Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
12 dicembre 2018 3 12 /12 /dicembre /2018 18:08
Afghanistan:Aviatori dell'Aeronautica Militare e dell'Esercito donano scarpe e vestiti a bambini di Herat
Afghanistan:Aviatori dell'Aeronautica Militare e dell'Esercito donano scarpe e vestiti a bambini di Herat

Circa 200 paia di scarpe invernali e tessuti per confezionare federe e copriletto sono stati consegnati ai piccoli meno fortunati dell'Orfanotrofio Khaja Abdullah Andari di Herat, dagli Aviatori dell'Aeronautica Militare e dell'Aviazione  dell'Esercito del Contingente Italiano della missione in Afghanistan. La consegna dei doni ai bambini è avvenuta ieri mattina presso la sede del Train Advise and Assist Command West (TAAC-W), comando multinazionale a guida italiana su base"Brigata Pinerolo" della Missione NATO Resolute Support(RS).

E' stato proprio grazie alla grande generosità degli Aviatori Italiani che è stato possibile effettuare questa donazione; i doni sono stati consegnati ai bambini durante una giornata di svago e di festa che i piccoli hanno trascorso con i militari italiani. Questo gesto gesto di solidarietà è nato in seguito ad una specifica richiesta della Direttrice dell'Orfanotrofio in occasione  della donazione di circa 200 completini invernali  effettuata dai militari italiani la settimana scorsa (vedi articolo sempre nella sezione :"Afghanistan).

La Direttrice dell'Istituto ha ringraziato sia gli Aviatori del Contingente Italiano di Herat, per la solerzia dimostrata nel rispondere all'esigenza palesata in tempi brevissimi  per il bene dei piccoli ospiti, sia il Popolo Italiano, che da sempre è vicino alle esigenze della popolazione afgana più sfortunata.

I militari italiani sono impegnati sia nell'addestramento e nella consulenza alle Forze di Sicurezza afgane che anche nel supporto alla popolazione e soprattutto verso i più sfortunati.  I più sfortunati proprio come i piccoli  dell'orfanotrofio di Herat, che con questi doni ricevuti dagli Aviatori Italiani in una giornata di festa hanno potuto ritrovare il loro sorriso e la loro  spensieratezza.

Afghanistan:Aviatori dell'Aeronautica Militare e dell'Esercito donano scarpe e vestiti a bambini di Herat
Afghanistan:Aviatori dell'Aeronautica Militare e dell'Esercito donano scarpe e vestiti a bambini di Herat
Afghanistan:Aviatori dell'Aeronautica Militare e dell'Esercito donano scarpe e vestiti a bambini di Herat
Condividi post
Repost0
9 dicembre 2018 7 09 /12 /dicembre /2018 18:50
Afghanistan:militari italiani donano aiuti umanitari a orfani di Herat
Afghanistan:militari italiani donano aiuti umanitari a orfani di Herat
Afghanistan:militari italiani donano aiuti umanitari a orfani di Herat

Vestiti invernali per stare al caldo:questi gli aiuti umanitari donati dai militari italiani ai bambini dell'orfanotrofio Ansari di Herat. La donazione è stata effetuata nei giorni scorsi presso la sede del Train Advise and Assist Command West (TAAC-W), comando multinazionale a guida italiana su base Brigata Pinerolo della Missione NATO Resolute Support. Grazie alla generosità degli uomini e delle donne del Contingente Italiano è stato possibile acquistare circa 200 completini invernali  che sono stati poi consegnati ai piccoli meno fortunati in una giornata di svago trascorsa assieme ai militari italiani. 

L'Orfanotrofio di Herat è già stato destinatario di diversi progetti dei Contingenti Italiani che si sono avvicendati negli anni e e tra questi, corre l'obbligo ricordare che nel solo 2018 è stato donato materiale per l'infanzia, è stata eseguita  la messa in sicurezza dell'area ludico ricreativa congiuntamente con la posa di una nuova struttura giochi ed ultimo , ma non meno importante, nel mese di ottobre sono state consegnate 3, 4 tonnellate di legumi precotti al Dipartimento per gli Affari Sociali  da destinare agli Orfanotrofi della Provincia.  E' nel 2008 che la Cooperazione Civile e Militare Italiana ha iniziato il progetto di sostegno all'Orfanotrofio di Herat con donazioni di beni di prima necessità e contestuale esecuzione di lavori di messa in sicurezza dell'infrastruttura.

