Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
10 settembre 2020 4 10 /09 /settembre /2020 17:07
Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"
Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"
Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"

"Quick Response 2020": questa la denominazione dell'esercitazione portata a termine nei giorni scorsi dai militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"di Messina , assieme al personale militare delle 20 nazioni che hanno preso parte all'Operazione ALTHEA, condotta dall'European Union Force (EUFOR).  L'obiettivo dell'esercitazione era quello di testare i piani di emergenza di  EUFOR, tramite l'integrazione delle forze in prontezza fornite dai Paesi della coalizione, ed é stata realizzato coinvolgendo le forze armate della Bosnia  Erzegovina e con il precipuo intendimento di ottimizzare i processi di stabilità, progresso e sicurezza del Paese.

Durante la cerimonia di inaugurazione dell'attività, il Ministro  della Bosnia Ezergovina, il Dr. Sifet Podzic, ha affermato che il Ministro della Difesa e le Forze Armate del suo Paese mantengono una cooperazione continua con i militari di EUFO. Il Comando EUFOR, data la particolare circostanza per la realizzazione dell'imponente apparato dell'esercitazione, ha adottato ogni misura preventiva, in conformità alle misure introdotte dalla nazione ospitante e sulla base delle raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, in modo da attenuare tutti i rischi associati ad un possibile contagio da COVID-19.

Il Comandante di EUROFOR invece, il maggiore Generale Reinhard Trischak, ha voluto esprimere la sua soddisfazione per l'attività portata a termine dai militari italiani impegnati, che hanno fornito un contributo davvero utile al sostegno dell'addestramento delle forze armate bosniache nel loro progredire verso gli standard NATO, collaborando sempre con i colleghi giunti da Austria, Ungheria, Bulgaria, Regno Unito e Romania. L'impegno é stato orientato anche verso il mantenimento di un ambiente sicuro e protetto in questa importante area della penisola balcanica.

 

Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"
Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"
Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"
Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"
Sarajevo:militari del 5°Reggimento Fanteria"Aosta"portano a termine esercitazione "Quick Response 2020"

Condividi post

Repost0
13 agosto 2020 4 13 /08 /agosto /2020 17:38
Taranto:cambio di incarico e rischio consegna di rigore per la tenente di vascello del balletto

"Ha promosso  e partecipato ad un evento deplorevole nei modi e nella forma, violando le consegne assegnate ed impiegando in maniera  impropria e armi assegnate al proprio reparto": si legge nel provvedimento disciplinare  a carico della tenente di vascello che ha fatto ballare gli allievi. Per il momento non é previsto nessun  trasferimento a La Spezia, ma un cambio di incarico sempre a Taranto nonché il rischio della consegna di rigore per la tenente di vascello dell'ormai famoso balletto del plotone di militari sulle note delle celebre hit "Jerusalema" dopo il giuramento.

L'avvocato dell'ufficiale, il Dott. Giorgio Carta, ha chiesto una proroga dei termini di difesa di 10 giorni. Alla richesta della proroga, come si apprende da"LaRepubblica" sono stati allegati tanti video finiti sul web nei  video nei quali si vedono militari della Marina che improvvisano canzoni e balletti anche sulle navi. Sono in tanti infatti che hanno voluto dimostrare solidarietà alla tenente segnalando al suo avvocato  questi video. "Nella mia istanza chiediamo di conoscere quali provvedimenti sono stati assunti nei confronti dei militari protagonisti di questi video in cui si balla e si canta in divisa durante lo svolgimento dei propri ruoli. Sono video che mi sono stati segnalati da tantissimi utenti  che pur non conoscendo la tenente hanno apprezzato il suo gesto ed hanno ritenuto che avesse solo fatto pubblicità positiva al corpo", queste le parole dell'avvocato.

"Non capiamo perché il video della tenente abbia potuto danneggiare l'immagine della Marina, visto che ci sono già questi altri video"conclude . Nel frattempo  il dibattito sul web è ancora aperto tra chi condanna la tenente e chi invece apprezza il balletto che voleva solo essere un momento di svago e relax  per allentare la tensione di un giuramento che a causa delle regole anti-Covid, era stato fatto a porte chiuse senza che gli allievi potessero incontrare  i loro  parenti. Tra qualche giorno di giorni  si verrà a conoscenza della decisione della Commissione disciplinare della Marina Militare nei confronti del tenente, ritenuta colpevole di ledere l'immagine della Forza della Armata,  cosi come allora, tutti i militari protagonisti di canzoni e balletti vari che circolano sul web. 

Condividi post

Repost0
8 agosto 2020 6 08 /08 /agosto /2020 16:21

"Non ho fatto nulla di male": si difende con queste parole tramite il suo avvocato, il Tenente di vascello resasi protagonista di un ballo di gruppo avvenuto in una caserma al termine della cerimonia di giuramento di un corso volontari in ferma annuale, presso la scuola sottufficiali della Marina Militare di Taranto. Qualche giorno fa i marinai in divisa sotto la guida dell'ufficiale donna si sono lanciati  in un balletto sulle note della ormai  celebre hit "Jerusalema" che sta avendo grande successo su Tik Tok.

Il  tenente di vascello guida il gruppo di marinai che alla fine si lasciano coinvolgere davvero e ballano anche se non proprio tutti a tempo con tanto di applauso finale.  Qualcuno ha girato un video del balletto a insaputa del coi tenente e senza il suo consenso, e cosi é diventato virale. U video che si  porta dietro i tanti commenti negativi e non e la solita scia di polemiche sui social.

Tra i vari utenti in rete che continuano a commentare il balletto, alcuni sostengono che il  tenente di vascello non abbia fatto nulla di male, altri invece la condannano senza appello perchè non avrebbe avuto nessun rispetto dell'uniforme che indossa. Secondo quanto riportato dal" Corriere della Sera", l'ufficiale é a rischio di sanzione e la Marina Militare "avrebbe avviato u procedimento disciplinare contestando alla tenente di vascello di aver tenuto un comportamento  non consono e lesivo dell'immagine sua e della Forza Armata, e di aver promosso e partecipato ad un evento "deplorevole"nella forma e nella sostanza". 

L'ufficiale si difende tramite le parole del suo avvocato, Giorgio Carta che cerca di far comprendere in quale contesto sia avvenuto il balletto ovvero" alla conclusione di un giuramento collettivo di volontari in ferma prefissata che, a causa dell'emergenza sanitaria in atto, si era dovuto eccezionalmente  svolgere a porte chiuse, senza la consueta partecipazione di parenti e amici". E a questo si aggiunge il fatto che per tutto il corso da loro frequentato, sempre a causa del COVID-19,  gli allievi non avevano avuto diritto di passare con i parenti una giornata dopo il giuramento come di solito é consuetudine. 

Quindi l'obiettivo del tenente era semplicemente quello di "rinfrancare lo spirito di tanti giovani reclute" che non hanno comunque messo a rischio la sicurezza di nessuno dato che avevano ": armi scariche del tutto inidonee allo sparo".

Sulla vicenda é intervenuto anche il segretario generale del Nuovo Sindacato Carabinieri Massimiliano Zetti che riguardo alla eventuale sanzione per il tenente ha affermato:"provvedimenti abnormi e illogici: tali manifestazioni ci sono sempre state e oggi contribuiscono ad avvicinare le Forze Armate alla popolazione". Insomma si é trattato di un semplice balletto goliardico per allentare la tensione dopo un corso particolarmente duro e impegnativo, soprattutto ai tempi del Covid.

Condividi post

Repost0
16 luglio 2020 4 16 /07 /luglio /2020 18:16
Foggia:i militari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano la Casa Circondariale di Lucera
Foggia:i militari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano la Casa Circondariale di Lucera
Foggia:i militari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano la Casa Circondariale di Lucera
Foggia:i militari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano la Casa Circondariale di Lucera

I militari del 21°Reggimento Artiglieria di Foggia , unità dell'Esercito inquadrata nella Brigata Meccanizzata "Pinerolo"di Bari, hanno svolto un'attività di sanificazione all'interno della struttura della locale Casa Circondariale- su richiesta della Direttrice della Casa, la Dott.ssa Patrizia Andraniello- con l'obiettivo di contenere i rischi collegati alla diffusione del COVID-19.

I militari continuano cosi il loro impegno sul territorio in piena sinergia con le istituzioni locali. Il nucleo disinfettori in forza al reggimento ha igienizzato i locali dell' infrastruttura nonchè gli automezzi in dotazione alla Polizia Penitenziaria. La Direttrice ha voluto ringraziare i militari del 21°Reggimento "per la professionalità, celerità e solerzia  dimostrata nell'intervenire in supporto all'Istituto Penitenziario, esempio di collaborazione e sinergia tra le Istituzioni dello Stato".

Questa attività di sanificazione è la conferma del supporto costante che l'Esercito sta assicurando alla collettività in questo momento cosi delicato, per combattere la diffusione dell'epidemia con azioni concrete e in collaborazione con la Protezione Civile. 

Foggia:i militari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano la Casa Circondariale di Lucera
Foggia:i militari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano la Casa Circondariale di Lucera

Condividi post

Repost0
1 luglio 2020 3 01 /07 /luglio /2020 18:03
Carpegna:i Paracadutisti del 183° Nembo portano a termine intenso addestramento
Carpegna:i Paracadutisti del 183° Nembo portano a termine intenso addestramento
Carpegna:i Paracadutisti del 183° Nembo portano a termine intenso addestramento

"Steel Forge" 1^/20 ": questa la denominazione dell' intensa attività addestrativa durata una settimana  e portata a termine dai circa 120  Paracadutisti del 183° Reggimento Nembo nel poligono di Carpegna (PU).  Verifica e incremento delle capacità individuali e coordinamento  delle squadre attraverso  un training  caratterizzato dalla dinamicità: questo l'obiettivo dell'addestramento condotto sia in ore diurne che notturne. Sono state anche testate le procedure tattiche  a bordo dei mezzi e appiedate con l'utilizzo di armi individuali e di reparto durante le attività in bianco e a fuoco.

E' stato raggiunto un notevole realismo addestrativo  grazie all'impiego di piattaforme  addestrative modulari come  la Pro-Target  Range, ovvero un sistema che permette di gestire  in modo centrlaizzato  ed interattivo  i bersagli  mobili e reattivi  di tipo Pro-P.Up. Grazie infatti alle informazioni in tempo reale sui tiri ottenute  dalle piattaforme,  si é avuta una riduzione sensibile del consumo di munizioni, oltre che dell'usura delle canne delle armi  di precisione, un rapido  raggiungimento degli obiettivi addestrativi ed anche un migliore utilizzo  dei poligoni  e delle  aree dedicate.

Il ricorso sempre più intensivo  a questo tipo di piattaforme consente di mantenere elevata la prontezza operativa delle unità dell'Esercito.  Durante l'attività addestrativa, il Comandante della divisione "Vittorio Veneto", il Generale di Divisione Angelo Michele Ristuccia, ha incontrato  i paracadutisti nell'area addestrativa  e si é congratulato con loro per l'elevato livello di operatività raggiunto.

Carpegna:i Paracadutisti del 183° Nembo portano a termine intenso addestramento
Carpegna:i Paracadutisti del 183° Nembo portano a termine intenso addestramento
Carpegna:i Paracadutisti del 183° Nembo portano a termine intenso addestramento
Carpegna:i Paracadutisti del 183° Nembo portano a termine intenso addestramento

Condividi post

Repost0
28 giugno 2020 7 28 /06 /giugno /2020 17:13
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"

I militari della Brigata Pinerolo hanno portato a termine nei giorni scorsi un attività di "Trials"che ha permesso di la sperimentazione definita per la Sessione di Integrazione  Operativa (SIO) 2020 del progetto Forza NEC (Network Enabled Capability) . Possibilità di collegare in maniera diretta ed immediata in rete ogni elemento operativo schierato sul terreno: questa in breve la filosofia del progetto Forza NEC. I primi giorni di giugno i militari della Pinerolo hanno svolto l'attività nel poligono di Torre Veneri (LE),  con un aliquota del loro comando, pedine del 82° Reggimento Fanteria Torino, del Reggimento Logistico e del Reparto Comando e Supporti Tattici  Pinerolo.

La Grande Unità ha avuto come compito quello di testare lo stato di maturità dei sistemi/piattaforme di nuova generazione quali il Posto Comando digitalizzato  su tenda, il Posto Comando Tattico su VTMM ORSO, il VTLM 2 NEC e l'ultima versione del Sistema di Comando Controllo e Navigazione (SICCONA)  installato su VBM Freccia. I test condotti hanno consentito  di raccogliere utili feedback che potranno essere utili al processo di ammodernamento dello strumento militare terrestre.

Il Posto Comando digitalizzato su tenda rientra nell'ambito del Progetto (VTMM) "ORSO"e ha l'obiettivo di di dotare le unità di manovra di una piattaforma di nuova generazione, adeguatamente  protetta, dotata di elevata  mobilità e protezione anti R-CIED (Radio Controlled Improvised Explosive Device). In grado di garantire l'operatività ai Posti Comando Tattici Terrestri delle Brigate/Task Forces.  Il Veicolo Tattico Leggero Multiruolo  (VTLM)" Lince" 2 NEC avrà una funzione prevalentemente COMBAT in modo da operare in ogni ambiente operativo con un livello di protezione del personale (balistica e antimina)  superiore agli attuali standard. Il VTLM 2 infatti  é un'evoluzione della piattaforma VTLM 1A caratterizzata  da parametri  superiori di sicurezza , semplicità e robustezza,  durata, e affidabilità. La piattaforma inoltre assolverà alle capacità di Comando Controllo e Navigazione (C2N)  quale nodo a livello  ordinativo tattico  attraverso le funzionalità che dovranno garantire  lo scambio  di informazioni con i Posti  Comando di Livello Superiore e le singole unità  dispiegate sul campo  fino ai minori livelli ordinativi.

Il Comandante delle Forze Operative Sud, il Generale di Corpo d'Armata Rosario Castellano accolto  dal Comandante  della Brigata Meccanizzata  Pinerolo, il Generale  Giovanni Gagliano, ha partecipato alla fase conclusiva  della sperimentazione, e durante un briefing  ha illustrato le attività condotte dalle Unità partecipanti ai "Trials SIO 2020". Il Generale Castellano ha visitato  i posti comando digitalizzati schierati nel poligono,  ed ha assistito ad una serie di esercizi svolti in ambiente  completamente digitalizzato.

Il Comandante delle Forze Operative del Sud,  mediante l'utilizzo dei sistemi  di comunicazione dei posti comando digitalizzati,  ha potuto apprezzare  tutte le fasi dello svolgimento delle attività condotte  dalle unità  schierate nei poligono di Torre Veneri.  Il Generale Castellano dopo avere ringraziato tutto il personale  presente,  si é voluto complimentare  per il livello di addestramento raggiunto per la motivazione del personale  impiegato, nonchè per le capacità espresse sia in operazioni  sul territorio nazionale che all'estero, dalla Brigata Pinerolo.

Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"
Lecce:la Brigata Pinerolo porta a termine i "Trials SIO 2020"

Condividi post

Repost0
19 giugno 2020 5 19 /06 /giugno /2020 17:44
Kuwait:i Predator dell'Aeronautica Militare Italiana in missione raggiungono straordinario traguardo di 10.000 ore di volo
Kuwait:i Predator dell'Aeronautica Militare Italiana in missione raggiungono straordinario traguardo di 10.000 ore di volo

"Il Task Group "Araba Fenice" è orgoglioso di aver raggiunto l'ambizioso traguardo delle 10 mila ore di volo nel corso dell'Operazione internazionale"Inherent Resolve", frutto di un intenso lavoro, senza soluzione di continuità, in oltre cinque anni di missione nel Teatro Operativo" : con queste parole il Comandante del Gruppo , il Capitano Marco R. ha commentato l'eccezionale impresa dei Predator italiami.

Hanno tagliato infatti lo straordinario traguardo delle 10.000 ore di volo in teatro operativo: i Predator dell'Aeronautica Militare Italiana del Task Group Fenice dell'IT NCC/Air/TFA-K (Italian National Contingent Command Air Task/Force Air-Kuwait ) in missione in Kuwait, schierati presso la base aerea di Alì Al Salem si sono resi protagonisti di un'impresa eccezionale. I Predator M-Q9 sono velivoli a pilotaggio remoto impegnati in missioni di ISR (Intelligence, Surveillance and Reconnaissance) ed hanno la capacità, riconosciuta dalla Leadership della Coalizione, di sorvolare e sorvegliare lo spazio circostante, le aree di operazioni e le zone a rischio, condividendo velocemente informazioni utili nell'azione di lotta contro il DAESH.

Un impegno operativo notevole quello dei Predator italiani che hanno portato a termine più di 700 missioni, con una media di 15 ore di volo continuative per ogni sortita. Il personale del TG Araba Fenice ha coperto dall'ottobre del 2014 circa 8.000 punti di interesse per le esigenze dei vari "customer"della Coalizione, che si sono rivelati essenziali nella lotta al Daesh.

Un traguardo tagliato a pochi giorni di distanza  da quello delle 50 mila ore di volo da parte dei Predator MQ-9 e MQ-1 del 32° Stormo, che operando nelle basi di Amendola e Sigonella  sono impegnati in ambito nazionale a supporto delle operazioni di pubblica sicurezza, in modo da garantire un importante contributo alla raccolta di informazioni nell'area del Mediterraneo centrale e una collaborazione  militare davvero preziosa per garantire la sicurezza sia in ambito civile grazie a specifici protocolli di intesa con le Forze dell'Ordine. Dietro lo straordinario traguardo tagliato dai Predator dell'Aeronautica Militare,  c'è il lavoro di squadra dei militari italiani che con la loro elevata professionalità e la loro passione tengono alto il nome dell'Italia anche nei più importanti teatri operativi all'estero.

Kuwait:i Predator dell'Aeronautica Militare Italiana in missione raggiungono straordinario traguardo di 10.000 ore di volo
Kuwait:i Predator dell'Aeronautica Militare Italiana in missione raggiungono straordinario traguardo di 10.000 ore di volo

Condividi post

Repost0
15 giugno 2020 1 15 /06 /giugno /2020 17:19
Bari:avvicendamento alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"in operazione"Strade Sicure"
Bari:avvicendamento alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"in operazione"Strade Sicure"
Bari:avvicendamento alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"in operazione"Strade Sicure"

Avvicendamento oggi  alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"nell'ambito dell'Operazione"Strade Sicure": l'11°Reggimento Genio Guastatori di Foggia, al comando del Colonnello Simone Gatto, é subentrato  al 15°Reggimento "Cavalleggeri di Lodi"(15°) di Lecce al comando del Colonnello Francesco Antonio Serafini, ambedue le unità sono alle dipendenze della Brigata meccanizzata "Pinerolo". Sono oltre 500 i militari che ogni giorno garantiscono la sicurezza delle principali piazze di Bari, della stazione ferroviaria, e del Porto e assicurano anche il servizio di sorveglianza al Centro di Accoglienza e Richiedenti asilo (CARA) e al Centro per il Rimpatrio (CPR) del capoluogo pugliese, a Foggia presso il CARA di Borgo Mezzanone  ed in Basilicata al CPR di Palazzo San Gervasio.

Il dispositivo é integrato con una componente dell'Aeronautica Militare per il controllo dell'Aeroporto di Bari, dell'Hot Spot e del Porto di Taranto, e con un nucleo della Brigata Marina "San Marco" che garantisce il controllo presso il C.A.R.A. /C.P.R. di Restinco in provincia di Brindisi. Dal mese di marzo, in seguito all'emergenza sanitaria causata dal COVID-19, in Puglia ed in Basilicata, le Autorità Prefettizie, sulla base delle esigenze territoriali individuate dal Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, hanno riarticolato l'impiego del personale dell'Operazione "Strade Sicure"e quindi anche in Puglia, gli uomini e le donne dell'Esercito sono stati in prima linea in modo da garantire il rispetto delle regole  finalizzate al contrasto della diffusione del COVID-19.

