Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
25 ottobre 2012 4 25 /10 /ottobre /2012 17:52

afghanistan-morto-l-alpino-ferito-in-attacco-insurgents.jpgE' morto uno dei quattro Alpini feriti nell'attacco degli"insurgents"stamattina nei pressi di Farah. Si chiamava Tiziano Chierotti, aveva 24 anni ed era un  Caporale in forza al 2°Reggimento Alpini di Cuneo, inquadrato nella Brigata Taurinense come i suoi tre colleghi. Le sue condizioni erano apparse le più gravi, ferito all'addome era stato sottoposto ad intervento chirurgico presso l'ospedale di Farah. Le sue condizioni si sono ulteriormente aggravate e a niente sono valsi i ripetuti tentativi di rianimazione. I suoi tre colleghi hanno riportato ferite alle gambe e non sono in pericolo di vita. L'attacco contro la pattuglia di Alpini del 2°Reggimento è avvenuto nella tarda mattinata quando i militari italiani erano impegnati in un'operazione congiunta assieme ai militari afgani e sono stati attaccati sia con armi leggere che con razzi Rpg. Nell'attacco era rimasto ucciso anche un soldato afgano.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
25 ottobre 2012 4 25 /10 /ottobre /2012 13:01

afghanistan-attacco-a-militari-italiani-4-feriti.jpgErano le ore 13.40 locali quando un gruppo di "insurgents"ha attaccato con colpi di arma di fuoco leggere e razzi Rpg una pattuglia di militari italiani del 2°Reggimento Alpini, impegnati in un'operazione congiunta con 207°corpo dell'esercito afgano. L'attacco è avvenuto a 20 km dalla base operativa avanzata "Lavaredo"a Farah. I militari hanno prontamente risposto all'attacco, quattro soldati italiani sono rimasti feriti. Tre di loro hanno riportato ferite alle gambe, mentre il quarto, ferito all'addome in condizioni più gravi, è stato sottoposto a intervento chirurgico. immmediatamente soccorsi, sono stati evacuati presso l'ospedale di Farah:non sono in pericolo di vita. Un militare afgano è rimasto ucciso.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
24 ottobre 2012 3 24 /10 /ottobre /2012 14:25

afghanistan-in-operazione-congiunta-militari-isaf-catturano.jpgGiornata di intense operazioni del contingente ISAF e dell'esercito afgano nella provincia di Logar, che ha portato alla cattura di un leader talebano. E' successo oggi durante un'operazione congiunt.Il leader catturato aveva stretti contatti con la rete di Haqqani, ed inoltre è stato responsabile della pianficazione di attacchi esplosivi con IED sia contro le truppe della caoalizione che quelle afgane. Durante l'operazione, i militari hanno anche sequestrato delle armi e delle granate e catturato due sospetti"insurgents". Sempre oggi nell'Helmand durante un' altra operazione di sicurezza sono stati catturati tre insorti. Ieri invece sempre in un'operazione congiunta, i militari dell' ISAF e quelli afgani, hanno ucciso due"insurgents"dopo che questi ultimi li avevano attaccati a colpi di arma da fuoco durante un pattugliamento nella provincia di Wardack. I militari della coalizione hanno ingaggiato gli"insurgents"uccidendone due e costringendo un terzo ad abbandonare la zona. Forze della coalizione e e afgane hanno confermato l'arresto di un altro leader talebano nella provincia di Kandahar, durante la stessa operazione e la cattura di altri tre "insurgents". Il leader talebano catturato è stato responsabile di diversi attacchi realizzati con IED sia contro le truppe ISAF che quelle afgane. Sono stati sequestrati inoltre 455 kg di droga, materiale per la fabbricazione di esplosivi, oppio, hashish, e nitrato di ammonio, nella provincia di Nimroz. Ma la guerra non si ferma, a pagare con la vita sono anche i civili:l'altro giorno in un raid ISAF sono morti quattro bambini mentre  tre civili risultano dispersi a Logar, a sud di Kabul. Che si sia trattato o meno di un errore, sono altre vittime innocenti di una guerra senza fine.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
21 ottobre 2012 7 21 /10 /ottobre /2012 16:57

operazione-grasshopper.jpg"Grasshopper"(cavalletta)questo il nome in codice dell'operazione portata a termine dai militari italiani qualche giorno fa. L'operazione è stata coordinata dalla Task Force South, e ha avuto come obiettivo il trasporto tattico di un battaglione del 207°corpo dell'esercito afgano dalla base di Farah alla base situata nel Gulistan. L'operazione è stata divisa in due fasi:durante la prima fase sono entrati in azione gli Alpini del 3°Reggimento che con un mezzo tattico di "air assault"hanno reso sicura la zona dell'atterraggio nei pressi della Fob, mentre nella seconda fase è stato completato il trasporto dei militari afgani, scortati dagli Alpini del 9°Reggimento e dai Military Advisor Team. L'operazione si è svolta in tre giorni e con un totale di nove missioni per cento ore di volo complessive.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
18 ottobre 2012 4 18 /10 /ottobre /2012 16:02

carabinieri.jpgL'Italia si sa non è un paese per giovani ,ma soprattutto non è un paese dove non si hanno certezze. Non si ha nemmeno  più la certezza che ciò che è scritto nero su bianco sul bando ufficiale di un concorso per l'arruolamento di 1.886 allievi Carabinieri bandito dal Ministero della Difesa ,sia vero. Sì perchè nel bando i posti erano 1.186. Ma ci sono stati i tagli, (si sa siamo in tempo di crisi e di spending review), e allora all'improvviso ecco che con una bella sforbiciata i posti  nella graduatoria uscita il 28 settembre 2012, si sono ridotti a 211. La cosa scandalosa è che questa riduzione di posti è avvenuta mentre il concorso era già in atto. Tanti i concorrenti che si sono preparati, hanno studiato, hanno superato le prove fisiche, e hanno vinto il concorso. Chi ha vinto entrerà direttamente nell'Arma, ma gli altri idonei invece dovranno restare a casa per via dei tagli. Oltre il danno una vera e propria ingiustizia. Tanta la delusione, l'amarezza, ma anche l'indignazione:infuria la protesta degli idonei sul web, solo sul web perchè ai media non sembra interessare questa ennesima ingiustizia tutta italiana. Nessuno si è preoccupato di informare i concorrenti della riduzione dei posti con una comunicazione ufficiale. "Non pensavo che potesse succedere a concorso ormai iniziato. Un bando uscito a febbraio 2012, che viene tagliato così drasticamente e senza nessuna comunicazione ufficiale sulla riduzione.Io chiedo allo Stato che non ci abbandoni per la strada e che vengano approvati emendamenti e mozioni a sostegno ed assorbimento della nostra graduatoria." Queste le parole di Stefano, 22 anni, uno degli idonei al concorso, in una sua dichiarazione al Tirreno.it. E viene da chiedersi:ma in Italia esiste davvero lo Stato?

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
17 ottobre 2012 3 17 /10 /ottobre /2012 13:50

afghanistan-alpini-catturano-insurgents-in-operazione-congi.jpgSono ventisei gli"insurgents"arrestati dagli Alpini del 9°Reggimento dell'Aquila, dal Military Advisory Team e dall'esercito afgano. L'arresto è avvenuto nel corso di una serie di operazioni congiunte che si sono svolte nei giorni scorsi nella provincia di Farah. L'obiettivo di queste operazioni è il controllo del territorio e dei movimenti dei vari gruppi di "imsurgents". Nel corso di queste operazioni, sono stati inoltre rinvenuti degli ordigni tra cui tredici sub-munizioni, due razzi Rpg, due razzi da 112 mm e una bomba d'aereo. Sono stati poi i militari del 32°Reggimento Genio Guastatori che hanno provveduto a far brillare gli ordigni. L'operazione ha visto entrare in azione anche i "Raven",i velivoli senza pilota del 41° Reggimento Cordenons di Sora, che hanno monitorato l'intera operazione dall'alto.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
16 ottobre 2012 2 16 /10 /ottobre /2012 15:10

afghanistan-militari-isaf-in-azione-arrestati-lead-copia-1.jpg Era a capo di un gruppo di"insurgents" ed aveva un ruolo chiave. E'stato catturato oggi in un'operazione congiunta del contingente ISAF e dell'esercito afgano, nella provincia di Nangahar. Durante la stessa operazione sono state sequestrate armi e componenti da mortaio. Due "insurgents" sono stati catturati a Knadahar, e altri gruppi a nell'Helmand in un'altra operazione. Sempre oggi, nella provincia di Ghazni, il contingente ISAF ha catturato un importante leader talebano della rete di Haqqani:era un leader che coordinava gli attacchi contro le forze della coalizione e quelle dell'esercito afgano, e riforniva di armi vari gruppi di"insurgents" presenti nella provincia di  Logar. Catturati altri gruppi di sospetti"insurgents". E se da una parte con queste operazioni il contigente ISAF e l'esercito cercano di arginare i vari gruppi di"insurgents" purtroppo è di oggi la notizia che alcuni talebani hanno incendiato una scuola femminile in quella che sembra essere una guerra senza fine.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
12 ottobre 2012 5 12 /10 /ottobre /2012 14:15

afghanistan-militari-italiani-inaugurano-scuola-a-herat.jpgHa otto aule con banchi lavagne e cattedre e potrà essere frequentata da ben 300 bambini e bambine del villaggio di Bad I Sabah, in provincia di Herat. La scuola è stata inagurata nei giorni scorsi dai militari del contigente italiano. E' stata costruita  dal CIMIC(Cooperazione Civile e Militare) dal PRT su base 1°Reggimento Artiglieria da montagna e dal CIMIC del group South. Oltre alla scuol,a i militari italiani hanno anche provveduto a rafforzare gli argini di un torrente nei pressi di un villaggio, sempre nella provincia di Herat in vista della stagione delle piogge. Hanno posizionato dodici gabbioni di contimento nell'alveo del torrente proprio per evitare il suo strariparmento e assicurare in questo modo protezione agli abitanti del villaggio.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
11 ottobre 2012 4 11 /10 /ottobre /2012 16:54

afghanistan-carabinieri-del-tuscania-portano-a-termine-cors.jpgIl loro è davvero un ruolo molto importante nell'ambito della missione ISAF:l'addestramento della polizia afgana, che dopo il ritiro dei vari contingenti, si troverà a dover gestire la criminalità locale. Sono i Carabinieri del Tuscania della Task Force South su base 9°Reggimento Alpini, che si occupano dell' addestramento degli agenti afgani e facendo da collegamento tra il 606° corpo di polizia afgano e la Task Force South nelle operazioni congiunte.  Proprio nei giorni scorsi, presso la base operativa avanzata di Farah, i Carabinieri del Tuscania e del team del PAT(Police Advisor Team)hanno portato a termine un corso di orientamento e topografia ai poliziotti afgani. Durante il corso gli agenti afgani hanno appreso ad utilizzare la bussola e il coordinatometro, in modo da riuscire ad individuare con esattezza e precisione un punto di stazione. Il corso è stato sia teorico che pratico, ed è solo uno dei tanti corsi di addestramento che vengono svolti dai Carabinieri:agli agenti afgani viene insegnato non solo come maneggiare correttamente le armi, ma anche la la raccolta di prove  e l'analisi della scena del crimine(Collection of Evidence and Exploitation of Crime Scene), inoltre vengono svolti anche dei corsi sepcifici per l'addestramento degli agenti adibiti alle scorte. Un lavoro davvero di primo piano quello dei Carabinieri del Tuscania ma anche molto rischioso:sono numerosi i casi di terroristi in uniforme afgana che si infiltrano tra le fila dell'esercito e della polizia afgana per poi fare fuoco contro i militari delle forze alleate uccidendoli. I talebani non si arrendono e cercano di contrastare l'addestramento della polizia afgana.  Ma nonostante tutto, i Carabinieri continuano a svolgere il loro delicato quanto importante lavoro con il massimo della professionalità e dedizione. E' anche con l'addestramento della polizia afgana che si cerca di costruire un futuro migliore per questo popolo.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
9 ottobre 2012 2 09 /10 /ottobre /2012 16:33

afghanistan-contingente-isaf-in-operazione-congiunta-arrest.jpgE' stata una giornata davvero impegnativa per il contingente ISAF quella di oggi. Durante un'operazione congiunta con il supporto dell'esercito afgano, i militari dell'ISAF hanno arrestato un talebano della rete di Haqqani, ritenuto responsabile di avere organizzato attacchi contro le forze della coalizione e quelle afgane. Durante l'operazione i militari hanno inoltre sequestrato un notevole quantitativo di armi, tra le quali delle granate e del materiale utile alla fabbricazione di IED. Sempre oggi, nella provincia di Kandahar, i militari dell'ISAF hanno arrestato un facilitatore talebano che fabbricava IED e provvedeva inoltre a fornirli a gruppi di"insurgents". Il talebano in questione è sospettato di essere coinvolto inoltre nella pianificazione e realizzazione di attacchi con IED contro il contingente ISAF e l'esercito afgano. Sempre nel corso della stessa operazione sono stati arrestati altri"insurgents"sequestrate armi e sostenza stupefacenti.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento