Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
1 febbraio 2012 3 01 /02 /febbraio /2012 15:03

afghanistan-brigata-sassari-e-reggimento-s.marco-c-copia-4.jpgUn' importante operazione è stata portata a termine dal contingente italiano nel settore meridionale della zona di responsabilità del Rc-West dell'ISAF, a guida Brigata Sassari. L'operazione"Copper-Head" è stata condotta dai militari del Reggimento S.Marco della Marina Militare e dal 152°Reggimento della Brigata Sassari in stretto coordinamento con le forze di sicurezza afgane. Il nome incodice dell'operazione prende il nome dalla Route "Copper" una via di comunicazione molto importante situata a sud del settore del Rc-West.L'obiettivo è quello di liberare la zona dagli"insurgents"in modo da rendere questa strada sicura e consentire libertà di movimento. Durante l'operazione i militari hanno sequestrato 5oo kg di oppio ed hanno arrestato dieci sospetti"insurgents".Lungo la strada inoltre, sono stati individuati  e disinnescati due IED e sono stati realizzati dei check-points presidiati dalla polizia afgana. Un bilancio positivo per questa operazione e per il contingente italiano assieme all'altro risultato importante conseguito l'altro giorno a Herat, che ha visto la resa e la consegna delle armi da parte di un gruppo di trenta talebani armati assieme al loro comandante, per essere reintegrati nella società afgana.  

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
31 gennaio 2012 2 31 /01 /gennaio /2012 18:46

f-35.jpgIl meccanismo di aggancio di coda ha fallito tutti gli 8 test di atterraggio,l'avveniristico casco per il pilota non funziona, si avvertono vibrazioni anomale durante il volo, ci sono gravi difficoltà nel decollo breve, c'è il problema del deterioramento del velivolo che non è invisibile ai radar o ai rilevamenti elettronici come invece dovrebbe essere. Questi i difetti  riscontrati nel F-35, secondo quanto riferito da un rapporto del Dipartimento della Difesa USA che ha rivelato i difetti di questo caccia. Nonostante tutto, la Difesa italiana ha deciso che i 131 F-35 verranno acquistati lo stesso. Un investimento da 17 miliardi di euro.Secondo il Ministro della Difesa Di Paola:"L'investimento negli F-35 consentirà all'industria italiana di fare investimenti importanti e di crescere, quindi non mi sembra sia uno spreco". Molte le industrie italiane conivolte nel progetto:Alenia Aeronautica, Otomelara di Finmeccanica, Galileo Avionica solo per citarne alcuna. I miliardi dei contratti per l'acquisto degli F-35 andranno alle aziende private e non si  riesce a capire dove siano tutti questi vantaggi economici per l'Italia in un periodo di crisi come questo. "Joint Strike Fighter", questo il nome del progetto che vede la partecipazione di 8 paesi tra i quali l'Italia che acquisterà 131 F-35 per una spesa di 17 miliardi di euro. Un accordo firmato nel 2oo2 da Di Paola che allora era segretario per la Difesa e per gli armamenti. Eppure qualcosa non quadra, perchè alcuni paesi stanno facendo marcia indietro:la Norvegia ne sta discutendo in Parlamento, il Canada pare che si ritirerà è non acquisterà più i caccia F-35,l'Australia ci ha rinunciato. Intanto sul web e sui vari social networks sale la protesta dei cittadini con iniziative, raccolte di firme, contro l'acquisto dei caccia miliardari.Ma gli F-35 verranno accquistati  lo stesso con un investimento da 17 miliardi di euro. Resta il mistero su dove Il ministro della Difesa troverà i soldi per l'acquisto di velivoli che sono anche difettosi, ma cosi indispensabili a quanto pare.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
29 gennaio 2012 7 29 /01 /gennaio /2012 15:05

E' di Castel di Sangro il carabiniere del Tuscania ferito ieri nell'incidente stradale a Farah. Il carabiniere Loreto di Loreto, 33 anni, secondo una prima ricostruzione dell'incidente si trovava in pattugliamento a bordo di un Lince, assieme ad altri 4 militari, stava in ralla quando c'è stato il ribaltamento del Lince. Si trova ricoverato in terapia intensiva presso l'ospedale militare americano Role 2. Stamattina le sue condizioni sono lggermente migliorate e sarà trasferito all'ospedale militare in Germania. Intanto parenti ed amici si sono riuniti sotto la casa dei genitori del carabiniere ferito per testimoniare la loro vicinanza ed il loro affetto. afghanistan-e-di-castel-di-sangro-carabinere-ferito-a-fara.jpg

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
28 gennaio 2012 6 28 /01 /gennaio /2012 20:35

Un carabiniere al seguito della Brigata Sassari è rimasto ferito in seguito ad un incidente stradale. Si sa ancora poco sull'esatta dinamica dell'incidente, avvenuto alle ore 15 locali(le 11.3o) a pochi chilometri dalla FOB"Dimonios"a Farah che si trova nel settore sud della zona sotto la responsabilità italiana a guida Brigata Sassari.afghanistan-ferito-un-carabiniere-in-incidente-stradale.jpg Il carabiniere ferito fa parte del Mentor Liason Team assetto impegnato  nelle attività di mentoring e di comando della Afghan Uniform Police. Il ferito è stato ricoverato presso l'ospedale da campo USA  Role 3, nella provincia dell'Helmand. La sua famiglia è stata avvertita. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
26 gennaio 2012 4 26 /01 /gennaio /2012 19:34

afghanistan-attacco-a-pattuglia-italiana--nessn-ferito.jpgStavano effettuando un'operazione congiunta con l'esercito afgano quando una pattuglia di militari italiani della Task Force Nord su base 151°Rgt della Brigata Sassari, sono stati prima attaccati e poi coinvolti nell'esplosione di uno IED.  L'attacco è avvenuto a dieci km dalla FOB"Columbus".I quattro militari erano a bordo di un veicolo blindato del genio,un maxxpro che ha retto all'esplosione. Non c'è stato nessun ferito e dopo gli accertamenti sanitari di rito, gli stessi militari hanno potuto chiamare a casa per tranquillizzare  i loro familiari.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
26 gennaio 2012 4 26 /01 /gennaio /2012 18:31

Oggi i militari del contingente ISAF in un'operazione congiunta con l'esercito afgano, hanno catturato un leader talebano nella provincia dell'Helmand, nel distretto di Nahr-Saraj. Questo leader talebano ha coordinato attacchi  con IED contro le truppe afgane lungo la "Route 1" sempre nella zona dell'Helmand.afghanistan-contingente-isaf-sequestra-droga-e-arresta-insu.jpg Nel corso dell'operazione è stato fermato un altro sospetto"insurgent" e sono stati trovati 68 kg di oppio.  Nella provincia di Kandahar invece, durante un pattugliamento,  i militari dell'ISAF e dell'esercito afgano hanno scoperto una cache contenente  circa 227 kg di marijuana e 2o kg di semi di marijuana che sono stati dstrutti sul posto.  Nel distretto di Zaharay, è stato arrestato un facilitatore talebano che pianficava attacchi contro  le forze della coalizione ed è inoltre responsabile di un traffico di armi  e di munizionamento nella provincia di Kandahar. Sempre nel corso di quest'operazione sono stati fermati altri sospetti"insurgents". Nella zona est,nella provincia di Wardack, sempre oggi, è stato catturato un leader talebano:aveva pianificato assassinii ed attacchi contro i membri del governo afgano in tutta la provincia. Durante l'operazione è stato fermato anche un altro sospetto"insurgent".

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
24 gennaio 2012 2 24 /01 /gennaio /2012 16:23

Il 19 gennaio erano stati lanciati dei razzi contro la Fob"La Marmora"base di Shindand, senza causare nè danni nè feriti. L'operazione portata a termine ieri, dal 66°Rgt Aeromobile Trieste e dai reparti del Genio che hanno svolto il lavoro più rischioso, nel settore della zona di responsabililtà del Rc-West a guida Brigata Sassari è stata la risposta a quel lancio di razzi. Un'operazione che è stata conclusa brillantemente grazie anche al supporto  di assetti dell'intelligence nazionale dell'AISE(Agenzia Informazioni e Sicurezza Estera)afghanistan-il-66-rgt-aeromobile-trieste-porta-atermone-im.jpg. Durante l'operazione sono state sequestrate 2 cache che contenevano materiale esplosivo da utilizzare per la fabbricazione di IED in atentati contro le basi delle  forze della caoalizione e armi di vario tipo:bombe a mano e da mortaio, proiettili di artiglieria di vario calibro,e razzi. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
23 gennaio 2012 1 23 /01 /gennaio /2012 16:06

Non si fermano le operazioni congiunte del contingente ISAF. Oggi nel distretto di di Dend, nella provincia di Kandahar, nel corso di una di queste operazioni, il contingente ISAF ha scoperto una cache con 9oo kg di hashish all'interno. La droga è stata sequestrata in attesa di essere distrutta. Sempre nella provincia di Kandahar, nel distretto di Panjwa, ieri il contingente ISAF e le forze di sicurezza afgane, hanno scoperto una cache contentente 3oo kg di marijuana che è stata sequestrata e poi distrutta. Senza dubbio, il risultato più importante è stato conseguito nella giornata di sabato, quando durante un'operazione congiunta con le forze di sicurezza afgane, il contingente ISAF ha individuato e ucciso il leader talebano Farad, nel distretto di Sayyidabad, nella provincia di Wardack.afghanistan-contingente-isaf-uccide-leader-talebano-altri-i.jpg Il leader talebano è stato responsabile di molteplici imboscate e attacchi con IED ai danni del contingente ISAF e delle forze di sicurezza afgane in tutta l'area. Inoltre questo leader talebano, minacciava la popolazione locale e organizzava rapimenti. Nel corso di questa operazione, i militari hano notato molti "insurgents"all'interno di un veicolo, due di questi hanno puntato le armi contro le forze di sicurezza,mentre gli altri "insurgents"hanno imbracciato le loro armi. Le forze di sicurezza hanno risposto alla minaccia immediata proveniente dall'interno del veicolo, uccidendo il leader talebano Farid e altri "insurgents". Sono state inoltre sequestrate delle granate, fucili d'assalto Ak-47. Nessun civile è rimasto ferito durante l'operazione.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
21 gennaio 2012 6 21 /01 /gennaio /2012 19:36

Uccisi da un talebano che era stato infiltrato tra le fila dell'esercito afgano da lungo tempo e per questo insospettabile. I talebani nel rivendicare l'uccisione dei 4 militari francesi avvenuta ieri nella provincia di Kapisa, hanno affermato tramite il loro portavoceafghanistan-militari-francesi-uccisi-da-un-taleban-copia-1.jpg, Zabinhullah Mujahid,che il soldato afgano che ha aperto il fuoco contro i militari francesi era stato reclutato da loro."L'emirato islamico in Afghanistan ha reclutato gente in posizioni importanti e alcuni di loro hanno già eseguito la loro missione"queste le parole del portavoce dei talebani. Intanto restano gravi le condizioni di 8 dei  15 militari francesi feriti. Il Presidente francese Sarkozy ha sospeso le operazioni militari e l'addestramento delle truppe afgane e pensa ad un ritiro anticipato dall'Afghanistan del contingente francese

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
20 gennaio 2012 5 20 /01 /gennaio /2012 18:38

afghanistan uccisi soldati francesi-copia-2Giornata di sangue per l'Afghanistan.Dopo l'attentato di ieri ad opera di un kamikaze all'aeroporto di Kandahar,oggi hanno perso la vita dieci militari del'ISAF.Quattro militari francesi dell'ISAF sono stati uccisi mentre erano disarmati, da un soldato afgano che ha fatto fuoco contro di loro e altri 16 sono stati feriti. Il fatto è avvenuto nel distretto di Tagab(provincia di Kapisa dove è schierato il contingente francese).Il militare afgano è stato arrestato. Resta ancora tutta da chiarire la dinamica e il perchè di questa aggressione. Informato dell'accaduto, il Presidente francese Sarkozy, ha disposto la sospensione immediata e temporanea di tutte le operazioni militari in Afghanistan. Sempre nella giornata di oggi un elicottero americano è stato abbattuto dai talebani nella provincia dell'Helmand:morti  6 marines. L'abbattimento è stato rivendicato dagi stessi talebani dichiaratisi soddisfatti per quanto accaduto. I fatti di ogi dimostrano come nonostante tutto, ci siano ancora delle sacche di resistenza di"insurgents"soprattutto nelle zone  più remote del territorio afgano, in grado di colpire anche con armi e sistemi rudimentali ma pur sempre efficaci. La seconda fase del  delicato processo di transizione iniziata formalmente proprio nei giorni scorsi, è stata bagnata dal sangue dei militari ISAF uccisi oggi. Militari del contingente ISAF che non solo devono guardarsi le spalle dai talebani ma da nemici ancora più infidi:gli stessi afgani che essi stessi hanno addestrato. La morte oggi per i 4 militari francesi è arrivata all'improvviso e indossava un'uniforme"amica":quella afgana.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento