Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 luglio 2015 5 24 /07 /luglio /2015 18:36
Roma:i marò dimenticati dal nuovo Presidente Commissione Difesa

Cambio al vertice della Commissione Difesa:l'on.Elio Vito che si è dato sempre da fare concretamente per risolvere il caso dei due fucilieri del S.Marco, non è stato riconfermato. Al suo posto è stato messo l'on.Francesco Saverio Garofani che non indosserà il fiocco giallo a differenza del suo predecessore. Un gesto che per molti non pare importante, ma che invece lo è:quel piccolo pezzo di stoffa giallo appuntato sulla giacca significa che i due militari italiani da tre anni in attesa di giustizia non vengono dimenticati. A dare la notizia è stato lo stesso On.Vito"Cominciamo bene!Ho chiesto al nuovo Presidente della Commissione Difesa Garofani di portare pure lui un fiocco giallo per i marò e mi ha detto di no. Mi ha risposto che lui il fiocco giallo lo porta dentro".  Questo il commento postato sulla bacheca Facebook dall'On.Vito. Ognuno fa le sue scelte vero, ma proprio un politico che si trova a capo di una Commissione così importante quel fiocco dovrebbe portarlo con orgoglio per dimostrare solidarietà a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, in attesa di giustizia da tre anni e anche  per non far calare il silenzio su questa triste e vergognosa vicenda. Dal canto suo l'On. Vito ha affermato che"Continuerò il mio impegno alla Commissione Difesa per i Marò, per tutti i militari." Nel frattempo un risultato concreto è stato ottenuto:l'arbitrato internazionale e la libertà per i due fucilieri del S.Marco, richiesto dall'Italia è stato accettato dal Tribunale di Amburgo.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Marò
scrivi un commento

commenti

Max 08/21/2015 08:42

L'On. Vito ha svolto un ottimo lavoro, è il politico che più si è impegnato per la soluzione della vicenda di Massimiliano e Salvatore, di questo dobbiamo rendergli merito. Forse l'On. Garofani adotterà una strategia diversa, più sottile e nascosta, quella dell'immobilismo!