Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
19 settembre 2017 2 19 /09 /settembre /2017 17:25
Roma:Carabiniere congedato per aver osato criticare l'Islam

E'in congedo da 10 mesi, senza stipendio e con figli da mantenere:il maresciallo Riccardo Prisciano, ha pagato cara la sua critica alla religione islamica ed è stato congedato. Secondo quanto riportato dal "Giornale.it", la sua colpa è stata quella di avere espresso un parere personale sull'anticostituzionalità dell'Islam e pareri contrari anche sul matrimonio tra omosessuali, sulla pratica dell'utero in affitto, sull'attuale legge sull'aborto, nonchè  avere espresso perplessità sull'operato politico di Boldrini, Alfano, Renzi e Napolitano.

Così nel 2015, il maresciallo riceve la notifica dell'avvio di un procedimento disciplinare per"islamofobia, xenofobia,omofobia, violazioni dei doveri attinenti al grado ed al giuramento prestato per avere inficiato l'apoliticità della Forza Armata".Al militare ribelle senza peli sulla lingua, e con l'hobby della scrittura è stata fatale la partecipazione al convegno sull'"Incostituzionalità dell'Islam".

Come afferma il maresciallo al "Giornale.it" da quel giorno sono iniziati i suoi guai che l'hanno visto tra l'altro, sottoposto a ben tre procedimenti disciplinari con 7 giorni di consegna con rigore e trasferimento d'autorità in Sardegna, nonchè un provvedimento per aver pubblicato il suo libro"Nazislamismo", infine come se non bastasse i suoi superiori presso la Procura Militare di Roma l'hanno denunciato per"insubordinazione con ingiuria e diffamazione militare aggravata". E'stato inoltre sottoposto a visite psicologiche, denunce che poi sono state archiviate, trasferimenti a 800 km, e il congedo per "non meritevolezza".

Il maresciallo che ha osato criticare l'Islam e che per questo è stato congedato, adesso aspetta con ansia  il 12 ottobre, quando il TAR del Lazio dovrebbe emettere la sua sentenza definitiva sul congedo. Fino ad ora il militare ha una sola triste certezza:sull'Islam si possono affermare solo cose positive, altrimenti(si fa per dire) meglio tacere.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
14 settembre 2017 4 14 /09 /settembre /2017 17:02

Si è svolta mercoledì notte un'esercitazione congiunta tra le unità di primo intervento antiterrorismo della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri in tre differenti contesti oprativi:a Roma in una stazione metropolitana, a Bologna nel parcheggio sotterraneo dela stazione ferroviaria dell'alta velocità, e a Genova in una zona d'imbarco del porto.

Sono stati simulati 3 attacchi terroristici e ad entrare in azione per contrastarli  più 150 uomini dei SOS o API dei Carabinieri, equipaggi delle Volanti, dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia e Radiomobili dei Carabinieri che hanno provveduto alla cinturazione degli obiettivi.

Le esercitazioni hanno avuto il fine di testare velocità e capacità reazione ad una notizia di un attentato o di un possibile attentato, nonchè la sinergia tra le Unità di primo intervento  delle forze dell'ordine. Le  esercitazioni hanno avuto un esito positivo e rientrano nell'ambito delle direttive del Ministro dell'Interno, che dopo l'attentato terroristico di Barcellona,  ha predisposto un'intensificazione delle attività di prevenzione in sinergia operativa tra forze dell'ordine. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
4 settembre 2017 1 04 /09 /settembre /2017 17:51
Cagliari:con sbarchi algerini incremento reati predatori,poliziotti allo stremo,situazione esplosiva

Sono più di mille gli algerini sbarcati in Sardegna dall'inizio dell'anno e con i loro sbarchi c'è stato un incremento dei reati predatori."Gli stranieri si dedicano ad attività illecite per racimolare cifre idonee ad acquistare il biglietto del traghetto per il continente, così come successo anche nelle ultime ore"afferma Luca Agati, Segretario Provinciale del SAP di Cagliari, rispondendo alle dichiarazioni del Governatore Pigliaru sugli sbarchi dal nord Africa. "Gli sbarcati pretendono di essere espulsi perchè si mettono in tasca il lasciapassare  per rimanere sul territorio nazionale. Ci sono Algerini espulsi decine di volte che puntualmente vengono fermati ma non rimpatriati o accompagnati in appositi centri di identificazione"fa sapere Agati.

La situazione da mesi ormai è esplosiva, ma deve succedere qualcosa di terribile come lo stupro della ragazza polacca e del transessuale a Rimini, per far si che chi di competenza fermi gli sbarchi? Ormai i migranti sono troppi, non si può aiutarli tutti e tantomeno trovare loro una sistemazione. Soprattutto al porto di Cagliari, si possono vedere gruppi di africani, per lo più giovanissimi che passano il tempo seduti sulle panchine a smanettare con gli smartphone, senza un lavoro, e così per procurarsi il denaro rubano.

 Aumentano i reati e i poliziotti sono allo stremo da mesi, nel gestire questa difficilissima situazione:il personale non basta. "A Cagliari non ci sono poliziotti per gestire tutto questo, spesso e volentieri esce una volante a turno, ciò significa che basta il furto di un telefonino per non avere più divise in strada"continua Luca Agati, oltre a questo, si aggiunge anche il problema dei centri di accoglienza, "Avevamo pensato che l'apertura della struttura di Monastir potesse alleggerire la nostra presenza nei siti di sbarco per dedicarci ad altro, invece è rimasto tutto come prima se non peggio. Riceviamo precise indicazioni di monitorare le zone del centro nelle ore successive agli sbarchi proprio per contrastare i reati predatori, come se tutto questo fosse la normalità" .

Ma normalità non è, perchè ormai la gente ha paura ad avventurarsi la notte nella zona del porto e in Via Roma:non ci si sente più sicuri. Luca Agati critica il Governatore Pigliaru che non sembra essersi reso conto della situazione migranti a Cagliari"Il Governatore Pigliaru dimostra di non essere  per nulla tempestivo e soprattutto mal informato e la cosa ci preoccupa perchè si rischia di aggiornare il Ministro Minniti con dettagli imprecisi sulla situazione legata agli sbarchi diretti dal nord Africa. Il Ministro Minniti  grazie alle interrogazioni parlamentari di Fratelli d'Italia e Unidos è stato informato circa la  situazione sbarchi ormai al limite , ma nemmeno con le tante proteste del SAP, ad oggi niente è cambiato. Gli sbarchi, soprattutto di algerini, continuano e i cagliaritani convivono con una  sensazione di insicurezza e di pericolo. Forse dovrà davvero accadere qualcosa di terribile come successo a Rimini per fermare per sempre gli sbarchi e tutto il business che continua a girare intorno al'accoglienza? 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
7 agosto 2017 1 07 /08 /agosto /2017 18:03

Il video ha già fatto il giro del web, è un video postato dall'utente Lello Cretella sulla pagina Facebook "Comitato Quartiere di Vasto". Mostra alcuni militari dell'operazione"Strade Sicure"impegnati in un controllo a Napoli, in Via Firenze. che vengono aggrediti da un gruppo di migranti con l'obiettivo di impedire il fermo di uno di loro. Ad un certo punto i militari vengono accerchiati, si sentono urla e si vedono spintoni.

"Episodi come questo accadono ogni giorno nel nostro quartiere e tutti fanno finta di non vedere!!!Ci sentiamo soli e abbandonati . Abbiamo paura per noi e per le nostre famiglie!!!Ora basta!!!Addirittura  aggressione allo STATO! "si legge nel post di Lello Cretella sotto il video.  Un video che mostra una situazione ormai sfuggita al controllo, quanto accaduto in via Firenze a Napoli è la conseguenza dei continui sbarchi di migranti e dell'incapacità di riuscire a gestirli nel modo corretto.

Sbarchi che continuano, inesorabili, nonostante tutto, ogni giorno nei principali porti italiani. Sbarchi attorno ai quali ruota il business dell'accoglienza. A farne le spese sono i cittadini italiani,sempre più insicuri nelle loro città, nonostante la presenza dell'Esercito che fa ciò che può in una situazione sempre più a rischio. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
22 luglio 2017 6 22 /07 /luglio /2017 15:31

Un poliziotto della stradale filma un migrante in bici lungo l'autostrada Torino-Bardonecchia e commenta. L'agente è stato sospeso dal servizio ed è stato avviato un procedimento disciplinare nei suoi confronti per le frasi pronunciate durante il video, video che è ormai diventato virale. L'Italia intanto si divide tra chi sta dalla parte del poliziotto e chi invece ritiene giusta la sua sospensione dal servizio. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
20 luglio 2017 4 20 /07 /luglio /2017 14:27

Il video della rissa tra ambulanti africani e italiani(postato sul canale Yt"NewSicilia") sta facendo il giro del web anche sui siti esteri. Mostra una rissa tra venditori ambulanti africani e italiani alla fiera di Catania. La scena è stata filmata con uno smartphone da un cittadino. Non è chiaro cosa abbia scatenato la rissa, ma questo video parla chiaro:lo scontro è stato molto violento con utilizzo di mazze e altri oggetti contundenti. Si è rischiato davvero che ci scappasse il morto, quando ad un certo punto, un uomo si mette alla guida del furgone bianco e cerca di investire qualcuno.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
2 luglio 2017 7 02 /07 /luglio /2017 16:19
Lecce:visita Capo di Stato Maggiore dell'Esercito alla Brigata Pinerolo in addestramento
Lecce:visita Capo di Stato Maggiore dell'Esercito alla Brigata Pinerolo in addestramento

Verificare sul campo la capacità di abbattere i tempi di comunicazione e di acquisizione delle informazioni nelle operazioni militari utilizzando le nuove tecnologie informatiche:questo l'obiettivo dell'addestramento della Brigata Pinerolo. L'attività addestrativa si è svolta nei giorni scorsi, presso il Poligono di Torre Veneri(LE), nell'ambito della Campagna di Sperimentazione del Progetto FORZA NEC(Network Enabled Capability)con l'esercitazione 1^SIO(Sessione di Integrazione Operativa).

Proprio durante questa attività addestrativa, c'è stata la visita  del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, il Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico, che è stato accolto nella Caserma "Floriani"dal Comandante del Comando per la Formazione, Specializzazione, e Dottrina dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Pietro Serino, e dal Comandante della Divisione "Acqui"il Generale di Divisione Antonio Vittiglio.

Il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, dopo un breve punto della situazione sulla campagna di sperimentazione in corso, tenuto dal Comandante della Brigata"Pinerolo"il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, , ha visitato i posti di comando digitalizzati, schierati nel poligono, ed ha assistito ad un'esercitazione a livello gruppo tattico digitalizzato impegnato in un'operazione di stabilizzazione di un'area di crisi.

Il Generale Errico dopo avere ringraziato il personale presente, ha poi espresso tutta la sua soddisfazione per il livello di addestramento raggiunto,e anche per la motivazione del personale impiegato e delle capacità espresse sia in operazioni sul territorio nazionale che all'estero, non solo dalla Brigata"Pinerolo"ma anche da parte di tutte le componenti dell'Esercito. 

Lecce:visita Capo di Stato Maggiore dell'Esercito alla Brigata Pinerolo in addestramento
Lecce:visita Capo di Stato Maggiore dell'Esercito alla Brigata Pinerolo in addestramento
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
25 giugno 2017 7 25 /06 /giugno /2017 20:18
Cagliari:soldi per sicurezza politici G7, ma ora poliziotti abbandonati:"costretti a comprarci le divise"

Il G7 che si è tenuto a Cagliari è finito l'altro giorno. Il vertice internazionale sui trasporti non ha fatto notizia e l'evento è passato in sordina chissà perchè. Tante le risorse finanziarie investite per garantire la sicurezza dei politici intervenuti al vertice. Enorme dispiego di forze dell'ordine. Nei due giorni del G7 sono stati sospesi gli sbarchi dall'Algeria.

Ora finito il G7 i poliziotti che dalla penisola erano stati inviati a supportare i loro colleghi sono dovuti ripartire e gli sbarchi di migranti dall'Algeria sono ripresi. A gestire l'emergenza sbarchi, pochi poliziotti a causa di gravi carenze di organico, poliziotti che sono costretti a comprarsi le divise e devono tirare avanti con quelle vecchie. Questa è la situazione nella quale si trovano i poliziotti a Cagliari, come segnalato da Luca Agati, Segretario Provinciale del SAP:"(...)C'è la possibilità di sospendere gli arrivi(sbarchi di migranti)ma non la volontà di interromperli. E' finito il G7- continua- Agati,e tutti i poliziotti intervenuti a supporto sono ripartiti evidenziando inesorabili quali sono i limiti del nostro apparato, divise comprese. Si spendono tanti soldi in parate e sicurezza delle personalità, dimenticandosi di chi ogni giorno lavora in strada, risparmiando proprio su abbigliamento, strumentazioni ed ahimè sicurezza degli operatori".

