Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 luglio 2015 3 01 /07 /luglio /2015 14:04
Roma:Bersagliere Monica Contrafatto,prima donna soldato medaglia d'oro al valore militare

Era il 24 marzo 2012 e il primo caporal maggiore dell'Esercito Monica Contraffatto, 32 anni di Gela, si trovava in missione in Afghanistan nella Valle del Gulistan. Una bomba, poi due poi tre:i talebani attaccarono la base nella quale si trovava Monica e i suoi commilitoni. In quell'attentato rimase gravemente ferita,e in seguito le amputarono la gamba, il sergente Michele Silvestri rimase ucciso. Ma nonostante fosse gravemente ferita, Monica riusci a mettere in salvo gli altri suoi colleghi.

Per questo suo gesto, lo scorso 4 maggio, giorno del 154°Anniversario della costituzione dell'Esercito Italiano, è stata insignita della medaglia d'oro al valor militare, è la prima donna militare ad aver ricevuto questa onorificenza dal Ministro della Difesa Pinotti. "Anteponendo l'incolumità dei colleghi alla propria, dopo l'arrivo di una prima bomba da mortaio, faceva sgombrare la propria tenda, indicando ai propri commilitoni di recarsi nel bunker e salvando loro la vita, ma mentre si portava al proprio mezzo per attuare le azioni di contrasto, rimaneva gravemente ferita dall'esplosione di un'ulteriore granata che colpiva la stessa area, e malgrado il lancinante dolore, con spiccato coraggio rifiutava le prime cure e incitava i propri commilitoni alla reazione, prima di accasciarsi stremata". Si legge nella motivazione.

Ma lei dice che"un sacco di altre persone avrebbero fatto come me." Da sempre innamorata del suo lavoro, chiusa in un ufficio Monica proprio non ci si ritrova, in Afghanistan ci ritornerebbe volentieri, come ha detto in un'intervista a "Repubblica.it"In Afghanistan ci tornerei domani mattina, se potessi, con il contingente mi occupavo di dare copertura ai genieri che costruivano ponti, strade, acquedotti, scuole, di incontrare e parlare con i capivillaggio, di dare sostegno concreto a questa gente.Il Colonnello Paglia, è riuscito a tornare sul campo nonostante la disabilità.Chissà se ci riuscirò anch'io un giorno, ma temo che la mia condizione non me lo consenta".E noi davvero le auguriamo di cuore di riuscirci.Perchè il suo posto è là in prima linea, con le dita sul grilletto della mitragliatrice.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti