Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
15 ottobre 2016 6 15 /10 /ottobre /2016 19:09
Afghanistan:il Vice Comandante della missione "Resolute Support" in visita ai militari italiani

"Il vostro impegno e la vostra serietà professionale sono la giusta espressione dell'essere militari italiani":con queste parole Il Generale di Divisione Rosario Castellano ha voluto salutare i militari del contingente italiano . E' giunto infatti l'altro giorno a Herat per una visita ai militari italiani, il Generale di Divisione Rosario Castellano, Vice Comandante della missione NATO Resolute Support. E' stato il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra nonchè Comandante del Train Advise Assist Command West(TAAC-W) ad accoglierlo.

Il Generale Castellano, già Comandante della Regione Ovest durante la missione ISAF a Herat nel 2009, si è recato con il Comandante del TAAC-W e al Comandante del 207°Corpo d'Armata Afgano in visita presso la ex base spagnola di "QAL'HE Y NOW", situata a nord di Herat, dove gli è stato presentato il progetto:"Expeditionary Advisor Team"(EAT) che prevede l'invio di team di Advisor "a domicilio"con il compito specifico di addestramento e formazione delle unità dell'esercito e della polizia dislocati nell'area di responsabilità del TAAC.

Rientrato a Camp Arena il Vice Comandante di RS ha ricevuto aggiornamenti dal Generale Mirra, circa i progressi effettuati dalla missione, con particolare attenzione alle attività di addestramento e consulenza(Train Advise Assist)a favore delle Forze di Sicurezza locali. Il Generale Castellano durante il suo saluto ai militari del contingente italiano, ha ricevuto parole di elogio da parte del Generale Ghori, Comandante del 207°Corpo d'Armata Afgano, che ha affermato di essere notevolmente soddisfatto della fattiva e positiva collaborazione ormai consolidatasi con il contingente italiano.

Afghanistan:il Vice Comandante della missione "Resolute Support" in visita ai militari italiani
Afghanistan:il Vice Comandante della missione "Resolute Support" in visita ai militari italiani
Afghanistan:il Vice Comandante della missione "Resolute Support" in visita ai militari italiani
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
15 ottobre 2016 6 15 /10 /ottobre /2016 17:55
Afghanistan:militari italiani supportano forze afgane in attività bonifica ordigni

400 tonnellate di esplosivo e più di 20 mila detonatori elettrici, materiale avanzato dai lavori di costruzione della diga di Salma Dam, sono stati fatti brillare presso il poligono militare di "New Dune"al termine di un'operazione condotta dai militari afgani con il supporto dei militari italiani e americani. In questo modo si sono potute risolvere le innumerevoli problematiche logistiche e di sicurezza relative allo stoccaggio di una consistente quantità di materiale esplosivo.

Nei giorni scorsi infatti, si è svolta un'attività di addestramento per l'Afghan National Army(ANA) condotta dal Military Advisor Team(MAT), unità del Train Advise and Assist Command West(TAAC-W)a guida italiana. Il MAT è stato coadiuvato anche da un team di militari americani. L'attività addestrativa è durata 18 giorni e grazie alla guida e supervisione dei militari italiani e americani, i team afgani specializzati nella bonifica di ordigni esplosivi regolamentari(Explosive Ordinance Disposal) hanno potuto migliorare le corrette procedure per neutralizzare ingenti quantitativi di esplosivo in piena sicurezza. I militari afgani hanno espresso la loro grande soddisfazione per essere riusciti a portare a termine con successo le operazioni di bonifica.

Afghanistan:militari italiani supportano forze afgane in attività bonifica ordigni
Afghanistan:militari italiani supportano forze afgane in attività bonifica ordigni
Afghanistan:militari italiani supportano forze afgane in attività bonifica ordigni
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
7 ottobre 2016 5 07 /10 /ottobre /2016 20:06
Afghanistan:restituire il sorriso a chi l'ha perduto e'una missione

Restituire il sorriso a chi l'ha perduto e'una missione!Unisciti a noi nella Giornata Mondiale del Sorriso.Clicca mi piace e condividi questo post sulla tua bacheca. #noicisiamosempre #EsercitoItaliano #WorldSmileDay'

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
5 ottobre 2016 3 05 /10 /ottobre /2016 16:25
Resa degli onori all'arrivo

Resa degli onori all'arrivo

Il Gen. Mirra con il Governatore della Provincia di Badghis.

Il Gen. Mirra con il Governatore della Provincia di Badghis.

"Expeditionary Advisor Team"(EAT)questo è il nome del progetto che vede impegnati i militari del contingente italiano e che prevede l'invio periodico di team di Advisors a "domicilio".Obiettivo:addestrare e formare le unità dell'esercito e della polizia che si trovano dislocati nell'area sotto la responsabilità del TAAC-W. Ieri alcuni rappresentanti del "Train Advise Assist Command West"(TAAC-W)hanno preso parte alla"Shura"che si è tenuta a Qal'He-Ye Now a circa 180 km da Herat e nell'area di competenza del comando a guida italiana TAAC-W. Una "Shura"sulla situazione operativa e di sicurezza nella provincia di Badghis.

Ma cos'è una "Shura"? Nella tradizione afgana la "Shura"è una riunione dei rappresentanti delle istituzioni e della comunità, nella quale avviene un confronto e si prendono delle decisioni condivise su temi molto importanti per la vita quotidiana della popolazione. All'apertura della "Shura"ci sono stati i saluti del governatore della provincia di Badgis, Mohammad Anwar Eshaqzai, il Colonnello Shirhamza Darbandi, Executive Officer della 3a Brigata, ha tenuto un briefing sulla attuale situazione operativa della provincia.

La "Shura"ha visto anche la partecipazione del Comandante del TAAC-W,il Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, il Comandante del 207°Corpo d'Armata e le più cariche istituzionali e militari della provincia di Badghis. Il meeting ha visto anche la partecipazione del Comandante del TAAC-W, del  Generale di Brigata Gianpaolo Mirra, del Comandante del 207°Corpo d'Armata e delle più alte cariche istituzionali e militari della provincia di Badghis. Al termine dell'incontro il Gen.Mirra ha ringraziato per la disponibilità e l'accoglienza dimostrata da parte di tutti intervenuti. Era da molti anni che che il personale della coalizione internazionale non accedeva alla Base, che in passato ha ospitato un contingente di militari a maggiornaza spagnola,ma che da alcuni anni era stata ceduta agli afgani.

Un momento della "Shura".

Un momento della "Shura".

Saluto alle truppe afgane.

Saluto alle truppe afgane.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
3 ottobre 2016 1 03 /10 /ottobre /2016 18:01
Un momento della pianificazione.

Un momento della pianificazione.

I militari del contingente italiano aiutano i militari dell'esercito afgano nella pianificazione della"Winter Campaign". E' iniziata oggi infatti la pianificazione della "Campagna Invernale", una pianificazione che verrà portata a termine nei prossimi giorni con un documento ufficiale. Ieri presso Camp Arena, si è svolto un incontro tra il personale del Military Advisor Team(MAT)e del Police Advisor Team(PAT) e i responsabili delle forze di sicurezza afgane della regione. Obiettivo:la pianificazione delle attività da condurre durante l'inverno. Il MAT e il PAT hanno il compito di dare assistenza alle Forze di Sicurezza Afgane nonché di suggerire le corrette procedure da adottare per quantificare e formulare le richieste di supporto logistico. I Comandanti delle Forze di Difesa Afgane hanno espresso grande soddisfazione per la proficua attività svolta dal Comandante del Train Advise Assist Command West, il Generale Gianpaolo Mirra.

Fasi della pianificazione e discussione della "Winter Campaign".
Fasi della pianificazione e discussione della "Winter Campaign".

Fasi della pianificazione e discussione della "Winter Campaign".

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
2 ottobre 2016 7 02 /10 /ottobre /2016 19:15
Afghanistan:in un sorriso il valore della vita

Un Bersagliere sorridente abbraccia un bambino afgano durante la missione in Afghanistan, a Herat. Una foto che non ha bisogno di parole, e che documenta un momento della missione del contingente italiano in terra afgana. In un sorriso il valore della vita.