I sei mesi appena passati sono stati davvero impegnativi, l'emergenza sanitaria infatti  ha causato  un costante incremento delle attività di controllo con circa 5000 pattuglie, più di 1.500 persone identificate, numerosi veicoli controllati, 20 fermi  per diverse tipologie di reato che hanno portato a 14 arresti e denunce a piede libero, a questi numeri si aggiungono numerosi interventi in soccorso di cittadini che sono stati colti da malore o vittime di incidenti stradali.

Negli interventi congiunti con le Forze dell'Ordine sono state sequestrate armi da fuoco, munizioni ed un considerevole quantitativo di sostanze stupefacenti. Ottimi risultati conseguiti grazie alla professionalità ed allo spirito di sacrificio dei militari del neo costituito Cavalleggeri di Lodi (15°), dei colleghi degli altri reparti della Brigata"Pinerolo"e della componente interforze che con il loro silenzioso e incessante lavoro, in perfetta sinergia con le Forze di Polizia, operano a supporto e al servizio del Paese. 

Bari:avvicendamento alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"in operazione"Strade Sicure"
Bari:avvicendamento alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"in operazione"Strade Sicure"
Bari:avvicendamento alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"in operazione"Strade Sicure"
Bari:avvicendamento alla guida del Raggruppamento"Puglia-Basilicata"in operazione"Strade Sicure"

Condividi post

Repost0
2 giugno 2020 2 02 /06 /giugno /2020 18:11
Foggia:imilitari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano il carcere di San Severo
Foggia:imilitari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano il carcere di San Severo

Su richiesta della Direttrice della Casa Circondariale, i militari del 21°Reggimento Artiglieria di Foggia (unità inquadrata nella Brigata Pinerolo di Bari), hanno svolto un'attività di sanificazione all'interno della struttura  al fine di contenere i rischi connessi alla diffusione del COVID-19. Il nucleo disinfettori in forza al reggimento, ha operato procedendo all'igienizzazione dei locali dell'infrastruttura e gli automezzi in dotazione alla Polizia Penitenziaria.

L'attività dei militari conferma cosi il loro costante supporto alla collettività in un momento particolarmente delicato con l'obiettivo di contrastare la diffusione dell'epidemia. Un impegno concreto che rientra tra le  tante iniziative dell'Esercito Italiano per lottare contro la diffusione del virus e al tempo stesso supportare la protezione civile e la popolazione. Gli artiglieri in questo modo continuano il loro impegno sul territorio in piena collaborazione con le istituzioni locali.

Foggia:imilitari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano il carcere di San Severo
Foggia:imilitari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano il carcere di San Severo
Foggia:imilitari del 21°Reggimento Artiglieria sanificano il carcere di San Severo

Condividi post

Repost0
31 maggio 2020 7 31 /05 /maggio /2020 16:42
Foggia:i militari del 21° Reggimento Artiglieria donano il sangue per il bene della collettività

In questi tempi di emergenza sanitaria che vede diminuire in modo significativo le donazioni di sangue, i militari del 21°Reggimento Artiglieria di Foggia, unità dell'Esercito inquadrata nella Brigata Meccanizzata "Pinerolo"  hanno  aderito alla raccolta di sangue promossa dall'AVIS comunale presso gli Ospedali"Riuniti"del capoluogo Dauno.

I militari nei giorni scorsi, hanno aderito volontariamente e con entusiasmo l'iniziativa per la raccolta del sangue con l'obiettivo di contribuire al bene della collettività anche in questo delicato settore.  I militari del 21°Reggimento impegnati su più fronti sia fuori dal territorio nazionale sia nell'Operazione "Strade Sicure"sono ben inseriti nella realtà cittadina e provinciale ed hanno spesso partecipato ad attività di sostegno dei bisognosi riscuotendo il plauso della popolazione  e delle Autorità locali.  Il Colonnello Francesco Maione, Comandante del Reggimento, ha ringraziato il personale che ha dato prove di altissimo senso di responsabilità e civico, soprattutto in questa fase emergenziale.

Foggia:i militari del 21° Reggimento Artiglieria donano il sangue per il bene della collettività

Condividi post

Repost0