Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
20 giugno 2012 3 20 /06 /giugno /2012 13:30

E' stata organizzata dal Comando del Rc-West, su base Brigata Bersaglieri Garibaldi, e si è svolta ieri, presso Camp Arena, la Conferenza sullo sviluppo dell'Afghanistan occidentale. Durante la conferenza si sono affrontati dei temi molto importanti come la fase di transizione con il traferimento graduale della responsabiltà alle autorità e all'esercito afgano che sta procedendo secondo il calendario stabilito, dei progetti che sono stati realizzati dal PRT e di quelli che verranno realizzati come una diga per incentivare lo sviluppo agricolo del paese,dei lavori di ampliamento dell'aeroporto di Herat,presto trasformato in scalo internazionale,dei lavori di completamento della "Ring Road"la principale via di comunicazione del paese.camp arena conferenza futuro afghanistanAlla conferenza erano presenti il Generale Luigi Chiapperini, Comandante del Rc-West, il Dott. Mohammed Daud Saba Governatore di Herat, e i governatori di Ghor, Baghdis e Farah assieme ai rappresentanti del governo di Kabul, i rappresentanti delle Ambasciate, dei Consolati e del PRT italiano, spagnolo,americano e lituano.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
18 giugno 2012 1 18 /06 /giugno /2012 12:21

afghanistan bersaglieri entrano in azione e sventano attaccErano impegnati in un'attività di KLE(Key Leaders Engagement) i militari italiani della Task Force South East su base 1°Reggimento Bersaglieri Cosenza, quando l'esplosione di uno IED ha investito il loro convoglio L'attentato è avvenuto alle ore 10.30 locali, le ore 08.00 in Italia) a 1 km dalla base avanzata"Lavaredo"nell'area di Bakwa. I 2 Bersaglieri hanno riportato delle contusioni, sono rimasti sempre coscienti e hanno potuto avvertire personalmente le loro famiglie per rassicurarle. Un periodo davvero ad alta tensione per il contingente italiano:l'altro giorno altri militari sono rimasti feriti, sempre a causa dell'esplosione di uno IED nella zona di Farah.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
16 giugno 2012 6 16 /06 /giugno /2012 13:23

afghanistan-esplode-ied-feriti-4-militari-italiani-copia-1.jpg Si trovano ancora in infermeria a Camp Arena, i 4 militari italiani feriti  rimasti coinvolti ieri nello scoppio di uno IED. Presto verranno dimessi, come infatti ha affermato il Ten. Colonnello Francesco Tirino, del contingente italiano le loro condizioni non destano preoccupazione. I 4 militari sono rimasti sempre coscenti e hanno potuto chiamare di persona i loro familiari per rassicurarli. L'esplosione dello IED è avenuta ieri alle ore 17.00 locali a circa 39 km dalla Fob "Dimonius"a sud-est dell'area di Farah, una delle zone più pericolose e arischio di attacco di"insurgents".Una pattuglia della Task Force su base Reggimento Cavalleggeri"Guide" e 21°Reggimento Guastatori impegnata in un pattugliamento, è rimasta conivolta nell'esplosione. Quattro i militari rimasti contusi che hanno ricevuto prontamente sul posto le prime cure  per poi essere trasportati in elicottero a Camp Arena. Per fortuna solo qualche contusione e tanto spavento.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
14 giugno 2012 4 14 /06 /giugno /2012 14:13

operazione-zafar-4.jpgSi è conclusa dopo 5 giorni a Shewan, un villaggio nella provincia di Farah, l'"Operazione Zafar 4". Obiettivo: contrastare il terrorismo e liberare il territorio dalla presenza degli"insurgents". L'operazione ha visto impegnati 700 uomini, i militari italiani della Task Force South, su base Reggimento Cavalleggeri "Guide" e le forze di sicurezza afgane. L'area interessata dall'operazione è stata liberata dagli"insurgents", e sono state fermate 23 persone. Anche questa volta operazione portata a termine con successo dai militari italiani. Un altro obiettivo importante è stato raggiunto rendendo più sicura la vita di questi abitanti dei villaggi e contrastando la criminalità. Più importante ancora, il fatto che le forze di sicurezza afgane dopo l'addestramento ricevuto dal contingente italiano stanno dimostrando di sapere agire sempre più autonomamente durante queste operazioni nell'ambito del delicato processo di transizione.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
12 giugno 2012 2 12 /06 /giugno /2012 13:10

aves-in-afghanistan.jpgFanno parte della EES, ovvero la componente Elicotteri da Esplorazione e Scorta dell'AVES. I Mangusta A-129 hanno iniziato ad operare nel taeatro afgano nel 2007. Per gli schieramenti e i  decolli veniva utilizzata la piazza di un mercato, quello di Qa'EH-Ye Now. Ora i decolli vengono effettuati dall'aeroporto di Herat. I Mangusta hanno superato le 7.000 ore di volo nella loro missione afgana, ritagliandosi un ruolo di primo piano grazie alla loro versatilità:sono infatti in gardo di volare in condizioni estreme  e anche ad altitudini molto elevate. I Mangusta svolgono un ruolo molto importante nell'ambito della missione afgana:sono sia una forza di manovra che un'unità di supporto alle unità dispiegate a terra, alle quali garantiscono protezione e sicurezza, assicurano protezione ai vari reparti delle Forze Armate che si avvicdendano in teatro. Il loro ruolo è sempre più importante: specie ora che si è nella delicata fase di transizione e il loro impiego è sempre più richiesto a supporto di tutte le attività del RC-West.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
11 giugno 2012 1 11 /06 /giugno /2012 18:13

afghanistan-terremoto-almeno-10-i-feriti.jpgE' di almeno 10 feriti un primo bilancio provvisorio del terremoto in Afghanistan. Molte le persone rimaste sepolte tra le macerie. Le scosse avvertite sono state due a distanza ravvicinata di magnitudo 5.4 e 5.7 della Scala Richter alle ore 9.32 locali. L'epicentro è stato localizzato nella zona montagnosa dell'Hindu Kush, ma le scosse sono state avvertite distintamente anche a Kabul. I danni più gravi si registrano nella provincia di Baghlan,a Kunduz e Tahkar, tutte zone montagnose nelle quali le abitazioni dei villaggi(abbastanza fragili) sono crollate sul terreno che franava. La gente dei villaggi impaurita è scesa immediatamente per strada. A Baghlan ci sono stati 9 feriti, smottamenti del terreno e molte case danneggiate. Un periodo davvero senza pace per questo paese martoriato dalla guerra, ma anche dalle forze della natura:quest'inverno per l'Afghanistan è stato uno dei più rigidi con nevicate intense alluvioni e allagamenti e adesso il terremoto.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
11 giugno 2012 1 11 /06 /giugno /2012 14:35

l'eco dei miei passi a kabul-copia-1La sua missione in Afghanistan è durata circa un anno, era il 2008 quando è stato assegnato al Comando NATO della missione ISAF a Kabul. Il Capitano dell'Esercito  Giuseppe Amato, durante i lunghi mesi di missione ha tenuto un diario, dove annotava durante la notte, tutto ciò che gli accadeva durante il giorno. Brevi appunti, impressioni e riflessioni. Al rientro in Italia, ha deciso di mettere nero su bianco questi suoi pensieri e racconti di quanto aveva vissuto in prima persona. Con uno stile semplice, immediato, diretto, spartano e proprio per questo molto avvincente. Il libro"L'eco dei mei passi a Kabul"edito da Mursia, si può trovare in libreria e anche acquistare on line, e sta riscuotendo grandi successi di pubblico e di critica. Verrà presentato ufficialmente a Grottole(MT)il prossimo 7 agosto.  Un libro nel quale il Capitano Amato raconta scorci della vita quotidiana in missione, l'impegno, la passione con la quale i soldati italiani svolgono il loro lavoro, l'esperienza lavorativa a stretto contatto con i colleghi della missione ISAF, il contatto con la polpolazione afgana, ma anche momenti drammatici come la morte in un attentato di sei militari della Folgore. Un libro nato dall'esigenza di raccontare come è la vita in missione per farla comprendere da chi in missione non ci va, da chi resta a casa ad aspettare con ansia il rientro dei soldati, dalla gente comune che spesso le uniche notizie che ha su quanto accade in Aghanistan sono quelle poche dei telegiornali, e troppo spesso sono brutte notizie.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
9 giugno 2012 6 09 /06 /giugno /2012 17:56

