalità locale. Sono i Carabinieri del Tuscania della Task Force South su base 9°Reggimento Alpini, che si occupano dell' addestramento degli agenti afgani e facendo da collegamento tra il 606° corpo di polizia afgano e la Task Force South nelle operazioni congiunte.  Proprio nei giorni scorsi, presso la base operativa avanzata di Farah, i Carabinieri del Tuscania e del team del PAT(Police Advisor Team)hanno portato a termine un corso di orientamento e topografia ai poliziotti afgani. Durante il corso gli agenti afgani hanno appreso ad utilizzare la bussola e il coordinatometro, in modo da riuscire ad individuare con esattezza e precisione un punto di stazione. Il corso è stato sia teorico che pratico, ed è solo uno dei tanti corsi di addestramento che vengono svolti dai Carabinieri:agli agenti afgani viene insegnato non solo come maneggiare correttamente le armi, ma anche la la raccolta di prove  e l'analisi della scena del crimine(Collection of Evidence and Exploitation of Crime Scene), inoltre vengono svolti anche dei corsi sepcifici per l'addestramento degli agenti adibiti alle scorte. Un lavoro davvero di primo piano quello dei Carabinieri del Tuscania ma anche molto rischioso:sono numerosi i casi di terroristi in uniforme afgana che si infiltrano tra le fila dell'esercito e della polizia afgana per poi fare fuoco contro i militari delle forze alleate uccidendoli. I talebani non si arrendono e cercano di contrastare l'addestramento della polizia afgana.  Ma nonostante tutto, i Carabinieri continuano a svolgere il loro delicato quanto importante lavoro con il massimo della professionalità e dedizione. E' anche con l'addestramento della polizia afgana che si cerca di costruire un futuro migliore per questo popolo.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
9 ottobre 2012 2 09 /10 /ottobre /2012 16:33

afghanistan-contingente-isaf-in-operazione-congiunta-arrest.jpgE' stata una giornata davvero impegnativa per il contingente ISAF quella di oggi. Durante un'operazione congiunta con il supporto dell'esercito afgano, i militari dell'ISAF hanno arrestato un talebano della rete di Haqqani, ritenuto responsabile di avere organizzato attacchi contro le forze della coalizione e quelle afgane. Durante l'operazione i militari hanno inoltre sequestrato un notevole quantitativo di armi, tra le quali delle granate e del materiale utile alla fabbricazione di IED. Sempre oggi, nella provincia di Kandahar, i militari dell'ISAF hanno arrestato un facilitatore talebano che fabbricava IED e provvedeva inoltre a fornirli a gruppi di"insurgents". Il talebano in questione è sospettato di essere coinvolto inoltre nella pianificazione e realizzazione di attacchi con IED contro il contingente ISAF e l'esercito afgano. Sempre nel corso della stessa operazione sono stati arrestati altri"insurgents"sequestrate armi e sostenza stupefacenti.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
5 ottobre 2012 5 05 /10 /ottobre /2012 14:04

afghanistan-militari-italiani-trovano-e-neutralizzano-ordig.jpgGli ordigni erano ben occultati ed in ottimo stato:pronti per essere utilizzati in attentati contro l'esercito afgano e il contingente ISAF. Sono stati ritrovati durante un'operazione congiunta, conclusasi ieri dalle forze di sicurezza locali in collaborazione con la Task Force South dislocata a Farah. Sono entrati in azione in azione i militari del 9°Reggimento dell'Aquila e i Bersaglieri del8°Reggimento di Caserta, che hanno messo in sicurezza la zona situata a 2 km dal villaggio di Shak. Successivamente le squadre specializzate del 32°Reggimento Genio hanno individuato e fatto brillare gli ordigni:due razzi da 107 mm e sei razzi da 122 mm. Un 'altra operazione conclusasi con successo per il contingente italiano.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
4 ottobre 2012 4 04 /10 /ottobre /2012 15:36

afghanistan-operazione-isaf.jpgE' durata sei giorni l'operazione congiunta dell'Isaf e dell'esercito afgano, che ha portato all'uccisione di trenta "insurgents",tra i quali c'erano alcuni talebani che avevano un ruolo di spicco all'interno della rete degli"insurgents". Durante la stessa operazione sono stati inoltre  arrestati anche altri trenta trenta "insurgents". L'operazione è stata condotta nel distretto di Chak nella provincia di Wardack.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
3 ottobre 2012 3 03 /10 /ottobre /2012 15:30

afghanistan-attentato-contro-militari-italiani-copia-1.jpgLo Ied è esploso mentre stava passando un "Buffalo" con a bordo dei militari italiani. Il mezzo è rimasto danneggiato mentre i militari italiani sono rimasti illesi. L'attentato è accaduto stamattina nella zona ovest dell'Aghanistan tra Bala Baluk e Farah. Proprio nei giorni scorsi e fino a ieri, si sono svolte delle importanti operazioni che hanno portato alla cattura di alcuni capi talebani alcuni dei quali facenti parte della rete di Haqqani. Evidentemente queste operazioni disturbano gli"insurgents"sempre pronti a piazzare i micidiali IED lungo i bordi delle strade percorse dal contigente ISAF.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
3 ottobre 2012 3 03 /10 /ottobre /2012 13:36

C'è gruppo di ragazzi che dal 29 settembre si trova davanti al Parlamento italiano, oggi è nei pressi di  Porta S.Giovanni, per cercare di coinvolgere il maggiore numero  possibileroma-i-ragazzi-della-catena-umana-attorno-al-parla-copia-1.jpgdi italiani, in quella che dopo quella spagnola e greca, dovrebbe essere la rivoluzione italiana.La rivoluzione contro la Casta e i suoi privilegi, contro i parlamentari italiani corrotti e per ridare la dignità al popolo italiano. Agiscono nel silenzio più assoluto ignorati dai media, hanno creato la loro pagina su facebook"Catena umana attorno al Parlamento italiano"che vanta ben 44.357 "mi piace"che aumentano di minuto in minuto. Sulla loro pagina nella presentazione, si legge"una non-pagina...un percorso rivoluzionario che ci condurrà insieme a tanti fratelli e sorelle italiani ad  assediare Roma e a conquistarla, cacciando non solo i politici, ma tutti coloro che hanno contribuito al sistema che ci ha condotti alla rovina!La catena umana è un simbolo forte, così come lo è il Parlamento, sveglia tu che dormi!". Proclamano di essere "contro la censura del regime, contro i poteri forti e affermano che se ne andranno via, solo quando il Capo dello Stato si sarà dimesso e i parlamentari saranno stati arrestati, perchè il popolo unito è invincibile". Hanno già fatto le prove tecniche della rivoluzione il 29 settembre, quando sono riusciti a portare davanti a Parlamento 300 persone:cosa non da poco, considerato il fatto che gli italiani si sa, si muovono in grandi masse solo quando c'è da acquistare l'ultimo modello di I-phone. Ci riproveranno di nuovo il 6 ottobre, forti di un consenso sempre maggiore da parte della gente. Gli italiani  si identificano nella missione di questo gruppo di ragazzi e dalle tastiere  loro Pc digitano parole di incoraggiamento, come ad esempio un'edicolante"Siete meravigliosi, sono un'edicolante e sono sola, non posso venire da voi anche se ardo dal desiderio di essere lì.Vi assicuro che tutti i miei clienti oltre al mucchio di falsità scritte che si portano via sotto il braccio,ricevono notizie  vere e fresche e piene di speranza sulla Catena Umana e dei suoi meravigliosi fiori.W 'Italia", "Scrivo a nome dei 1886 vincitori di concorso nei Carabinieri, qualora le risposte continueranno ad essere inadeguate al nostro problema, ci uniremo a voi nei prossimi giorni.Dove dormite?Potremmo unirci?" un altro utente scrive"se si riesce a protestare senza fare danno possiamo essere uniti alle Forze Armate così potremmo vincere una volta per tutte". I ragazzi della Catena Umana sono contrari ad ogni forma di manifestazione violenta, come anche affermato sulla loro pagina Facebook. L'interrogativo è:riusciranno questi ragazzi a far schiodare gli italiani dai loro pc e a farli passare da una rivoluzione virtuale a quella reale, a farli scendere tutti in piazza davanti al Parlamento? Riusciranno i ragazzi della Catena Umana a dare la sveglia agli italiani?L'impresa è davvero ardua. Non resta che aspettare i prossimi giorni e vedere cosa succederà il 6 ottobre.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
1 ottobre 2012 1 01 /10 /ottobre /2012 14:46

afghanistan-attentato-contro-pattuglia-isaf-a-khost-14-mort.jpgI militari dell'ISAF erano impegnati in un pattugliamento a Khost, quando sono stati attaccati da un uomo che indossava un uniforme afgana. Nell'attentato kamikaze avvenuto nei pressi del mercato, sono rimasti uccisi tre militari statunitensi, 14 sono i morti e 37 i feriti, anche se da fonti sanitarie si apprende che potrebbero essere molti di più."E' stato computo da un eroe, un mujahidi di nome Shahaib, venuto da Kunduz."Con queste parole i talebani hanno voluto rivendicare l'ennesimo attentato ai danni del contingente ISAF, in una guerra che pare davvero infinita. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento