Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 maggio 2013 1 06 /05 /maggio /2013 15:08

foto-generale-brigata-sassari-manca.jpgNon ha certo peli sulla lingua il Generale Nicolò Manca, primo Comandante sardo della Brigata Sassari, quando si rivolge ai politici italiani in un'intervista riportata oggi sul quotidiano"La Nuova Sardegna", di certo"li metterebbe tutti in fila, testa alta,petto in fuori e march!al lavoro, a risolvere i nodi che soffocano l'Italia". Le sue parole esprimono quello che pensano molti italiani. Il Generale Nicolò interviene sulla vicenda dei due Marò detenuti in India con un gesto eclatante:restituisce allo Stato le sue medaglie come gesto di protesta.  Non ha mai potuto essere testimone davanti alle ingiustizie ma è sempre dovuto intervenire:"(...)""Io devo essere partecipe, se vedo un bullo, uno che per strada provoca, è prepotente,lo raggiungo per fargli capire che sta sbagliando, lo so nemmeno a 70 anni, quel pizzico di balentia che mi porto dentro e che ho ereditato con il dna nascendo a Ortueri, va a riposare, le ingiustizie proprio non le sopporto ridateci i marò". Sul caso dei due Marò, il Generale Manca non ha dubbi, è criticverso la classe politica:"Non hanno coraggio nè orgoglio, ma guardate il Presidente del Consiglio Letta, ha appena scelto i ministri e che fa?Va a nominare l'Ambasciatore Staffan de Mistura suo inviato speciale presso il governo indiano. E il Ministro della Difesa che ha fatto?La prima scampagnata in Afghanistan anzichè andare in India dove sono agli arresti i suoi soldati. E cosa dire  della magistratura indiana che limita i movimenti del nostro Ambasciatore a New Delhi in violazione della Convenzione di Ginevra?"Siamo il quarto paese al mondo per spese e impegno militare nelle missioni di pace, abbiamo una credibilità elevatissima, come possiamo rinunciare a farci valere in una situazione come questa?La verità è che i nostri politici sono impegnati in altro". E il coraggio non gli è certo mancato, nemmeno in passato quando il Ministro Previti avrebbe voluto sciogliere la Brigata Sassari e lui disse:"Dovreste mandare a casa questo governo dove più della metà dei rappresentanti è inquisito". Bertinotti, l'allora Presidente della Camera si infuriò:"Un Generale che parla così deve essere prima di tutto messo in galera". Il suo pensiero va anche al dramma che stanno vivendo le famigile dei due fucilieri del S.Marco."Di chiaro c'è un solo elemento, ogni giorno che passa accorciamo la vita ai due Marò e ai loro familiari"(...) ci vuole una ferma presa di posizione da parte del Presidente dela Repubblica che solleciti la volontà politica e la determinazione che andava dimostrata fin dallinizio di non cedere ai ricatti degli indiani e ricordando a New Delhi che potremmo irrigidirci sul fronte della tolleranza elargita a quanti di loro vivono e fanno affari in Italia".  Cita inoltre gli esempi di americani e israeliani che senza pensarci su, sarebbero disposti ad andare a riprendersi i loro uomini. Di certo se potesse il Generale Manca andrebbe lui stesso di persona a riprendere i Marò, d'altronde lui che è stato al comando della gloriosa Brigata Sassari, non ha mai abbandonato i suoi soldati. Il suo gesto di restituire le medaglie vale di più di mille parole. Nessuno deve essere lasciato indietro.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Attualità
scrivi un commento

commenti

sergio 08/14/2013 19:43


 dav un Comandante dell'eroica Brigata Sassari non mi  stupisce quanto detto e fatto. Quello che mi stupisce è il silenzio degli altri generali preoccupati solo di non deludere i
loro referenti politici ossia quelli che gli fanno fare carriere che spesso non meritano!