Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
21 novembre 2021 7 21 /11 /novembre /2021 18:28
Siena: passaggio di consegne al comando del 186mo Reggimento Paracadutisti della Folgore

Si è svolta nei giorni scorsi presso la Caserma  Bandini , sede del 186mo Reggimento Paracadutisti della Folgore,  la cerimonia di avvicendamento  al comando tra il Colonnello Federico Bernacca ed il Colonnello Massimo Veggetti. Alla cerimonia  che è stata presieduta dal Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore, il Generale di Brigata Roberto Vergori, hanno partecipato tutte le autorità civili, militari e religiose della Città di Siena, oltre al Magistrato delle Contrade in loro rappresentanza. Dopo avere ricordato i Caduti di ogni tempo, il Colonnello Bernacca nel suo discorso, ha voluto evidenziare l'impegno costante e la professionalità degli uomini e delle donne del 186mo Reggimento Paracadutisti che in questi oltre 2 anni al suo comando, sono stati impiegati sia in territorio nazionale con l'Operazione Strade Sicure e nelle attività connesse all'emergenza sanitaria in atto, sia all'impiego fuori dal territorio nazionale, con particolare riferimento all'operazione Resolute Support in Afghanistan.

Non sono mancati anche i ringraziamenti a tutte le istituzioni locali ed ai cittadini senesi  che durante questo periodo, hanno sempre dimostrato vicinanza al reggimento ed alle famiglie dei suoi paracadutisti. Il Colonnelo Bernacca assumerà un nuovo incarico presso lo Stato Maggiore della Difesa a Roma. Il Colonnello Veggetti, che proviene dal Comando Divisione Vittorio Veneto di Firenze, sarà il diciassettesimo Comandante del 186mo Reggimento paracadutisti Folgore dove ha già prestato servizio dal 2002 al 2007.

Siena: passaggio di consegne al comando del 186mo Reggimento Paracadutisti della Folgore
Condividi post
Repost0
24 ottobre 2021 7 24 /10 /ottobre /2021 17:30
Livorno : i Paracadutisti della Folgore celebrano  l'anniversario della battaglia di El Alamein

"Fra sabbie non più deserte sono qui di presidio per l'eternità i ragazzi della Folgore, fior fiore di un popolo e di un esercito in armi. Caduti per un'idea, senza rimpianti, onorati dal ricordo dello stesso nemico"con queste parole il Tenente Colonnello Alberto Bechi Luserna, Medaglia d'Oro, ha voluto ricordare gli eroi della Folgore. Era l'ottobre del 1942 quando i Paracadutisti della Folgore furono per sempre affidati all'immortalità nella storia, cadendo sul campo di battaglia tra gli onori del nemico. 

I parà schierati ad El Alamein, unitamente alle Divisioni "Ariete", "Littorio"," "Pavia", "Brescia", "Bologna", "Trento", e "Trieste", lungo un fronte di 15 km con un rapporto di forze impari,  seppero resistere oltre l'immaginabile, con incredibile energia e determinazione ai ripetuti attacchi del nemico, respingendo ogni tentativo di sfondamento ed infliggendo al nemico gravi perdite, tanto che alla resa ebbero l'onore delle armi. Al prezzo di grandi sacrifici, con circa 1.100  tra morti, feriti, e dispersi, e grazie ad una inaspettata resistenza, protrattasi per oltre una settimana, i paracadutisti italiani costrinsero i comandi inglesi a sospendere ogni ulteriore iniziativa su quel fronte.

La battaglia di El Alamein si colloca in uno scenario vasto di battaglie decisive della Seconda Guerra Mondiale, che consegnò il dominio del Mediterraneo agli inglesi, aprendo la strada allo sbarco in Sicilia destinato a riportare gli Alleati in Europa. "Attingere alla realtà della Folgore di tutte le altre unità, che si sono sacrificate, fianco a fianco, nelle sabbie di El Alamein, ti dà la certezza del valore aggiunto che i Paracadutisti hanno il dovere, la responsabilità e la capacità di esprimere nel confrontarsi con le nuove sfide ed i rischi emergenti, anche in situazioni caratterizzate da imprevedibilità" queste le parole con le quali il Comandante della Folgore, il Generale di Brigata Robero Vergori, ha voluto commemorare il 79mo anniversaria della battaglia di El Alamein, sottolineando inoltre"il significato intimo e profondo della ricorrenza, che marca la linea continua con chi ci ha preceduto, tramandando, senza interrompersi mai, il valore ed i valori de soldati italiani, e costituendo un singolare abbrivio a guardare alle difficoltà come stimolo, in ogni circostanza della vita." 

La Brigata Paracadutisti Folgore,  è una Grande Unità dell'Esercito Italiano che, manovrando nella terza dimensione, è in grado, anche con breve preavviso, di pianificare , preparare e condurre ogni tipo di operazione militare schierando, con avio trasporto o aviolancio, le proprie unità anche a lunghe distanze.

 

Livorno : i Paracadutisti della Folgore celebrano  l'anniversario della battaglia di El Alamein
Condividi post
Repost0
10 ottobre 2021 7 10 /10 /ottobre /2021 17:08
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"

"Falcon Leap 21": questa la denominazione dell'esercitazione (svoltasi nel massimo rispetto delle norme anti-COVID )commemorativa dell'Operazione Market Garden  svoltasi in Olanda il mese scorso alla quale hanno preso parte più di 50 Parà della Folgore.  L'esercitazione si è svolta dal 6 al 19 settembre in Olanda, lead nation dell'evento , nell'area di Armhem, e ha visto come protagonisti oltre ai parà della Brigata Folgore anche più di 1.000 paracadutisti degli eserciti di  altre 12 nazioni  che hanno dato vita alla più imponente esercitazione della airborne comunity nell'ambito della NATO.

L'esercitazione viene organizzata ogni anno per commemorare l'operazione Market Garden, svoltasi nel settembre del 1944, proprio in questa zona dei Paesi Bassi, e che vide protagonista il più alto numero  di truppe aviotrasportate dell'intera Seconda guerra mondiale. E' stata prevista una prima fase di addestramento  dedicata al lancio di carichi, contenitori ed equipaggiamenti di varia natura,  durante la quale,  i parà della Folgore con gli aviorifornitori del Centro di Addestramento di Paracadutismo di Pisa, hanno confrontato tecniche e procedure con i colleghi stranieri.

Nella settimana successiva invece, i parà italiani giunti  ad Eindhoven a bordo di un C 130j J dell'Aeronautica Militare, si sono inseriti nell'organizzazione dei colleghi olandesi della 11a Air Assault Brigade dei Royal Netherlands Army , lanciandosi con vari tipi di paracadute su 4 zone lancio differenti e saltando da velivoli in formazione spalla a spalla con i commilitoni americani, polacchi, greci, tedeschi, cechi, francesi e olandesi. Hanno fatto parte dell'esercitazione anche i lanci TCL  Tecnica ovvero di Tecnica della Caduta Libera, dei quali alcuni sono stati eseguiti in tandem. Inoltre nell'ampio contesto di uno scambio multinazionale di brevetti di paracadutismo, un nucleo di Direttori di Lancio della Brigata Folgore ha aviolanciato da C 130 J italiano i colleghi di varie nazionalità.

E'stata particolarmente significativa la giornata del 18 settembre, dedicata alla commemorazione dell'operazione Market Garden  e che ha visto i cittadini di Arnhem giungere nella drop zone Y per poter assistere al lancio di massa ed accogliere con calore i paracadutisti  che una volta atterrati si sono poi diretti verso il punto di riordino. Questa cerimonia di chiusura è stata accompagnata dalla presenza di reenactors vestiti ed equipaggiati con materiali dell'epoca che hanno evidenziato in modo tangibile l'importanza della memoria storica.

L'attività si è conclusa tra la soddisfazione di tutti i partecipanti. I Paracadutisti dell'Esercito Italiano hanno potuto accrescere il proprio bagaglio di esperienze e contemporaneamente  confrontarsi concretamente nell'ambito dell'airborne comunity sulle caratteristiche peculiari delle truppe aviotrasportate.  

Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Olanda: I Paracadutisti della Folgore in azione nell'esercitazione multinazionale" Falcon Leap 21"
Condividi post
Repost0
23 maggio 2021 7 23 /05 /maggio /2021 16:38
Bulgaria:Paracadutisti del 183°Reggimento Nembo della Folgore hanno partecipato a esercitazione "Swift Response 2021"
Bulgaria:Paracadutisti del 183°Reggimento Nembo della Folgore hanno partecipato a esercitazione "Swift Response 2021"
Bulgaria:Paracadutisti del 183°Reggimento Nembo della Folgore hanno partecipato a esercitazione "Swift Response 2021"

"Swift Response 2021":questa la denominazione dell'esercitazione multinazionale da poco conclusasi in Bulgaria e alla quale hanno partecipato i Paracadutisti del 183° Reggimento Nembo della Folgore in qualità di unità di ricognizione a lungo raggio (LRS-Long Range Surveillance).

La "Swift Response"rappresenta la parte aviolancistica (Airborne) di Defender Europe e si pone come obiettivo quello di testare le capacità di cooperazione tra diversi paesi della NATO, con il fine ultimo di creare prontezza, efficacia e interoperabilità. L'esercitazione é stata condotta nel pieno rispetto  delle misure di prevenzione e contrasto dell'emergenza pandemica COVID-19.

I Paracadutisti hanno ricevuto il compito di acquisire una serie di obiettivi importanti per il successivo sviluppo della manovra sono arrivati in Bulgaria a bordo di un C27J della 46a Brigata Aerea di Pisa dal quale hanno effettuato un lancio  sulla zoa di esercitazione. Una volta a terra, i militari italiani si sono congiunti ad un team TACP (Tactical Air Control Party )statunitense che ha garantito il supporto aereo. La raccolta ed il riporto di dati informativi ha consentito l'immissione delle forze di manovra(JFE-Joint Forcible Entry ). costiutuite  da unità della 173a Airborne Brigade americana.

La Swift Response é la prima di una serie  di esercitazioni su larga scala che fanno parte dell'evento addestrativo Defender  Europe 21. L'attività si svolge abbualmente  in diverse nazioni dell'est Europa: Bulgaria, Croazia, Romania, Estonia.

Bulgaria:Paracadutisti del 183°Reggimento Nembo della Folgore hanno partecipato a esercitazione "Swift Response 2021"
Bulgaria:Paracadutisti del 183°Reggimento Nembo della Folgore hanno partecipato a esercitazione "Swift Response 2021"
Bulgaria:Paracadutisti del 183°Reggimento Nembo della Folgore hanno partecipato a esercitazione "Swift Response 2021"
Bulgaria:Paracadutisti del 183°Reggimento Nembo della Folgore hanno partecipato a esercitazione "Swift Response 2021"
Condividi post
Repost0
9 maggio 2021 7 09 /05 /maggio /2021 16:20
Roma:I cavalieri Paracadutisti del "Savoia Cavalleria"della Folgore in approntamento per l'impiego in operazione internazionale
Roma:I cavalieri Paracadutisti del "Savoia Cavalleria"della Folgore in approntamento per l'impiego in operazione internazionale
Roma:I cavalieri Paracadutisti del "Savoia Cavalleria"della Folgore in approntamento per l'impiego in operazione internazionale

Presso il Centro di Addestramento Tattico (CAT) di 2°livello della Scuola di Fanteria di Cesano (Roma),si é conclusa nei giorni scorsi l'esercitazione Sagittario 2/2021, alla quale hanno preso parte i Cavalieri Paracadutisti del Reggimento "Savoia Cavalleria".

I Cavalieri paracadutisti  si sono addestrati con realismo, mediante l'impiego del sistema"Miles", in diverse attività tattiche ed in vari scenari e contesti, urbani e non, mettendo in pratica gli ammaestramenti, svolti in bianco a premessa del CAT in guarnigione e nelle aree limitrofe della sede del reggimento.La presenza delle"Opposing Forces"appartenenti al 2° battaglione "Cengio"dei "Granatieri di Sardegna", ha contribuito ad aumentare il realismo addestrativo, consentendo l'esecuzione di attività a"partiti contrapposti", simulando la costruzione di attività "a partiti contrapposti", simulando la costruzione ed il mantenimento di rapporti con le forze di polizia locali e la gestione della popolazione civile in caso di disordini.

Particolare attenzione é stata dedicata ai Comandanti di plotone e di squadra, sia in fase di pianificazione che nella successiva condotta delle attività applicando la filosofia del Mission Command in tutti i suoi aspetti concomitanti. Degna di nota la costante e puntuale ricerca e trasmissione dei dati informativi, che ha permesso al Comando di Squadrone (esercitato in qualità di HICON) di avere una sempre aggiornata Situational Awareness grazie al continuo e puntuale flusso comunicativo.

Tutte le attività sono state svolte nel rispetto delle normative vigenti per il contenimento della pandemia da SARS-Cov-2 in atto.Queste precauzioni non hanno comunque impedito uno svolgimento coerente ed attento delle attività addestrative.

Roma:I cavalieri Paracadutisti del "Savoia Cavalleria"della Folgore in approntamento per l'impiego in operazione internazionale
Roma:I cavalieri Paracadutisti del "Savoia Cavalleria"della Folgore in approntamento per l'impiego in operazione internazionale
Condividi post
Repost0
4 maggio 2021 2 04 /05 /maggio /2021 16:11
Livorno:i Paracadutisti del 187°Reggimento della"Folgore"ricordano il primo lancio di guerra su Cefalonia
Livorno:i Paracadutisti del 187°Reggimento della"Folgore"ricordano il primo lancio di guerra su Cefalonia

Hanno reso onore alla propria Bandiera di Guerra e poi hanno deposto una corona per commemorare i caduti: così i paracadutisti della Folgore venerdì scorso, hanno voluto ricordare l'ottantesimo anniversario del lancio di guerra su Cefalonia il 30 aprile del 1941, il tutto nel pieno rispetto delle norme sanitarie in vigore. Era il 30 aprile del 1941, quando i paracadutisti del II Battaglione, al comando del Maggiore Zanninovich si lanciarono sulla Zona Lancio "Krameta"a pochi chilometri dalla capitale Argostoli. In memoria di quel primo lancio di guerra, il 30 aprile é la data in cui ogni anno i paracadutisti del 187° Reggimento"Folgore", sotto cui é inquadrato il 2° Battaglione"Tarquinia" ricordano il valore dei loro predecessori. Il Comandante di reggimento il Colonnello Nauro Zandonadi, al termine della commemorazione, ha espresso l'augurio di potersi ritrovare il prossimo anno in una situazione sanitaria diversa che consenta di commemorare la ricorrenza con l'enfasi che merita.

Livorno:i Paracadutisti del 187°Reggimento della"Folgore"ricordano il primo lancio di guerra su Cefalonia
Condividi post
Repost0
2 aprile 2021 5 02 /04 /aprile /2021 16:46
Afghanistan: la Brigata Paracadutisti Folgore impegnata in esercitazione"Personnel Recovery"
Afghanistan: la Brigata Paracadutisti Folgore impegnata in esercitazione"Personnel Recovery"
Afghanistan: la Brigata Paracadutisti Folgore impegnata in esercitazione"Personnel Recovery"

"Personnel Recovery": ovvero ricerca e recupero di personale disperso, questa la denominazione della  complessa esercitazione volta a testare le capacità di ricerca e di recupero di personale disperso in ambiente operativo in condizioni non permissive. L'esercitazione è stata portata a termine presso il Comando di TAAC-W (Train Advise Assist Command West) ad Herat su base Brigata Paracadutisti Folgore.

L'esercitazione ha visto l'impiego di 2 elicotteri da esplorazione e scorta AH-129D, due elicotteri multiruolo del Task Group Fenice, una squadra elitrasportata specializzata nel Personnel Recovery ed un nucleo JTAC (Joint Terminal Attack Controller).

L'esercitazione che si é svolta attraverso una prima fase di pianificazione ed una seconda fase "live"finalizzata al recupero del personale, é stata concepita dal Comando di TAAC-W, su base Brigata Paracadutisti Folgore, e condotta tramite il proprio CJOC (Combined Joint Operations Center) che ha coordinato i diversi assetti impiegati, curando ogni particolare: dalla ricezione del corretto flusso di informazioni, alla condivisione a livello Teatro Operativo con Resolute Support per garantire la corretta Common Operational Picture (COP) al Comando sovraordinato, alle procedure radio, agli aspetti legali, nonché a quelli legati alla pubblica informazione, integrando nella complessa archittettura di Comando e Controllo (C2) la gestione delle varie fasi dell'attività tattica.

Gli assetti specialistici di Personnel Recovey costituiscono, specialmente nei Teatri Operativi ad alta intensità, un assetto essenziale per la protezione delle forze impiegate sul terreno, piché sono in grado di garantire anche in condizioni estreme o in ambienti ostili, il recupero di personale che dovesse rimanere isolato.

Il Train Advise Assist Command West (TAAC-W) nell'ambito della Resolute Support della NATO, é un'unità multinazionale a guida italiana, al comando del Generale di Brigata Beniamino Vergori, e opera con l'obiettivo di contribuire alla formazione, assistenza e consulenza a favore delle forze di sicurezza afgane nella regione occidentale del Paese.

Afghanistan: la Brigata Paracadutisti Folgore impegnata in esercitazione"Personnel Recovery"
Afghanistan: la Brigata Paracadutisti Folgore impegnata in esercitazione"Personnel Recovery"
Afghanistan: la Brigata Paracadutisti Folgore impegnata in esercitazione"Personnel Recovery"
Condividi post
Repost0
26 marzo 2021 5 26 /03 /marzo /2021 17:40
Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali
Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali
Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali

I"Diavoli Gialli"si addestrano per l'impiego nei teatri operativi internazionali: é infatti dal mese di gennaio che il 185° Reggimento Artiglieria Paracadutisti della "Folgore"ha avviato le attività connesse all'approntamento dell'unità per l'impiego all'estero. L'addestramento é suddiviso in 2 parti e una prima fase é stata svolta presso il Centro Addestramento Tattico (CAT) di Monte Romano, con attività dinamiche a fuoco e simulazioni di attività tattiche offensive, difensive, abilitanti  e di stabilizzazione.

Nello stesso poligono militare di Monte Romano, alla presenza del Comandante della Divisione Vittorio Veneto, il Generale D. Angelo Michele Ristuccia, i "Diavoli Gialli" tra questi anche i Volontari in ferma prefissata di un anno  (VFP1)neo assegnati al reggimento- hanno svolto addestramento al tiro con mortai pesanti Thomson-Brandt da 120 mm. Successivamente il personale di staff dell'unità ha preso parte all'esercitazioneOrione (1/2021).Una Command Post Exercise/Computer Assisted Exercise (CPX/CAX) coordinata dal personale del Centro di Simulazione e Validazione (CeSiVa) di Civitavecchia. 

 In circa 10 giorni il comando del 185° Folgore é stato messo alla prova nel processo decisionale e di pianificazione,  nel coordinamento tra le branche funzionali, nella capacità gestionale in momenti di crisi, nel flusso di comunicazioni, nell'applicazione delle procedure.

Rispondendo ad attivazioni generate dal sistema di simulazione , gli artiglieri paracadutisti hanno cosi testato, mediante scenari addestrativi realistici, la capacità di operare nel contesto di missioni a guida NATO. A causa dell'emergenza sanitaria dovuta al COVID-19, le attività sono state condotte nel pieno rispetto delle normative vigenti per il contenimento della diffusione del contagio da SARS-Cov2. Le lezioni teoriche  sono state svolte utilizzando  piattaforme di videoconferenza in uso all'Esercito e le attività pratiche sono state condotte assicurando il distanziamento fisico e la protezione individuale.

Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali
Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali
Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali
Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali
Viterbo:il 185°Artiglieria Paracadutisti della Folgore si addestra per le missioni internazionali
Condividi post
Repost0
24 marzo 2021 3 24 /03 /marzo /2021 16:29
Pesaro:i parà del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo si addestrano nella "Steel Forge 1/2021"
Pesaro:i parà del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo si addestrano nella "Steel Forge 1/2021"
Pesaro:i parà del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo si addestrano nella "Steel Forge 1/2021"

"Steel Forge":questa la denominazione dell'esercitazione conclusasi nei giorni scorsi presso il poligono militare di Carpegna (PU) che ha visto protagonisti 120 paracadutisti  del 183°Nembo che si sono esercitati su uno scenario warfighting. Mantenere ed implementare la capacità operativa  dell'unità addestrata quale pedina della LRF (Land Reserve Force cioè una task force capace di essere operativa  con brevissimi tempi di preavviso) : questi gli obiettivi dell'esercitazione. Durante la prima parte dell'esercitazione sono state testate le conoscenze e le capacità del plotone di supporto alla manovra che ha impiegato il mortaio di tipo Expal da 81mm.

In seguito i plotoni del battaglione"Grizzano" hanno condotto attività tattiche offensive contro un nemico organizzato a difesa utilizzando il sistema di simulazione MILES (Multiple Integrated Laser Engagement  System). Il sistema di simulazione MILES si compone di un laser montato  sulla canna dell'arma e da sensori che vengono indossati su uniforme ed elmetto Questo consente di contrapporre tra loro le unità in addestramento che riescono cosi a confrontarsi in uno scenario realistico e dinamico.

Inoltre il MILES consente di addestrare in modo efficace  la capacità decisionale dei Comandanti che si trovano a fronteggiare l'indeterminatezza dell'avversario, peculiarità questa dei moderni scenari operativi caratterizzati da minacce di tipo asimmetrico. L'attività é stata condotta in condizioni sfavorevoli, i militari hanno infatti operato con temperature rigide e con la neve. L'evento esercitativo si é svolto  nel pieno rispetto delle norme sanitarie vigenti adottando tutte le misure previste per il contenimento dell'epidemia da COVID-19.

Pesaro:i parà del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo si addestrano nella "Steel Forge 1/2021"
Pesaro:i parà del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo si addestrano nella "Steel Forge 1/2021"
Pesaro:i parà del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo si addestrano nella "Steel Forge 1/2021"
Pesaro:i parà del 183° Reggimento Paracadutisti Nembo si addestrano nella "Steel Forge 1/2021"
Condividi post
Repost0
12 febbraio 2021 5 12 /02 /febbraio /2021 18:43
Siena: giovani in VFP1 partecipano all'"Open Day" della Brigata Folgore
Siena: giovani in VFP1 partecipano all'"Open Day" della Brigata Folgore

Hanno avuto la possibilità di incontrare i paracadutisti della Brigata Folgore presso le caserme dislocate nelle città di Pistoia, Pisa, Livorno, Siena e Grosseto: loro sono i giovani toscani che hanno presentato domanda  di partecipazione al concorso per Volontari in Ferma Prefissata di 1 anno "VFP". L'attività denominata"Open Day", fa parte di un più ampio disegno di carattere nazionale con cui l'Esercito Italiano si pone come obiettivo quello di fornire ai giovani che hanno espresso la volontà di entrare nella Forza Armata una maggiore consapevolezza della propria scelta. I partecipanti debitamente informati  di tutte le procedure sanitarie da adottare durante l'attività e nel pieno rispetto delle norme sanitarie vigenti, sono stati accolti con una breve presentazione introduttiva che ha chiarito il ruolo ed il profilo di carriera del VFP1, considerando le possibilità formative e lavorative dei volontari in ferma prefissata  ed evidenziando le opportunità concorsuali previste per questa categoria.

Al termine dell' Open Day, i partecipanti hanno assistito ad un'esposizione di mezzi e materiali da parte di soldati di diverse categorie , età e specializzazioni.  

Gli aspiranti VFP1 hanno potuto ascoltare le esperienze del personale militare che opera nel settore operativo come quello logistico. esploratori, tiratori scelti, comandanti di squadra, ma anche trasmettitori, conduttori di VTLM "Veicolo Tattico Leggero Multiruolo"armaioli. 

Gli aspiranti hanno posto le loro domande ed espresso le loro curiosità su ogni ambito della vita di un militare, cercando di sfruttare nel miglior modo possibile  l'opportunità di avere un'idea più completa del cammino che stanno per intraprendere.

Siena: giovani in VFP1 partecipano all'"Open Day" della Brigata Folgore
Siena: giovani in VFP1 partecipano all'"Open Day" della Brigata Folgore
Condividi post
Repost0