La Dirigente dell'Istituto  ha ringraziato i militari ed il Popolo Italiano, da sempre vicini alle esigenze della popolazione afgana più sfortunata, ed ha ricordato che i primi bambini aiutati dai militari italiani ora sono diventati adulti  inseriti nel mondo del lavoro o studenti. Il supporto alla popolazione, con particolare attenzione ai gruppi più vulnerabili della società, è una delle attività  che si affianca a quella principale di addestramento consulenza ed assistenza alle Forze di Sicurezza Afgane per migliorarne la funzionalità e la loro capacità di autosostenersi, che è l'obiettivo degli Advisors Italiani della missione NATO Resolute Support. 

Un obiettivo questo, che viene realizzato sia con progetti individuati e condotti dal Contingente Italiano  sia favorendo la distribuzione di aiuti umanitari provenienti da organizzazioni benefiche nazionali. Perchè la pace in Afghanistan si costruisce giorno dopo giorno anche con piccoli gesti come la donazione di vestiti invernali ai bambini di un orfanotrofio.   

Afghanistan:militari italiani donano aiuti umanitari a orfani di Herat
Condividi post
Repost0
2 dicembre 2018 7 02 /12 /dicembre /2018 16:17
Afghanistan:militari italiani terminano addestramento di scorta per militari afgani
Afghanistan:militari italiani terminano addestramento di scorta per militari afgani

Si è conclusa con un'esercitazione pratica la sessione addestrativa di scorta per i militari afgani che sono stati impegnati a gestire un evento complesso realizzato su uno scenario reale. E' terminata infatti nei giorni scorsi presso la sede del Train Advise and Assist Comand West (TAAC-W) di Herat, comando multinazionale a guida italiana su base Brigata Pinerolo della missione NATO Resolute Support (RS) , una sessione addestrativa a favore dei militari con funzioni di scorta personale close protection team del Comandante del 207° Corpo dell'Afghan National Army.

L'addestramento è durato circa 15 giorni ed è stato improntato alla condotta di attività teoriche e pratiche, ed ha consentito ai militari scelti come scorta personale del Comandante del 207° Corpo dell'Afghan National Army  di confrontarsi con i colleghi del Contingente Italiano attraverso la condivisione di tecniche e di procedure che hanno consentito loro di migliorare le loro capacità professionali. 

Continua dunque l'impegno dei militari italiani nella professionalizzazione delle donne e degli uomini dell'Afghan National Defence Security Forces (ANDSF) e questo all'eccellente professionalità  del Military Advisory Team dell'Esercito e del Police Advisory Team dell'Arma dei Carabinieri: sono loro che organizzano e portano a termine  sessioni addestrative altamente qualificate in modo da colmare i gaps capacitivi individuati durante l'attività di consulenza e ad assistenza. Fornire addestramento, consulenza, ed assistenza alle Forze di Sicurezza Afgane in modo da migliorarne la loro capacità di autosostenersi:questo l'obiettivo principale dei militari italiani, obiettivo che viene raggiunto giorno dopo giorno grazie al loro costante impegno ed alla loro eccellente professionalità.

Afghanistan:militari italiani terminano addestramento di scorta per militari afgani
Afghanistan:militari italiani terminano addestramento di scorta per militari afgani
Condividi post
Repost0
28 novembre 2018 3 28 /11 /novembre /2018 18:13
Afghanistan:uffciale italiano dell'Esercito riceve premio"Hero of the week"

"Hero of the week"questo il premio ricevuto dal Maggiore dell'Esercito Nicola Garrone , riconoscimento che gli é stato attribuito per aver saputo gestire in modo ottimale i vettori terrestri ed aerei impegnati nel corso delle missioni di Training, Advising and Assisting (TAA) che ogni giorno i militari della missione Resolute Support svolgono a Kabul e nelle province vicine.

Il premio gli è stato assegnato nei giorni scorsi presso la sede del Combined Security Transition Command-Afghanistan (CSTC-A), all'interno dell'aeroporto internazionale di Kabul, alla presenza del Comandante di CSCT-A. , il Tenente Generale James E.Rainey (USA) e del Combat Sergeant Major Maurice Jackson.  All'Ufficiale sono giunte le congratulazioni del Generale di Corpo d'Armata Salvatore Camporeale, Senior Representative del contingente italiano in Afghanistan e dal 10 novembre scorso, Vicecomandante della missione Resolute Support (RS).

Il CSTC-A è un comando multinazionale, a guida  USA inserito all'interno della missione Resolute Support, che svolge compiti di addestramento consulenza e assistenza  a favore delle istituzioni afgane e delle Forze di Sicurezza locali. Inoltre è incaricato della gestione delle risorse economiche provenienti dai Paesi contributori e destinate allo sviluppo di progetti finalizzati alla costruzione di un Afghanistan stabile, allo sviluppo di Forze di Sicurezza efficaci e sostenibili ed al rafforzamento dello stato di diritto all'interno dei confini afgani.

Il Maggiore Garrone, nato a Campobasso, proviene dal 188°corso dell'Accademia Militare di Modena, ed appartiene alla specialità dei Bersaglieri, si trova dispiegato in Afghanistan come Staff Officer delle operazioni correnti. 

Afghanistan:uffciale italiano dell'Esercito riceve premio"Hero of the week"
Condividi post
Repost0
25 novembre 2018 7 25 /11 /novembre /2018 18:03
Afganistan:militari italiani conducono corso di fotografia per giornaliste di Herat
Afganistan:militari italiani conducono corso di fotografia per giornaliste di Herat

Insegnamento  ed approfondimento  delle nozioni di base per l'utilizzo delle reflex e mirrorless di ultima generazione nonchè delle tecniche di inquadratura e composizione  fotografica e di post produzione:queste le principali nozioni di fotografia impartite dai militari italiani alle donne dell'Associazione Giornaliste di Herat. 

Il corso organizzato dai militari del Contingente Italiano  della missione Afganistan Resolute Support,  si è svolto nei giorni scorsi  presso la sede del Train Advise and Assist Command West (TAAC-W) di Herat, comando multinazionale a guida italiana su base Brigata" Pinerolo"in Afghanistan. Il corso basico di fotografia è derivato da una specifica richiesta da parte delle giornaliste al fine di migliorare  le capacità tecniche necessarie allo svolgimento della propria attività professionale, è stato condotto attraverso l'insegnamento e l'approfondimento delle nozioni di base. 

 E'  anche attraverso attività come questo corso di fotografia, che i militari italiani continuano a supportare il presente ed il futuro delle donne afgane grazie a progetti ed eventi che favoriscano la loro integrazione nelle istituzioni e nella società. Nel mese di settembre infatti è stata anche organizzata una mostra fotografica dell'Associazione Giornaliste dal titolo"The Stranger Look", e mostre di arte moderna dell'Asspciazione Visual Art, e anche un importante seminario volto a favorire l'integrazione del personale femminile nelle Forze di Sicurezza Afgane.

I militari del Contingente Italiano sono inoltre operativi per ciò che riguarda la professionalizzazione delle donne delle Afghan National Defence Security Forces (ANDSF) grazie all'impegno del Military Advisory Team  dell'Esercito e del Police Advisor Team dell'Arma dei Carabinieri  che negli ultimi mesi hanno condotto  ed organizzato corsi altamente formativi per la condotta delle elezioni parlamentari.

Un lavoro quotidiano e impegnativo quello dei militari italiani che ogni giorno lavorano per incrementare la sicurezza e la stabilità in Afghanistan, e anche per integrare sempre di più le donne all'interno della società, una società nella quale un tempo, sotto il dominio dei talebani, le donne erano condannate a non esistere.

Afganistan:militari italiani conducono corso di fotografia per giornaliste di Herat
Afganistan:militari italiani conducono corso di fotografia per giornaliste di Herat
Condividi post
Repost0
20 novembre 2018 2 20 /11 /novembre /2018 18:01
Afghanistan:militari in missione festeggiano i 197 anni della Brigata Pinerolo
Afghanistan:militari in missione festeggiano i 197 anni della Brigata Pinerolo

"Sempre più avanti, sempre più in alto!": questo il motto dei militari della Brigata Pinerolo inquadrati nel Train Advise Assist Command West(TAAC-W) della missione NATO Resolute Support, che nei giorni scorsi hanno festeggiato i 197 anni di storia della Brigata presso la base di Camp Arena ad Herat. Tra impegni attuali e sfide importanti per il futuro, la Brigata Pinerolo ha celebrato i suoi 197 anni di storia.

Il Sottufficiale di Corpo della Brigata e del TAAC-W, custode della storia della storia e delle tradizioni dell'Unità, ha ricordato i fasti e la gloria del passato nonchè l'impegno presente dei militari che in missione sul territorio afgano con un delicato impegno operativo in un'area sensibile dell'Asia, hanno svolto un lavoro importante nel fornire addestramento assistenza e consulenza a favore delle Afghan National Defence and Scurity Forces ( ANDSF) ed hanno garantito assistenza alla popolazione con progetti di cooperazione civile e militare per il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione locale.

Il Generale di Corpo d'Armata Salvatore Camporeale, Vice Comandante di Resolute Support , in visita al personale del TAAC-W, ha ringraziato personalmente i militari della Brigata Pinerolo per l'impegno e per la dedizione con la quale ogni giorno svolgono il loro lavoro e ha rivolto loro personalmente gli auguri. La Brigata nasce il 13 novembre 1821 quando il Reggimento Saluzzo, protagonista di battaglie epiche tra il 1672 e il 1738 non solo in Italia ma anche oltre i suoi confini, con un decreto reale fu trasformato in Brigata Pinerolo. Una Brigata che ha scritto la storia dell'Esercito con la sua partecipazione  alle guerre d'indipendenza, ai conflitti mondiali, alle operazioni militari per la pace all'estero in Albania, Kosovo, Libano, Afghanistan, Iraq e Gibuti.

I militari della Pinerolo grazie alla loro capacità "Dual-Use" hanno preso parte anche ad interventi di pubblica utilità in aiuto delle popolazioni colpite dalle calamità naturali, dimostrando sempre professionalità e generosità, riconosciute peraltro con una Medaglia di Bronzo al valore dell'Esercito conferita in seguito al soccorso prestato  alle popolazioni apulo lucane colpite dal sisma del 1980, nonchè all'Operazione in concorso alle Forze di Polizia denominata Strade Sicure. 

Recentemente la"Pinerolo"è stata scelta dall'Esercito per lo sviluppo del Progetto Forza NEC (Network Enabled Capabilities) , un programma che darà la possibilità di collegare ogni singolo soldato con il proprio comando per avere, tramite un sistema digitale. tutte le informazioni e gli ordini per operare sul campo. 

La celebrazione dei 197 anni della Brigata Pinerolo in  Afghanistan è stata davvero un momento importante, un momento di unità e di fratellanza per tutti i militari quelli di ieri e quelli di oggi, impegnati nei diversi teatri operativi con l'obiettivo di garantire la pace e la stabilità all'insegna del loro motto:"Sempre più avanti, sempre più in alto!".

 

Afghanistan:militari in missione festeggiano i 197 anni della Brigata Pinerolo
Afghanistan:militari in missione festeggiano i 197 anni della Brigata Pinerolo
Condividi post
Repost0
19 ottobre 2018 5 19 /10 /ottobre /2018 17:38
Afghanistan:militari italiani ospitano mostra fotografica giornaliste di Herat
Afghanistan:militari italiani ospitano mostra fotografica giornaliste di Herat

"The Stranger Look":questo il titolo della mostra fotografica realizzata ed  organizzata dall'Associazione Giornaliste di Herat ed ospitata nei giorni scorsi presso Camp Arena, sede del Contingente Italiano del TAAC-W(Train Advise and Assist Command West)su base Brigata"Pinerolo"in missione in Afghanistan.

Le giornaliste hanno esposto foto artistiche aventi come soggetti volti umani, paesaggi mozzafiato nonchè scorci di vita dell'Afghanistan di ieri e di oggi che hanno tramesso emozioni davvero profonde agli uomini  e le donne del contingente. Come l'Associazione di arte moderna"Visual Art"già ospite del Contingente Italiano, anche l'Associazione Giornaliste è molto attiva e si adopera  con essa nell'organizzazione e nella condotta di iniziative a favore del mondo femminile.

Il Contingente Italiano in Afghanistan continua a supportare il presente  ed il futuro delle donne afgane con progetti ed eventi che hanno l'obiettivo di favorire la loro integrazione nelle istituzioni della società. Nel mese di settembre esponenti qualificati dei Ministeri degli Interni e della Difesa di Kabul ed il Gender Advisor di Resolute Support, hanno tenuto un seminario volto a favorire l'integrazione del personale femminile nelle Forze di Sicurezza Afgane.

I militari italiani sono inoltre operativi  anche in altri ambiti  e continuano nel loro lavoro di professionalizzazione delle donne appartenenti alla Afghan National Defence Security Forces(ANDSF)grazie all'impegno dei Military Advisory Team  dell'Esercito e del Police Advisory Team dell'Arma dei Carabinieri , che negli ultimi mesi hanno organizzato e condotto corsi altamente formativi in vista delle prossime elezioni parlamentari.

Afghanistan:militari italiani ospitano mostra fotografica giornaliste di Herat
Afghanistan:militari italiani ospitano mostra fotografica giornaliste di Herat
Condividi post
Repost0
14 ottobre 2018 7 14 /10 /ottobre /2018 17:14
Afghanistan:militari italiani donano alimenti al Dipartimento Affari Sociali a Herat
Afghanistan:militari italiani donano alimenti al Dipartimento Affari Sociali a Herat

Una fornitura alimentare da destinare agli orfanotrofi della Provincia:questa la donazione effettuata dai militari del Contingente Italiano del Train Advise and Assist Command West(TAAC-W), operanti nell'ambito della missione in Afghanistan. I generi alimentari saranno poi distribuiti all'orfanotrofio da una delegazione del Dipartimento degli Affari Sociali di Herat.

La donazione è stata resa possibile grazie alla generosità di una ditta alimentare pugliese che ha donato circa 3,4 tonnellate di varie tipologie di pasta ed 1,2 tonnellate di varie tipologie di pasta  ed 1,2 tonnellate di legumi precotti. La donazione è avvenuta alla presenza del Direttore del Dipartimento, Sig. Abdul Qaiyoum Afghan, il quale ha avuto parole di stima e di gratitudine verso il Popolo Italiano che continua a fornire un aiuto concreto alla popolazione afgana.Il  Direttore ha inoltre evidenziato come sia importante il sostegno alle fasce più deboli della popolazione, in particolare agli orfani, poichè consente alle istituzioni locali di garantire loro un futuro migliore.

Il contingente italiano supporta la popolazione ed in particolare i gruppi più deboli e vulnerabili della società:questa è solo una delle tante attività  che si affiancano a quella principale ovvero l'addestramento la consulenza e l'assistenza alle Forze di Sicurezza Afgane per migliorarne la  funzionalità e la loro capacità di autosostenersi, focus degli Advisors italiani nell'abito della missione NATO Resolute Support(RS) e  che viene realizzato sia in maniera diretta con progetti individuati e condotti dal contingente nazionale, sia facilitando la distribuzione di aiuti umanitari provenienti da organizzazioni benefiche  nazionali.

Perchè la pace e il futuro dell'Afghanistan si possono costruire dopo giorno, anche con delle donazioni alimentari ai più bisognosi. 

 

Afghanistan:militari italiani donano alimenti al Dipartimento Affari Sociali a Herat
Afghanistan:militari italiani donano alimenti al Dipartimento Affari Sociali a Herat
Condividi post
Repost0
11 ottobre 2018 4 11 /10 /ottobre /2018 17:32
Afghanistan:militari italiani addestrano a lotta contro ordigni improvvisati Forze Sicurezza afgane
Afghanistan:militari italiani addestrano a lotta contro ordigni improvvisati Forze Sicurezza afgane

Addestrare all'impiego delle tecniche e procedure per la raccolta di potenziali prove per la successiva analisi forense, a seguito di attacchi o rinvenimenti  di IED(Improvised Explosive Devices ovvero ordigni esplosivi improvvisati):questo l'obiettivo del corso organizzato dal Train  Advise Assist Command West(TAAC-W)di Herat, comando multinazionale della NATO su base Brigata "Pinerolo"inquadrato nella missione Resolute Support(RS) in favore delle Forze di Sicurezza afgane.

Il personale altamente specializzato del Contingente Italiano con l'aiuto di istruttori civili statunitensi, con un addestramento mirato ha incrementato sia le capacità che le competenze delle Forze di Sicurezza afgane nell'assolvimento di attività investigative e nell'applicazione delle procedure volte alla mitigazione del rischio derivante dagli ordigni esplosivi improvvisati.

I partecipanti al corso hanno acquisito le competenze specifiche del settore e hanno anche conseguito la qualifica di istruttori. I militari italiani hanno inoltre realizzato ed assemblato per l'occasione, a costo zero, utilizzando del materiale di risulta,  un Instructor Tactical Exploitation Kit che è stato donato agli studenti. Questo kit consentirà ai neo-istruttori di condurre l'attività di insegnamento e di trasmettere le conoscenze acquisite con una maggiore incisività. Conoscenze fondamentali che potranno salvare vite umane, sopratutto quelle dei bambini che non conoscono ancora la pericolosità mortale di questi ordigni disseminati nel terreno dai talebani.

Afghanistan:militari italiani addestrano a lotta contro ordigni improvvisati Forze Sicurezza afgane
Afghanistan:militari italiani addestrano a lotta contro ordigni improvvisati Forze Sicurezza afgane
Condividi post
Repost0
9 ottobre 2018 2 09 /10 /ottobre /2018 17:30
Afghanistan:il Vice Comandante di Resolute Support partecipa a meeting su sicurezza organizzato dai militari italiani
Afghanistan:il Vice Comandante di Resolute Support partecipa a meeting su sicurezza organizzato dai militari italiani

Nei giorni scorsi il Vice Comandante della missione NATO,  Resolute Support(RS), il Generale di Corpo d'Armata(UK)Richard Cripwell, ha partecipato ad un meeting sulla sicurezza molto importante  con le autorità della Provincia di Baghdis.

Il meeting è stato voluto ed organizzato dalla leadership del Train Advise Assist Command West di Herat, su base Brigata Pinerolo, in stretto coordinamento con le Forze di Sicurezza Afgane ed il Governatore dell'area. Qal'ah-Ye Now è la località dove si è tenuto il meeting in due diversi momenti:nel primo c'è stato infatti l'incontro con le autorità civili militari religiose e con una rappresentanza degli Anziani delle Tribù locali, mentre nel secondo, con le Forze di Sicurezza ed il Governatore. Durante il secondo meeting il Governatore, Dottor Abdul Ghafoor Malikzai, ha sottolineato come lo stato di sicurezza della Provincia di Baghdis, a circa 120 km a nord est di Herat, sia notevolmente migliorato grazie agli sforzo congiunti delle Forze di Sicurezza ed il supporto a loro fornito dalle Forze della Coalizione.

Ha fornito inoltre un aggiornamento  sui progressi raggiunti nel processo di pace e di riconciliazione, grazie alla collaborazione ed al supporto degli Anziani delle Tribù locali. Il Governatore ha assiccurato che le prossime elezioni si svolgeranno  in un clima di massima trasparenza in stretto coordinamento con le Forze di Sicurezza locali.

Al termine del meeting, il Generale Cripwell ha espresso parole di elogio e di soddisfazione  per l'operato del Governatore della Provincia di Baghdis, apprezzandone la leadership ed il buon governo e ha anche ringraziato la leadership del Train Advise Assist Command West per la riuscita dell'evento grazie alla cornice di sicurezza integrata dalle varie componenti nazionali in quella che viene tecnicamente definita Periodic Train Advise Assist (PTTA)ovvero un'attività eseguita a "domicilio"in aree distanti dalla base di Camp Arena che è la sede del Contingente Nazionale che non può essere svolta con cadenza giornaliera.

 

Afghanistan:il Vice Comandante di Resolute Support partecipa a meeting su sicurezza organizzato dai militari italiani
Afghanistan:il Vice Comandante di Resolute Support partecipa a meeting su sicurezza organizzato dai militari italiani
Condividi post
Repost0