Con i #millitari del #contingenteitaliano

#EsercitoItaliano #Noicisiamosempre #TAAC-W

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
22 settembre 2016 4 22 /09 /settembre /2016 18:49
Afghanistan:Ministro Pinotti a militari italiani:"Italia orgogliosa di quello che fate"
Afghanistan:Ministro Pinotti a militari italiani:"Italia orgogliosa di quello che fate"

"Voi siete qui in nome di un Paese che ve lo chiede ed è il vostro modo di servire la Patria, voi lontani dai vostri cari, dai vostri affetti, rendete le vostre famiglie orgogliose per quello che fate per la sicurezza e la stabilità di questa Regione e per assicurare un futuro migliore a questo popolo."Queste le parole del Ministro della Difesa Roberta Pinotti al contingente militare italiano schierato a Herat durante la sua visita in terra afgana durata due giorni. Il Ministro ha voluto ricordare anche i caduti delle Forze Armate Italiane durante la missione aggiungendo che se anche oggi la missione è cambiata non bisogna mai abbassare la guardia.

Il contingente italiano di stanza a Herat, su base Brigata Mecanizzata Pinerolo, è alla guida del Train Advise Command West(TAAC-W)nell'ambito dell'operazione NATO"Resolute Support". Obiettivo:addestrare e fornire consulenza alle Istituzioni e alle Forze di Sicurezza Afgane. Durante la sua visita, il Ministro Pinotti accompagnato dall'Ambasciatore Italiano Roberto Cantone, ha ricevuto un aggiornamento della situazione nell'area di responsabilità del contingente italiano. Al Ministro sono stati illustrati i progressi effettuati dalla missione per ciò che riguarda l'addestramento e la consulenza nonché l'assistenza a favore delle Forze di Sicurezza e Difesa Afgane(Afghan National Defence and Security Forces-ANDSF)da parte del Generale Mirra, Comandante del TAAC-W.

Nella storica cittadella di Herat, la Pinotti ha incontrato il Governatore della città, Mr. Kahimi Mohammad Asif, per parlare della situazione della sicurezza nell'area. Il Governatore ha avuto parole di elogio per i militari del contingente italiano, per l'impegnativo lavoro svolto negli anni, un lavoro che ha reso più sicura la regione occidentale dove la situazione è senza dubbio migliore in confronto altre aree del Paese.

Un impegno e un lavoro quelli dei militari italiani che prosegue con il supporto fornito alle Forze di Sicurezza Afgane e con il contributo anche allo sviluppo delle infrastrutture regionali. "Abbiamo consolidato una presenza che ci consente di avere maggiori livelli di sicurezza rispetto a quelli che avevamo alcuni anni fa. Quello che state facendo per la formazione e d addestramento a favore delle Istituzioni e delle Forze di Sicurezza Afgane è un lavoro utile a costruire la stabilità di questo Paese e nel contempo a garantire anche la sicurezza dell'Italia, perché da queste aree di crisi arrivano anche minacce per la comunità internazionale. La zona di responsabilità dell'Italia, la Provincia di Herat, è infatti quella che ha gli indici migliori da tutti i punti di vista:scolarizzazione, natalità infantile, anche sviluppo economico, e questo si deve al modo in cui avete operato"ha sottolineato il Ministro Pinotti. "Mi faccio portavoce del ringraziamento di tutto il Governo, il modo in cui voi vivete queste missioni è qualcosa che fa onore al vostro Paese, e l'Italia è davvero orgogliosa di quello che voi fate".

Afghanistan:Ministro Pinotti a militari italiani:"Italia orgogliosa di quello che fate"
Afghanistan:Ministro Pinotti a militari italiani:"Italia orgogliosa di quello che fate"
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
19 settembre 2016 1 19 /09 /settembre /2016 17:57
Roma:caporal maggiore Monica Contraffatto missione compiuta:"ho realizzato il mio sogno"

A volte i sogni si realizzano, anche quando sembra del tutto impossibile, anche quando ci sono mille difficoltà a impedirtelo. Ma in questo caso niente ha potuto fermare la forza di volontà e la testardaggine del caporal maggiore scelto Monica Contraffatto, 34 anni di Gela, che ha portato a termine la sua missione più bella:come lei stessa ha detto:"ho realizzato il mio sogno". Ha vinto il bronzo nei 100 metri alle paralimpiadi di Rio.

Monica Contraffatto era Bersagliere in forza al 1°Reggimento di stanza a Cosenza, nel 2012 si trovava in missione in Afghanistan, quando la Fob "Ice"era stata colpita dalle granate degli"insurgents". Nonostante fosse rimasta gravemente ferita rischiando la vita, aveva portato in salvo i suo commilitoni. Nell'attentato ha perso una gamba. E' stata la prima donna militare ad essere insignita della medaglia d'oro al valore per il suo gesto eroico. Adesso lavora in ufficio dello Stato Maggiore dell'Esercito e non può stare più in prima linea. E questo per lei che è un Bersagliere nell'anima è il suo cruccio. Ma non si è mai scoraggiata.

Un giorno vede in tv Martina Caironi vincere l'oro alle paralimpiadi di Londra e si dice che quello sarà il suo sogno da realizzare magari alle paralimpiadi di Rio 2016. Si allena duramente e non si abbatte mai nonostante le difficoltà. L'altro giorno il caporal maggiore Monica Contraffatto vince il bronzo nei 200 metri. Missione compiuta:è riuscita e realizzare il suo sogno e a diventare un esempio per tutti. A ricordarci che nella vita non bisogna mollare.Mai.

Roma:caporal maggiore Monica Contraffatto missione compiuta:"ho realizzato il mio sogno"
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
9 settembre 2016 5 09 /09 /settembre /2016 19:34

In questo video alcune fasi dell'addestramento da parte dei Carabinieri del PAT(Police Advisor Team) del Train Advise Assist Command West(TAAC-W)alle donne afgane dell'Afghan Border Police. Gestione della scena del crimine e svolgimento dei necessari rilievi  su tecniche CSI ,sono stati oggetto di un corso di formazione conclusosi proprio nei giorni scorsi, tenuto dai Carabinieri del PAT alle poliziotte afgane.

Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento
8 settembre 2016 4 08 /09 /settembre /2016 18:35
Foto di gruppo.

Foto di gruppo.

I Carabinieri del Police Advisor Team (PAT)del Train Advise Assist Command West(TAAC-W)di Herat hanno concluso nei giorni scorsi, un corso di formazione per il personale femminile della Afghan Border Police. Oggetto del corso:la gestione di una scena del crimine e lo svolgimento dei necessari rilievi. Gli istruttori del corso sono Carabinieri operativi nell'ambito del PAT con personale proveniente dal 1°Reggimento Paracadutisti"Tuscania", del 7°Reggimento "Trentino Alto Adige" e del 13°Reggimento"Friuli Venezia Giulia".

L'Afghan Border Police ha già frequentato altri corsi formativi organizzati dai militari del PAT e alla fine di questo corso le poliziotte hanno anche potuto mettere in pratica le nozioni acquisite durante un'esercitazione pratica, simulando tutte le fasi di individuazione e raccolta delle prove in una scena del crimine che è stata realizzata appositamente. Il corso prevedeva lezioni teoriche e pratiche, e ha fornito alle colleghe afgane le linee guida allo scopo di poter essere in grado di compiere il sopralluogo sulla scena di un crimine, facendo particolare attenzione alla ricerca, raccolta e catalogazione delle fonti di prova,e contestuale redazione degli atti di polizia giudiziaria correlati. Gli attestati di partecipazione, uan volta terminata l'esercitazione, sono stati consegnati alla presenza del Capo di Stato Maggiore del Train Advise and Assist Command West, il Colonnello Cosimo Prencipe, del Comandante del laboratorio forense di Herat, il Colonnello Arif Marefat Khan, e del Comandante del Police Advisor Team, il Maggiore dei Carabinieri Raffaele Naccarato.

Afghanistan:Carabinieri addestrano poliziotte afgane
Afghanistan:Carabinieri addestrano poliziotte afgane
Repost 0
Published by Alessandra C. - in Afghanistan
scrivi un commento