afghanistan-morti-4-soldati-francesi-in-attacco-kamikaze-de.jpgL'agguato dei talebani ai danni di un convoglio di soldati francesi dell'ISAF è avvenuto stamattina, nella provincia di Nijarab, nella provincia di Kapisa a nord est di Kabul. Un kamikaze talebano si è fatto esplodere contro un convoglio militare. Il bilancio è di 4 soldati morti, altri cinque sono rimasti feriti dei quali tre sono gravi. L'attentato è stato rivendicato dai talebani che sostengono di avere ucciso dieci soldati. La Francia è in procinto di ritirarsi dall'Afghanistan, come aveva promesso il Presidente francese Holland alcune settimane fa. Questo ennesimo attentato dimostra come il contingente ISAF sia ormai sempre più nel mirino dei talebani. Una situazione sempre più ad alta tensione in tutto il paese, dove gli attacchi kamikaze che vedono coinvolti anche i civili sono ormai all'ordine del giorno.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
8 giugno 2012 5 08 /06 /giugno /2012 12:43

        Afghanistan bersaglieri rivengono ied durante pattugliamentNel distretto di Bakwa ieri mattina, durante un'operazione congiunta con le forze di sicurezza afgane, i Bersaglieri della Task Force South East,  su base 1°Reggimento di Cosenza, hanno rinvenuto quattro IED. Il rinvenimento dei micidiali ordigni esplosivi è avvenuto a 4 km dalla base operativa avanzata"Lavaredo". L'operazione congiunta aveva proprio come obiettivo  la ricerca e la bonifica del territorio da IED. Gli ordigni esplosivi sono stati fatti brillare sul posto dai militari del 21°Reggimento Genio di Caserta. E' stato davvero notevole il prezioso aiuto degli abitanti di questo distretto ai militari italiani, e testimonia la grande fiducia e il rispetto che gli afgani hanno nei confronti dei nostri soldati. Il rinvenimento degli ordigni esplosivi, infatti è avvenuto grazie alla segnalazione e alle indicazioni di un anziano, capo del villaggio di Dewalak, il quale ha fornito ai militari le indicazioni esatte circa l'esatto  posizionamento degli IED,ovvero proprio lungo le strade che vengono di solito percorse dai militari della coalizione durante i pattugliamenti. Il rinvenimento di questi IED evidenzia lo stretto legame e la fruttuosa collaborazione tra i militari del contingente italiano e gli abitanti dei villaggi e fa ben sperare in un futuro migliore per questo paese.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
7 giugno 2012 4 07 /06 /giugno /2012 14:26

frecce-tricolori.jpgDa sempre rappresentano l'orgoglio dell'Italia anche all'estero. Un simbolo nazionale che ci rende fieri di essere italiani, uno dei pochi che ancora resiste di questi tempi. C'è la crisi, e così le forbici dei tagli potrebbero abbattersi anche sulla pattuglia acrobatica nazionale. E' la proposta di Falco Accame, ex ufficiale della Marina Militare e Presidente dell'ANAVAFAF(un'Associazione che assiste i familiari delle vittime arruolate nelle Forze Armate). Una proposta che fa discutere e che sta suscitando dibattiti sul web." Secondo Accame:" Le pattuglie acrobatiche fanno degli show aerei che richiamano moltissime persone, ma queste attività non c'entrano niente con i compiti dell'Aeronautica Militare. I velivoli sono dei piccoli Aermacchi che nulla hanno a che fare con qualsiasi tipo di impiego bellico e di addestramento militare. In molti paesi le pattuglie acrobatiche sono affidate a civili e si finanziano con gli introiti degli show aerei, mentre in Italia le Frecce fanno capo ai bilanci della Difesa e i loro costi sono elevatissimi, basta pensare che a loro disposizione c'è un intero aeroporto, quello di Rivolto con centinaia di dipendenti".Il signor Accame chiede"di considerare tra i tagli della spesa pubblica l'eliminazione di questo capitolo". Giusto o sbagliato? Il dibattito tra gli italiani è aperto.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento