Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
19 maggio 2017 5 19 /05 /maggio /2017 17:38
Libano:militari italiani sulla blue line con il mine action support group
Libano:militari italiani sulla blue line con il mine action support group

Ogni giorno i militari italiani  dell'8°Reggimento"Lancieri di Montebello" dispiegati presso la base avanzata "UN-P 1 - 31" , sono impegnati in un lavoro di pattugliamento e monitoraggio della Blue Line(la Blue Line è la linea di confine stabilita dall'ONU nel 200). Con il loro lavoro garantiscono la sicurezza alle unità del contingente internazionale UNIFIL che ha il compito di sminare l'area di confine secondo la Risoluzione del Consiglio di Sicurezza  delle Nazioni Unite n.1701 del 2006.

I militari italiani impegnati nell'operazione"Leonte XXII" attualmente su base Brigata"Granatieri di Sardegna", hanno in questo portato a termine da poco, una serie di attività  informative a favore della popolazione locale con lo scopo di accrescere  la consapevolezza del pericolo presente in alcune aree  e dei comportamenti e precauzioni da adottare in caso di rinvenimento di una mina. L'attività degli sminatori è davvero un lavoro di notevole importanza, come testimoniato anche dalla visita, avvenuta quache giorno fa, presso la base italiana delle Nazioni Unite di Shama, della delegazione del Mine Action Support Grouop(MASG), , guidata dall'Abasciatore Inigo Albertini, Vice Raprresentante della missione permanente  dell'Italia presso le Nazioni Unite in New York.

Ma qual'è l'obiettivo del MASG? Quello di coordinare i programmi nazionali volti a promuovere le attività di sminamento e prevenzione alla minaccia degli ordigni, mediante il suporto finaniziario e informativo. La presidenza di quest'organo, che si rinnova ogni due anni è italiana dal gennaio 2016.

Nei due giorni di visita, la delegazione mediante un briefing informativo  a cura del Comandante della Joint Task Force -Lebanon, il Generale B.Francesco Olla,  ha potuto conoscere le attività svolte quotidianamente dai militari del contingente italiano che hanno l'obiettivo di sminare vaste aree nel Libano del Sud. Uomini e donne che con estremo sacrificio ogni giorno lavorano per garantire la sicurezza della popolazione messa a rischio dalle mine.

Libano:militari italiani sulla blue line con il mine action support group
Libano:militari italiani sulla blue line con il mine action support group
Libano:militari italiani sulla blue line con il mine action support group
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
28 aprile 2017 5 28 /04 /aprile /2017 16:44
Libano:Granatieri di Sardegna al comando dell'operazione"Leonte"
Libano:Granatieri di Sardegna al comando dell'operazione"Leonte"

I militari della Brigata"Granatieri di Sardegna"hanno assunto il comando dell'"Operazione Leonte" . Il Passaggio di consegne al comando del contingente italiano che opera nell'ambito della missione UNIFIL,(United Nations Interim Force in Lebanon) con Brigata"Pozzuolo del Friuli"è avvenuto ieri notte.  La Brigata"Granatieri di Sardegna", di stanza a Roma con l'omonimo 1°Reggimento ed l'8° Reggimento"Lancieri di Montebello"alle dipendenze, è impegnata sia nelle attività operative sul territorio nazionale ed internazionale, è la piu' Grande Unità dell'Esercito Italiano che ha l'obiettivo di svolgere le attività di presidio, di alta rappresentanza e cerimoniale di Stato presso le diverse sedi istituzionali.

La Brigata"Granatieri di Sardegna", la Brigata più antica dell'Esercito Italiano, era già stata al comando dell'Operazione Leonte"in Libano nel 2014 con "Leonte XV"effettuando anche allora il passaggio di consegne con la  Brigata di Cavalleria "Pozzuolo del Friuli".La "Friuli" durante 6 mesi di missione ha svolto 4mila attività operative congiunte con le Forze Armate Libanesi , portato a termine 58 progetti di cooperazione civile e militare e 37.500 attività operative diurne e notturne.

La cerimonia del TOA(Transfer of Authority)è avvenuta presso la"Millevoi"di Shama, erano presenti il Comandante del COI(Comando Operativo  di Vertice Interforze), l'Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, il Comandante della missione UNIFIL, il Generale dell'esercito irlandese Michael Beary, e numerose autorità politiche e locali del Libano del Sud.

 I militari della Brigata dei Granatieri di Sardegna saranno impegnati in una delicata e rischiosa missione di sei mesi, porteranno avanti il lavoro iniziato dai loro commilitoni dalla Brigata Pozzuolo del Friuli.

Libano:Granatieri di Sardegna al comando dell'operazione"Leonte"
Libano:Granatieri di Sardegna al comando dell'operazione"Leonte"
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
13 aprile 2017 4 13 /04 /aprile /2017 17:48
Libano:i Granatieri di Sardegna pronti a partire in missione
Libano:i Granatieri di Sardegna pronti a partire in missione

Il loro intenso addestramento è durato tanti mesi e ora i militari della Brigata"Granatieri di Sardegna"sono pronti a partire per la loro missione in Libano. Obiettivo di questo periodo di addestramento:essere preparati per assumere il comando della Joint Task Force Lebanon(JTF-L)con il contingente delle Nazioni Unite Unifil.

I militari della Brigata"Granatieri di Sardegna"tornano in Libano con l'Operazione"Leonte XXII" dopo 3 anni, 3 anni nei quali  questi militari sono stati impegnati al comando dell'operazione"Strade Sicure" a Roma e anche durante il Giubileo Straordinario della Misericordia

.L'approntamento è  servito a preparare ed addestrare le unità dei plotoni, le squadre e i singoli militari dell'Esercito Italiano a tutti i compiti previsti dalla Risoluzione delle Nazioni Unite n°170, ovvero il monitoraggio della cessazione delle ostilità nelle zone di confine, l'assistenza alla popolazione locale, nonchè il supporto e l'addestramento delle Forze Armate Libanesi con assoluta professionalità trasparenza e imparzialità.

La cerimonia di saluto ai militari in partenza si è svolta presso la Caserma"Gandin", sede della Brigata"Granatieri di Sardegna". Erano presenti l'Ordinario Militare, S.E. Mons. Santo Marcianò, il Comandante della Divisione Aqui,il Generale D.Antonio Vittiglio. L'Ordinario Militare oltre alla cerimonia militare, ha celebrato il precetto pasquale  favore dei reparti della Brigata schierati e delle loro famiglie. Per i militari della Brigata "Granatieri di Sardegna"inizia una nuova missione:destinazione: la terra dei cedri.

Libano:i Granatieri di Sardegna pronti a partire in missione
Libano:i Granatieri di Sardegna pronti a partire in missione
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
27 marzo 2017 1 27 /03 /marzo /2017 17:29
Libano:militari italiani terminano esercitazione di sopravvivenza e primo soccorso per forze armate libanesi
Libano:militari italiani terminano esercitazione di sopravvivenza e primo soccorso per forze armate libanesi

"Army Aviation-Survivor and First Aid Intermediate"questa la denominazione della seconda esercitazione del corso che è stato portato  termine dagli istruttori dell'Esercito Italiano a favore delle Forze Armate Libanesi (LAF)presso l'area addestrativa di Al Bayad. L'addestramento è stato portato a termine dal Team di Istruttori del Centro Addestrativo Aviazione dell'Esercito Italiano in Viterbo(VT)che sta formando 20 corsisti selezionati (10 Sottufficiali e 10 militari di Truppa) provenienti tutti da reparti di alto valore operativo. 

La prima fase del corso, teorica si è svolta presso il Centro di Addestramento di As-Samayah nel Sud del Libano, mentre la fase pratica si è svolta presso la base di Naqoura. Obiettivo:la formazione del personale nell'ambito del pronto soccorso, ma anche tecniche di sopravvivenza in condizioni di isolamento o cattura, e procedure di esfiltrazione in ambiente operativo non permissivo.

Durante il corso del 2017 ad oggi, sono state effettuate 5 sessioni formative in diversi ambiti disciplinari e con l'obiettivo di ottenere capacità differenziate che hanno visto partecipare qualificarsi 12 Ufficiali, 59 Sottufficiali e 94 Militari di Truppa:in tutto 165 militari delle Forze Armate Libanesi.

I militari italiani operativi nell'ambito della missione in Libano(MIBIL), sono presenti nel teatro operativo dal 25 febbraio 2015, e hanno lo scopo di ideare, organizzare e concretizzare delle attività formative ed addestrative a favore delle Forze Armate Libanesi (LAF)nell'ambito del più vasto contesto delle iniziative promosse dall'International Support Group for Lebanon(ISG). Questi istruttori sono davvero   un ulteriore  esempio dell' eccellenza e della professionalità italiana all'estero.

Libano:militari italiani terminano esercitazione di sopravvivenza e primo soccorso per forze armate libanesi
Libano:militari italiani terminano esercitazione di sopravvivenza e primo soccorso per forze armate libanesi
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
23 aprile 2016 6 23 /04 /aprile /2016 18:57
Libano:la Brigata Sassari operativa lungo la"Blue Line"

Davanti a loro hanno sei mesi di missione, durante i quali avranno il compito di far rispettare e salvaguardare la risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza, con dei pattugliamenti lungo la"Blue Line"ovvero la linea di confine tra Libano e Israele e la costa che si trova a sud di Tiro. I sassarini saranno inoltre impegnati in attività operative ed addestrative in collaborazione con le forze armate libanesi in modo da garantire una sempre maggiore sicurezza autonomia della zona. Ci saranno inoltre anche delle iniziative per supportare la popolazione locale con dei progetti di cooperazione civile e militare che verranno realizzati.

Ieri presso la base italiana di Al Mansouri, con la resa degli onori allo stendardo del Reggimento"Nizza Cavalleria"di Bellinzago Novarese e alla Bandiera di Guerra del 151°Reggimento Fanteria"Sassari"di Cagliari, si è svolta la cerimonia di avvincedamento tra il Colonnello Massimiliano Quarto e il Colonnello Enrico Rosa al Comando di ITALBATT, l'unità di manovra del contingente italiano di UNIFIL operativo nel sud del Libano. La Brigata Sassari inizia così ufficialmente la sua prima missione nella terra dei cedri.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
19 aprile 2016 2 19 /04 /aprile /2016 16:52
Libano:la Brigata Sassari è al comando di Unifil

"Soldati molto apprezzati per il coraggio e la determinazione.La forte coesione della Brigata è stato sempre un fattore determinante per il successo delle operazioni in Patria e nelle numerose missioni di pace all'estero"con queste parole il generale Graziano ha voluto elogiare i militari della Brigata Sassari che è subentrata alla Taurinense al comando dell'operazione"Leonte"nell'ambito della missione UNIFIL(United Nations Interim Force in Lebanon)nel sud del Libano. Alla cerimonia del passaggio di consegne tra Taurinense e Brigata Sassari e  tra il Generale Franco Federici e il parigrado Arturo Nitti, ha sovrinteso  il generale Luciano Portolano, capo della missione e Comandante delle Forze ONU nel Libano meridionale.

La missione della Brigata Taurinense è stata caratterizzata dalla realizzazione di un progetto che è stato portato a termine mediante il dialogo costruito con la popolazione e le istituzioni. Gli Alpini con la loro attività hanno attività hanno ottenuto il mantenimento della stabilità dell'area e la fiducia della popolazione libanese nella missione UNIFIL. E' stata inoltre incrementata l'efficacia delle attività operative. Il contingente multinazionale è composto da 1.000 militari italiani metà dei quali sono in forza alla Brigata Sassari.

Il Generale Claudio Graziano ha avuto parole di elogio per il lavoro svolto dai militari della Taurinense:"Siete stati ottimi ambasciatori delle Nazioni Unite, avendo improntato il vostro operato al dialogo e alla cooperazione". Ancora una volta, avete dato prova della peculiarità della via italiana nelle operazioni di peacekeeping, condotte con equilibrio, professionalità , imparzialità, diplomazia, effiacia, credibilità e rispetto". Ora toccherà alla Brigata Sassari portare avanti questo dellicato e pericoloso lavoro.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
10 aprile 2016 7 10 /04 /aprile /2016 18:07
Cagliari:Brigata Sassari in partenza missione Libano

La Brigata Sassari parte in missione. Destinazione:Libano. Tante sono state le missioni alle quali hanno preso parte i"Diavoli Rossi" compresa quella in Afghanistan, ma in Libano del Sud ci andranno per la prima volta, nell'ambito della Missione Unifil. Ieri mattina in una splendida giornata di sole e di maestrale, presso la caserma Monfenera di Cagliari, si è svolta la cerimonia di saluto ai 400 militari in partenza per una missione che durerà per sei mesi, fino ad ottobre."Operazione Leonte"questo il nome della missione. I sassarini avranno come compito principale quello di fare rispettare la cessazione delle ostilità tra Israele e il Libano(stabilito dalla risoluzione ONU) e assistere la popolazione sostenere le forze armate libanesi nelle operazioni di sicurezza e di stabilizzazione dell'area.