E da questo punto di vista, la situazione è davvero drammatica:"Siamo ancora costretti a comprarci le divise per poterci cambiare una maglietta ed un pantalone ogni giorno, la divisa operativa  è ancora un miraggio per tanti uffici come la Polizia Stradale, ancora costretta a capi vecchi e non più adatti al servizio. Dove andremo a finire di questo passo?"si chiede Agati. E se lo chiedono anche gli italiani. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
24 giugno 2017 6 24 /06 /giugno /2017 17:26
Livorno:Generale Graziano ai GIS e Tuscania"sono orgoglioso da Comandante per ciò che siete"
Livorno:Generale Graziano ai GIS e Tuscania"sono orgoglioso da Comandante per ciò che siete"

"Vi ho visto operare molte volte nelle più disparate situazioni e sono molto orgoglioso, da Comandante, per ciò che siete e so che anche in situazioni di rischio elevatissimo mettete davanti a tutto il bene primario del nostro Paese"con queste parole il Generale Claudio Graziano, Capo di Stato Maggiore della Difesa, si è rivolto agli operatori del Gruppo Intervento Speciale(GIS)e ai Carabinieri Paracadutisti del 1°Reggimento Tuscania, durante a sua visita a questi due reparti di élite. Nella sua visita il Generale è stato accompagnato dal Comandante dell'Arma dei Carabinieri, il Generale Tullio del Sette.

Durante la sua visita, il Generale Graziano ha assistito anche ad un'esercitazione di contro-terrorismo svolta dagli incursori del GIS supportati dai militari del Tuscania e ha sottolineato il ntevole impegno delle Forze Armate Italiane contro il terrorismo e le attuali minacce alla sicurezza:"L'attuale situazione di potenziale minaccia terroristica con tutte le sue conseguenze continuerà ancora a lungo ossia fino a quando esisterà questa situazione di instabilità e di crollo di Stati in Africa, così come in Iraq in Afghanistan, e non si esaurirà con la vittoria contro il terrorismo geografico di ISIS. Tutti noi con le nostre capacità continueremo ad essere impegnati in Missioni di assistenza militare e di costruzione di Forze di Difesa verosimilmente ancora a lungo" ha detto il Generale Graziano.

Sempre nel corso della visita, il Generale ha anche salutato funzionari dell'Unione Europea che sono impegnati a seguire un corso di alta formazione che ha come temi la sicurezza europea organizzato dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e dal 1°Reggimento Tuscania  cn il coordinamento scientifico di Andrea De  Grutty, ordinario di diritto pubblico internazionale e direttore dell'Istituto Dirpolis(Diritto, Politica, Sviluppo). "Attività come questa consentono al personale militare e personale civile di conoscere le rispettive procedure e il rispettivo modus operandi per una maggiore sinergia finalizzata ad un approccio ominicomprensivo alla gestione della crisi"ha concluso il Generale Graziano nel suo intervento. 

Livorno:Generale Graziano ai GIS e Tuscania"sono orgoglioso da Comandante per ciò che siete"
Livorno:Generale Graziano ai GIS e Tuscania"sono orgoglioso da Comandante per ciò che siete"
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento
17 giugno 2017 6 17 /06 /giugno /2017 16:47
Cagliari:emergenza sbarchi migranti:interrogazione parlamentare di Giorgia Meloni

Finalmente le segnalazioni da parte dei poliziotti impegnati nella difficile gestione  dell'emergenza sbarchi a Cagliari sono state ascoltate. L'onorevole Giorgia Meloni ha presentato un'interrogazione parlamentare sull'emergenza immigrazione in Sardegna.  Come afferma Luca Agati segretario provinciale del SAP di Cagliari:"Un importante ed immediato riscontro al documento consegnato personalmente il 2 giugno all'onorevole Giorgia Meloni, dimostrazione che non tutti si ricordano della Sardegna solo per le ferie estive."

E' ormai da tempo infatti  che il SAP segnala la gravissima emergenza sbarchi di migranti, soprattutto algerini, sbarchi continui soprattutto adesso d'estate, con i relativi rischi per la sicurezza e l'incremento degli episodi di criminalità strettamente connessi a questi sbarchi. "Sono anni che denunciamo carenze gravissime legate alla gestione dell'immigrazione, lacune che ricadono su un apparato della sicurezza già fortemente debilitato continua Luca Agati-che ha subito negli anni un taglio di personale di personale in assoluta controtendenza rispetto all'aumento delle attività".

Adesso grazie all'interrogazione dell'onorevole Giorgia Meloni, forse è la volta buona che si riesce a risolvere questa situazione di emergenza:"L'auspicio è che il Ministro dell'Interno, direttamente chiamato in causa, studi manovre d'intervento per sanare manchevolezze che destano sempre più preoccupazione-è la speranza di Luca Agati che prosegue."Oggi nonostante le imponenti misure di sicurezza legate al G7, gli algerini continuano a sbarcare quotidianamente in maniera indisturbata, mostrando al mondo intero l'inefficenza dei nostri sistemi di sicurezza". Speriamo davvero che l'interrogazione dell'onorevole Meloni ponga a fine a quest'emergenza sbarchi in Sardegna. Una Sardegna che ormai sembra sempre più una parte di Africa. 

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento