Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 dicembre 2013 2 17 /12 /dicembre /2013 18:38

afghanistan-caporal-maggiore-scelto-monica-contraffatto-gul.jpg"La mattina ci hanno attaccato con bombe da mortaio fuori dalla base,noi eravamo come se fosse un primo intervento on call, si chiama QRF, eravamo stati attivati. Siamo usciti fuori a fare una pattuglia anti mortaio per vedere da dove provenisse la minaccia.A fine giornata nel pomeriggio siamo rientrati , il tempo di arrivare in tenda sperare di cambiarmi per andare a fare una doccia, e invece è caduta la prima bomba dentro la base.Sono uscita fuori, ho visto più o meno cosa stava succedendo sono tornata di nuovo nella tenda a prendere il mio equipaggiamento e sono andata verso i mezzi perchè così dovevo fare, invece in quel momento la seconda bomba è caduta vicino a me, e mi sono fatta un pò male."A parlare così è il caporal maggiore scelto dei Bersaglieri, Monica Contraffatto, 32 anni di Cosenza. Era il 24 marzo 2012, e Monica si trovava in missione in Afghanistan, nel Gulistan. Quella data  Monica non la dimenticherà mai, perchè anche se nell'intervista rilasciata a Rai Uno, sdrammatizza dice che il giorno si è fatta un pò male, in realtà Monica in quel terribile attentato ha perso una gamba. Colpita da tre schegge all'arteria femorale e all'intestino è stata subito soccorsa dai suoi compagni. Poi il trasferimento in Germania dove è stata operata e poi il rientro in Italia,e la presa di coscienza della mancanza di una gamba."Io l'ho saputo fin da subito che mi mancava una gamba(...)ma della mia mancanza di una parte del corpo ho fatto la mia forza, fondamentalmente sono riuscita a trasformare la debolezza in forza". Non si arrende mai il Caporal maggiore scelto Monica, e così dopo un lungo percorso di riabilitazione e la protesi, ora si allena presso il centro  olimpico sportivo dell'esercito:palestra, nuoto e pista di atletica.Ha un obiettivo:partecipare alle paralimpiadi dell'esercito nel 2016 e poter correre i 100 metri come Oscar Pistorius. E per realizzare questo sogno Monica si allena duramente ogni giorno. E alla domanda "Se potesse ritornare in Afghanistan ci ritornerebbe?"Monica risponde:" Subito a costo di perdere anche l'altra gamba.Perchè è la mia passione, quello facevo prima era la mia passione, a me non mi hanno tolto la gamba, ma la mia passione". Ma ora Monica  corre e si allena per relaizzare il suo sogno di partecipare alle paralimpiadi dell'esercitoPerchè il caporal maggiore scelto Monica non si arrende.Mai.

Condividi post

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento

commenti