I "Diavoli Rossi"faranno di sicuro un ottimo lavoro anche perché hanno"la consapevolezza di avere il sostegno dell'intera Sardegna e con la forza di un'indiscutibile capacità operativa e affinata nel corso delle tante missioni in terre dilaniate da guerre e conflitti"ha affermato l'Assessore agli Affari Generali De Muro. "Qui sono schierati uomini e donne provenienti da tutta la Sardegna. Militari che si sono preparati con grande impegno per questa operazione. A loro rivolgo un grande in bocca al lupo." Queste le parole del Generale Nitti, Comandante della Brigata Sassari e del contingente UNIFIL composto da 3.700 caschi blu di 12 nazioni, ai militari schierati. "Siate una squadra coesa, siate fieri di quello che fate"le parole di incoraggiamento del Generale di Divisione Luciano Portolano, (già Comandante della Brigata Sassari nonché Capo missione e Comandante forze ONU in Libano) sono risuonate nella piazzale della Monfenera a salutare i "Diavoli Rossi"in partenza per la loro prima missione in Libano.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
22 dicembre 2015 2 22 /12 /dicembre /2015 19:45
Libano:Renzi visita il contingente italiano

"Siete soldati altamente professionali che con grande umanità svolgete il vostro prezioso lavoro al servizio delle istituzioni italiane e della pace lontano dalle vostre famiglie. Ci rendete orgogliosi di essere italiani" .Queste le parole del Presidente del Consiglio Renzi in visita oggi ai militari del contingente italiano dispiegati presso la base "Millevoi"di Shama, sede del Comando del Settore Ovest di UNIFIL. Era presente anche l'Head of Mission e Force Commander della Missione UNIFIL, Generale di Divisione, Luciano Portolano, unitamente al Comandante del contingente nazionale , il Generale di Brigata Franco Federici. Il contingente italiano, attualmente su base Brigata Alpina Taurinense, opera nel rispetto dei compiti assegnati dalla risoluzione ONU 1701 allo scopo di mantenere la cessazione delle ostilità nonché di supportare le forze armate libanesi e garanire sostegno alla popolazione. Prima di lasciare la base di Shama, Renzi si è voluto soffermare a parlare con i militari italiani anche per porgere loro gli auguri di buone feste da parte del governo.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
25 novembre 2015 3 25 /11 /novembre /2015 19:10
Libano:militari italiani organizzano corso di italiano per i bambini

I militari del contingente italiano di UNIFIL della Task Force ITALBATT su base Brigata Alpina "Taurinense", hanno tenuto la prima lezione del corso di italiano dell'anno scolastico 2015/16 rivolta ai bambini della scuola del villaggio di Al-Qulaylah in coordinamento con il Direttore Mr. Mohamed Abu Khalil. Inoltre in alcune classi delle scuole intermedie, il personale sanitario di ITALBATT ha tenuto, su proposta del Direttore della scuola, una lezione di igiene dentale(dental awareness) agli studenti. Ad ogni bambino è stato consegnato un kit dentale(spazzolino, dentifricio, e filo interdentale)donati dall'Associazione Nazionale Dentisti della sezione di Varese. Il contingente UNIFIL oltre a supportare la popolazione locale, monitora la cessazione delle ostilità e supporta le Forze Armate Libanesi, come previsto dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento
28 aprile 2015 2 28 /04 /aprile /2015 18:49
Libano:passaggio di consegne al Sector West

Il Comandante del Sector West, il Generale Salvatore Cuoci ha avuto parole di elogio per i miitari della"Pinerolo", che hanno svolto in modo ineccepibile il loro lavoro durante la missione. Si è svolta ieri a Shama la cerimonia del passaggio di consegne tra la Brigata"Friuli" e la Brigata "Pinerolo" alla guida del reparto comando e supporti tattici del Sector West della missione UNIFIL a guida italiana. Al Tenente Colonnello Carmine Marasco è subentrato il parigrado Pietro Romano.Questa fase di avvincedamento tra le due Brigate si concluderà il mese prossimo:sarà allora che il reggimento logistico sarà schierato al completo nel teatro operativo libanese.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Libano
scrivi un commento