Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
26 agosto 2021 4 26 /08 /agosto /2021 15:05
Afghanistan:talebani sparano contro un  C130 dell'Aeronautica Militare Italiana con a bordo profughi afgani

Il C130 dell'Aeronautica Militare Italiana era i fase di decollo dall'aeroporto di Kabul con a bordo 98 profughi afgani e 130 giornalisti, quando i talebani hanno fanno fuoco contro il velivolo, per fortuna nessuna conseguenza per i passeggeri a bordo. A bordo anche la giornalista di SKYTG24, Simona Vasta, che ha riferito al quotidiano "La Stampa", come sul velivolo si siano vissuti veri e propri attimi di panico.

Ai comandi del C130 un ufficiale donna dell'Aeronautica Militare  Italiana che compiendo una manovra di emergenza è riuscita a mettere n sicurezza il velivolo allontanandolo dagli spari dei talebani, spari che probabilmente provenivano da una mitragliatrice all'esterno dell'aeroporto oppure situata su qualche rilievo nei pressi dello scalo. Quanto accaduto viene invece smentito da fonti di intelligence che riferiscono invece  come i colpi sparati dai talebani potrebbero essere stati sparati per spaventare la folla in fuga verso il gate dello scalo.

Afghanistan:talebani sparano contro un  C130 dell'Aeronautica Militare Italiana con a bordo profughi afgani
Condividi post
Repost0
13 marzo 2018 2 13 /03 /marzo /2018 18:01
Afghanistan:militari italiani addestrano militari afgani al combattimento montano
Afghanistan:militari italiani addestrano militari afgani al combattimento montano

E' durato 3 settimane e si è concluso con un esame finale valido per il conseguimento dell'abilitazione al combattimento ad alta quota, il corso basico di combattimento in ambiente montano condotto dai militari italiani del TAAC-W e soprattutto  dagli istruttori  del Centro Addestramento Alpino di Aosta a favore di 10 militari afgani.

Imparare i nodi più importanti, le manovre di cordata, le tecniche di discesa in corda doppia e di risalita  di corda fissa, l'uso della teleferica per trasportare l'armamento di reparto:queste alcune delle nozioni che hanno imparato i militari afgani durante il corso "Mountain Warfare".

L'esame finale è stato a dir poco adrenalinico e spettacolare dato che si è svolto su di una falesia  naturale a circa 20 km dalla base  di Camp Arena. Gli istruttori del contingente italiano su base Brigata Sassari hanno espresso grande soddisfazione  sia per i risultati ottenut,i che per la prestazione dei militari afgani durante le attività pratiche del corso.

I militari afgani hanno inoltre ricevuto l'elogio  da parte del Comandante del TAAC-W, il quale li ha esortati a mostrare la stessa professionalità  durante le attività operative che dovranno affrontare per riuscire a garantire la sicurezza dell'Afghanistan. L'idea del corso e i questo tipo di addestramento, è nata dalle richieste di supporto del Comandante del 207°Corpo d'Armata  afgano in modo da ottenere un addestramento dei propri militari ancora più consono alla morfologia del territorio afgano che è prevalentemente montuoso.

Afghanistan:militari italiani addestrano militari afgani al combattimento montano
Afghanistan:militari italiani addestrano militari afgani al combattimento montano
Condividi post
Repost0
10 novembre 2017 5 10 /11 /novembre /2017 18:34
Afghanistan:militari italiani formano specialisti in comunicazione per combattere il terrorismo
Afghanistan:militari italiani formano specialisti in comunicazione per combattere il terrorismo

"In una società come quella odierna, il contrasto alle forze nemiche dell'Afghanistan si applica no solamente tramite il controllo del territorio fisico del proprio Paese, ma anche e soprattutto informando in maniera adeguata, efficace e corretta su quelli che sono i continui progressi ottenuti dalle Forze di Sicurezza e dalle Istituzioni, questo corso vi ha dato gli strumenti per operare ancora più efficacemente per il bene del vostro paese, raggiungendo con le radio, le televisioni ed il web il maggior numero di cittadini":con queste parole il Generale Biagini si è rivolto ai militari e poliziotti afgani operativi nella Pubblica Informazione delle Afghan National Defense Security Forces(ANDSF) che hanno finito di seguire un corso di giornalismo condotto dai militari del contingente italiano.

Il primo corso dedicato alla gestione delle trasmissioni radiofoniche, si é concluso qualche giorno fa presso la base di Camp Arena, sede del contingente italiano. Durante una breve cerimonia sono stati consegnati gli attestati di partecipazione dal Generale Antonio Bertelli, vice Capo di Stato Maggiore dei Supporti della missione Resolute Support e dal Comandante  del Train Advise and Assist Command West il Generale Massimo Biagini.

Durante il corso condotto dai militari italiani, gli alti ufficiali dell'esercito afgano e della polizia hanno avuto modo di approfondire le tematiche di giornalismo ed informazione in un ambiente complesso e molto vario  come quello dell'Afghanistan occidentale dove accanto ai media tradizionali come stampa, televisione e radio ci sono anche internet e i vari social media. Il corso di giornalismo è stato davvero un' iniziativa importante, perchè il terrorismo si combatte anche con i mezzi di informazione riuscendo a contrastare efficamente la propaganda  dei terroristi da sempre ostili alle istituzioni afgane.

Il personale qualificato  del Quartier Generale di Resolute Support in collaborazione con i militari del contingente italiano, durante il corso ha spiegato il giusto approccio alla metodologia dell'informazione, all'utilizzo corretto dei canali di comunicazioni a seconda dell'audience con particolare attenzione per le comunicazioni radiofoniche. Con questo corso si completa un percorso di formazione iniziato dai militari della Brigata Taurinense  allo scopo di addestrare i militari e i poliziotti afgani a contrastare la propaganda terroristica e contemporaneamente a raggiungere fasce sempre più vaste della popolazione mediante campagne informative per contrastare gli ordigni improvvisati(IED)nonchè campagne sulla prevenzione sanitaria. Perchè la guerra contro il terrorismo ed i talebani si può combattere anche con i mezzi di informazione.

Afghanistan:militari italiani formano specialisti in comunicazione per combattere il terrorismo
Condividi post
Repost0
6 maggio 2017 6 06 /05 /maggio /2017 17:17
Afghanistan:Festa dell'Esercito anche per i militari italiani in missione
Afghanistan:Festa dell'Esercito anche per i militari italiani in missione

Si è voluto congratulare con i militari dell'Esercito del contingente italiano, per l'importante lavoro portato a termine, il Comandante  il Generale di Brigata Claudio Minghetti. Dopo avere deposto un corona di alloro per onorare e ricordare i militari caduti durante la missione afgana, la lettura della preghiera del soldato recitata dal Cappellano militare, il Comandante ha letto l'Ordine del Giorno dell'Esercito, facendo i suoi auguri a tutto il personale. Anche in Afghanistan infatti è stato celebrato il 156°Anniversario della costituzione dell'Esercito, con una breve cerimonia alla presenza dei reparti impiegati nella missione afgana.

 Ma chi sono i militari attualmente schierati in terra afgana? Il personale italiano alla base dello staff del Comando multinazionale del TAAC West, è costituito per lo più dai militari della Brigata Bersaglieri di Caserta,  mentre i reparti armati della Task Force Arena, sono su base 8°Reggimento Bersaglieri sempre a Caserta, al comando del Collonello Stefano Cavaliere e sono l'unità principale di supporto e Force Protection a Camp Arena. Il Force Protection Task Group su base 3°Battaglione Bersaglieri"Cernaia"ha due compagnie di Bersaglieri più una Compagnia  Genio,in concorso dal 21°Reggimento Genio Guastatori di Caserta, la Forward Support Base invece è costituita da una compagine logistica proveniente dal 10°Reggimento Logistico Garibaldi di Persano. I collegamenti con l'Italia sono invece assicurati da una Compagnia di Trasmissioni del 232°Reggimento Trasmissioni di Avellino.

All'interno della base c'è anche un ospedale da Campo, (ROLE 2)nel quale prestano servizio medici e infermieri provenienti per lo più dal Policlinico Militare Celio di Roma, che hanno la capacità di intervenire anche con interventi d'urgenza anche sul campo di battaglia.  Ci sono anche i militari del MAT (Military Advisor Team) che provengono da vari reparti dell'Esercito: il loro compito è quello addestrare, consigliare, ed assistere i comandanti, e i militari dell'esercito afgano(ANA) in modo da portare verso la totale autonomia le Forze Armate Afgane.

La sicurezza aerea e la mobilità sono invece garantite dalla Task Force Fenice, su base 5°Reggimento "AVES"RIGEL, che vanta un'esperienza decennale nella missione afgana, entrando in azione con gli NH90 gli elicotteri di ultima generazione nonchè con i Mangusta e le unità del 66°Reggimento Fanteria Aeromobile attrezzato per attività di Combat e Personnel Recovery.

Ogni giorno questi militari lavorano incessantemente tra tante difficoltà e situazioni rischiose per garantire un futuro di pace e di sicurezza al popolo afgano. E ogni giorno mantengono alto l'orgoglio italiano come il tricolore che sventola su Camp Arena.

Afghanistan:Festa dell'Esercito anche per i militari italiani in missione
Afghanistan:Festa dell'Esercito anche per i militari italiani in missione
Afghanistan:Festa dell'Esercito anche per i militari italiani in missione
Condividi post
Repost0
2 dicembre 2016 5 02 /12 /dicembre /2016 19:18
Afghanistan:militari italiani donano vestiario ai disabili
Afghanistan:militari italiani donano vestiario ai disabili

I militari italiani  del Train Advise Assist Command West(TAAC-W)nei giorni scorsi, hanno portato a termine una donazione di vestiario a favore dell'Associazione"Pir Herat Charity Foundation(PHF), un ente nato nel 2009, che ha come obiettivo quello di fornire supporto alle persone disabili.

L'Apulia Onlus, un'Associazione che è da sempre vicina alla Brigata"Pinerolo"(in questo momento al comando del TAAC-W nell'ambito dell'operazione NATO in Afghanistan"Resolute Support), ha fornito i materiali per questa importante donazione. E' stata infatti questa onlus a raccogliere il vestiario nelle principali piazze della Puglia, mentre la donazione è stata organizzata ed eseguita dalla Cooperazione Civile e Militare(CIMIC).

Il Generale Mirra, Comandante del TAAC-W, ha consegnato i beni al Fondatore e Direttore del Centro, Signor Abdul Ali Barakzai e alla Vice Direttrice Signora Sana Mohseni Yoqueen Ali. Il materiale donato è davvero un aiuto importante per l'Associazione, che oltre ad ospitare persone con varie disabilità, aiuta le famiglie dove presenti persone affette da patologie disabilitanti. A volte bastano piccoli gesti come questa donazione di vestiario, per ridare il sorriso a questi ragazzi.

Afghanistan:militari italiani donano vestiario ai disabili
Afghanistan:militari italiani donano vestiario ai disabili
Condividi post
Repost0